Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2020/2021
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Tipo di attività: 
Opzionale
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in ECONOMIA E MANAGEMENT
Settore disciplinare: 
ECONOMIA ED ESTIMO RURALE (AGR/01)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Anno di corso: 
3
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Il corso si pone l'obiettivo di fare acquisire allo studente le conoscenze teoriche ed operative necessarie per poter programmare ed implementare strategie per la valorizzazione dei prodotti agroalimentari sul mercato nazionale ed estero, favorendo la comprensione dei meccanismi alla base dei processi di valorizzazione e commercializzazione dei prodotti di qualità e la conoscenza degli opportuni strumenti a supporto. In particolare, lo studente acquisirà le conoscenze e le abilità indispensabili alla predisposizione di strategie di valorizzazione delle produzioni di qualità ed acquisirà competenze specifiche per orientare al meglio sia le strategie aziendali che quelle di intervento pubblico nella valorizzazione del Made in Italy agroalimentare.

RISULTATI ATTESI DELL’APPRENDIMENTO
Conoscenza e capacità di comprensione:
Lo studente dovrà essere in grado di comprendere i principali strumenti metodologici necessari alla programmazione e realizzazione di strategie per la valorizzazione dei prodotti agroalimentari sia sul mercato nazionale che su quello internazionale.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Lo studente dovrà dimostrare di saper applicare in modo pratico le competenze acquisite a casi concreti, rispetto alle aziende e alle organizzazioni impegnate nella produzione di prodotti agroalimentari di alta qualità.
Autonomia di giudizio:
Lo studente dovrà dimostrare di aver sviluppato la capacità critica per poter valutare in maniera opportuna le possibili strategie di valorizzazione delle produzioni di qualità, anche attraverso l’elaborazione in maniera autonoma di project works che simulano la predisposizione di un piano di valorizzazione.
Abilità comunicative:
Lo studente dovrà dimostrare la capacità di veicolare in modo chiaro e compiuto le conoscenze acquisite, anche attraverso la partecipazione a momenti di discussione collettiva su temi di approfondimento che avverranno durante le lezioni, nonché mediante la presentazione dei project works assegnati durante il corso.
Capacità di apprendimento:
Lo studente dovrà dimostrare una buona capacità di apprendimento riuscendo ad approfondire le proprie conoscenze utilizzando riferimenti bibliografici pertinenti e di rilievo per il campo oggetto di studio e di saper applicare in modo integrato le conoscenze acquisite in corsi precedenti con le ulteriori competenze che caratterizzano il corso.

Prerequisiti

Concetti fondamentali di Economia Aziendale.

Contenuti

Gli argomenti affrontati nell’ambito del corso sono articolati in tre blocchi.
I Blocco - L’evoluzione degli stili di consumo e del concetto di qualità alimentare (16 h). L’analisi economica del comportamento del consumatore rispetto ai prodotti alimentari; I principali driver che caratterizzano la domanda alimentare moderna; L’analisi teorica della qualità: dall’approccio economico all’approccio di marketing; Il ruolo del territorio nella definizione della qualità agroalimentare.
II Blocco – Le Politiche a supporto della valorizzazione delle produzioni agroalimentari di qualità legate al territorio (16 h). I regimi di tutela della qualità nell’Unione Europea; Impatto economico e sociale delle Indicazioni Geografiche protette; La dimensione internazionale del mercato delle produzioni a denominazione tutelata; Il dibattito sulla tutela delle indicazioni geografiche nel contesto internazionale; Altre forme di tutela collettiva della qualità alimentare; Il contributo della Politica Agricola Comunitaria nella promozione della qualità alimentare.
III Blocco - Strategie per la valorizzazione delle produzioni di qualità (16 h). Strategie di marketing territoriale per la promozione della qualità agroalimentare; I percorsi enogastronomici come strumenti di valorizzazione del Made in Italy agroalimentare; Forme di filiera corta per commercializzare i prodotti agro-alimentari di qualità.

Metodi didattici

Il corso è organizzato in lezioni frontali, presentazioni di casi studio aziendali ed esercitazioni. Durante il corso gli studenti saranno guidati nella realizzazione di project works con l’obiettivo di simulare una strategia di valorizzazione rispetto a specifici prodotti agroalimentari locali.

Verifica dell'apprendimento

La verifica si basa su una prova scritta (1 ora e 15 minuti), composta da 5 domande aperte ciascuna con una valutazione massima pari a 6 punti. Le domande sono finalizzate a valutare: le conoscenze acquisite, la capacità di elaborazione critica e la capacità di argomentare sulle problematiche affrontate nel programma. La valutazione di ciascuna domanda tiene conto: della completezza ed esattezza delle risposte nonché della chiarezza nella presentazione delle argomentazioni. Il voto finale è dato dalla somma dei punteggi delle singole domande e la lode è assegnata in caso di risposte particolarmente ben strutturate e argomentate.
L’esame, a meno di eventi imprevisti, si svolge il giorno indicato nel calendario degli appelli, pubblicato su Esse3. L’orario è stabilito e comunicato via Esse3 il giorno della chiusura delle prenotazioni. I voti, dopo un numero di giorni congruo rispetto al numero di prenotati, sono pubblicati su Esse3.
Nel caso la prova risulti insufficiente o il voto non venga accettato è possibile, durante l’orario di ricevimento su Teams o concordando specifici incontri, vedere il compito per analizzare errori e imprecisioni.

Per chi segue il corso è previsto un primo momento di verifica del grado di apprendimento, basato sugli esiti dalla discussione dei project works, Il punteggio riportato (massimo 15) sarà sommato con quello ottenuto nella prova di verifica a fine corso, 3 domande aperte ciascuna con un punteggio massimo fino a 5. La lode è assegnata in caso di risposte particolarmente ben strutturate e argomentate.

Testi

Cesaretti, G. P., & Annunziata, A. (2011). Strategie e strumenti per la valorizzazione sostenibile delle produzioni agroalimentari di qualità, FrancoAngeli editore.
Dispense integrative a cura del docente che saranno caricate sulla piattaforma e-learning di Ateneo.

Altre informazioni

Gli argomenti affrontati nell’ambito del corso sono articolati in tre blocchi.

I Blocco - L’evoluzione degli stili di consumo e del concetto di qualità alimentare (16 h). L’analisi economica del comportamento del consumatore rispetto ai prodotti alimentari; I principali driver che caratterizzano la domanda alimentare moderna; L’analisi teorica della qualità: dall’approccio economico all’approccio di marketing; Il ruolo del territorio nella definizione della qualità agroalimentare.

II Blocco – Le Politiche a supporto della valorizzazione delle produzioni agroalimentari di qualità legate al territorio (16 h). I regimi di tutela della qualità nell’Unione Europea; Impatto economico e sociale delle Indicazioni Geografiche protette; La dimensione internazionale del mercato delle produzioni a denominazione tutelata; Il dibattito sulla tutela delle indicazioni geografiche nel contesto internazionale; Altre forme di tutela collettiva della qualità alimentare; Il contributo della Politica Agricola Comunitaria nella promozione della qualità alimentare.

III Blocco - Strategie per la valorizzazione delle produzioni di qualità (16 h). Strategie di marketing territoriale per la promozione della qualità agroalimentare; I percorsi enogastronomici come strumenti di valorizzazione del Made in Italy agroalimentare; Forme di filiera corta per commercializzare i prodotti agro-alimentari di qualità.