Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2022/2023
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in ECONOMIA DEL MARE
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI (SECS-P/11)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
9
Anno di corso: 
1
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72

Obiettivi

Primi 6 CFU:
Scopo dell’insegnamento è analizzare i rischi finanziari e assicurativi nonché le loro principali metodologie di gestione, affrontando le problematiche relative alla valutazione della solvibilità nella logica di Solvency II. Particolare attenzione è riservata al legame che deve esistere tra i rischi gestiti dagli intermediari assicurativi e il capitale proprio per assolvere agli impegni assunti nei confronti degli assicurati e dei beneficiari delle prestazioni assicurative. Al termine del corso lo studente sarà messo in condizione di: riconoscere le diverse fattispecie di rischio, applicare le metodologie di gestione più adatte e individuare il loro risvolto patrimoniale.
Risultati di apprendimento attesi:
Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente deve dimostrare di conoscere le problematiche relative ai rischi finanziari ed assicurativi; deve, inoltre, mostrare di conoscere i principali strumenti usati per la loro gestione e gli effetti sul patrimonio.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente deve dimostrare di saper applicare le conoscenze acquisite ai principali problemi di gestione del rischio. A tal fine, il docente illustrerà diversi casi specifici di gestione del rischio durante le lezioni per gli studenti frequentanti oppure in sede di ricevimento per i non frequentanti.
Autonomia di giudizio: lo studente deve dimostrare di saper valutare in maniera autonoma le problematiche di gestione del rischio e di individuare gli effetti sul patrimonio tenendo conto della differenza tra gli interessi degli assicurati e dei beneficiari delle prestazioni assicurative e gli interessi degli azionisti della compagnia di assicurazioni o dei soci delle mutue assicuratrici.
Abilità comunicative: lo studente deve avere la capacità di utilizzare correttamente la terminologia dei rischi per ragionare sui quesiti della prova scritta e della prova orale.
Capacità di apprendimento: lo studente deve mostrare padronanza riguardo le principali nozioni e gli strumenti utili per la gestione dei rischi. Deve, inoltre, saper approfondire i contenuti di base proposti dal docente attraverso l’analisi autonoma di ulteriori riferimenti bibliografici.
Successivi 3 CFU:
Scopo dell’insegnamento è analizzare le coperture assicurative per il mondo marittimo, vale a dire per la cosiddetta Blue Economy. La prima parte del corso è legata all’individuazione delle caratteristiche e dei rischi del settore marittimo mentre il corpo centrale delle lezioni è dedicato allo studio delle logiche assicurative e al funzionamento dei club Protection & Indemnity (P&I).
Al termine del corso lo studente sarà in grado di individuare le coperture assicurative per le compagnie di navigazione.
Risultati di apprendimento attesi:
Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente deve dimostrare di riconoscere i rischi e di individuare le logiche di gestione più adatte rispetto alle caratteristiche del settore marittimo
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente deve dimostrare di saper applicare le conoscenze acquisite ai principali problemi di gestione del rischio in campo marittimo
Autonomia di giudizio: lo studente deve dimostrare di saper valutare il sistema dei rischi delle imprese marittime tenendo conto del ruolo delle coperture assicurative
Abilità comunicative: lo studente deve avere la capacità di utilizzare correttamente la terminologia dei rischi per ragionare sui quesiti della prova scritta e della prova orale
Capacità di apprendimento: lo studente deve mostrare padronanza riguardo le principali nozioni e gli strumenti utili per la gestione dei rischi. Deve, inoltre, saper approfondire i contenuti di base proposti dal docente attraverso l’analisi autonoma di ulteriori riferimenti bibliografici.

Prerequisiti

Per i primi 6 CFU:
Conoscenze di base di economia degli intermediari finanziari e di finanza aziendale. Tuttavia, per gli studenti provenienti da corsi di laurea differenti è comunque prevista un’integrazione con opportuna bibliografia di riferimento.
Per i successivi 3 CFU:
Conoscenze di gestione del rischio finanziario e assicurativo.

Contenuti

Il contenuto del corso può essere diviso in blocchi.
Primi 6 CFU:
Blocco 1 – I rischi (12h) I rischi. Il ramo danni e il ramo vita.
Blocco 2 – I rischi assicurativi (12 h) I processi assicurativi (assunzione delle esposizioni a rischio, gestione dei rischi e liquidazione delle prestazioni). Il rischio assicurativo e i suoi sottorischi. Il rischio operativo.
Blocco 3 – I rischi finanziari (12 h)
Il rischio di credito e la riassicurazione. I processi di investimento (asset and liability management). Il rischio di mercato e le sue componenti.
Blocco 4 – La gestione del capitale (12 h)
Il ruolo del capitale e la valutazione della solvibilità. Solvency II.
Successivi 3CFU:
Il contenuto del corso può essere diviso in due blocchi:
Blocco 5 – The shipping companies (8h)
Le caratteristiche del settore marittimo (le principali caratteristiche delle navi, il mercato dei noli, i derivati sui noli,.).
Blocco 6 – Le coperture assicurative marittime (16 h)
Le polizze marittime e il ruolo dei clubs Protection & Indemnity e dell’International Group.

Metodi didattici

Primi 6 CFU:
Il corso prevede lezioni frontali durante le quali verranno discussi i contenuti del programma e presentati alcuni esempi di gestione del rischio finanziario e assicurativo. Il materiale didattico sarà scaricabile dalla piattaforma Moodle, in cui, oltre alle presentazioni usate durante le lezioni, sarà possibile trovare materiale addizionale per approfondimenti tematici.
Successivi 3 CFU:
Il corso prevede lezioni frontali durante le quali verranno discussi i contenuti del programma e presentati alcuni esempi di club P&I. Il materiale didattico sarà scaricabile dalla piattaforma Moodle, in cui, oltre alle presentazioni usate durante le lezioni, sarà possibile trovare materiale addizionale per approfondimenti tematici.

Verifica dell'apprendimento

Primi 6 CFU:
La verifica si basa su una prova scritta ed una prova orale. La prova scritta si compone di cinque domande a risposta aperta (cui è attribuito un punteggio massimo di 5 punti per ciascuna risposta) e di un esercizio (cui è attribuito un punteggio massimo di 5 punti).
La votazione della prova orale è espressa in trentesimi e fa media con quella della prova scritta (con uguale ponderazione) ai fini della valutazione finale.
Successivi 3 CFU:
La verifica si basa su una prova scritta ed una orale. La prova scritta si compone di cinque domande a risposta aperta (cui è attribuito un punteggio massimo di 5 punti per ciascuna risposta) e di un esercizio (cui è attribuito un punteggio massimo di 5 punti).
La votazione della prova orale è espressa in trentesimi e fa media con quella della prova scritta (con uguale ponderazione) ai fini della valutazione finale.

Testi

- Porzio C., Previati D., Cocozza R., Miani S., Pisani R. (2011) Economia delle imprese assicurative, McGraw-Hill, Milano (selezione di capitoli).
- Starita M. G., Malafronte I. (2014) Capital Requirements, Disclosure, and Supervision in the European Insurance Industry. New Challenges towards Solvency II, Palgrave Macmillan, Basingstoke (selezione di capitoli).
- Dispense a cura del docente.

Altre informazioni