Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2022/2023
Partizione: 
Cognomi A-L
Insegnamento: 
Tipologia di insegnamento: 
Base
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in ECONOMIA E COMMERCIO
Settore disciplinare: 
DIRITTO PRIVATO (IUS/01)
Crediti: 
9
Anno di corso: 
1
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre

Obiettivi

Il corso si propone di fornire agli studenti quelle nozioni fondamentali del diritto privato che saranno loro utili negli studi economici e nelle professioni che decideranno di intraprendere.
Risultati di apprendimento attesi
Conoscenza e capacità di comprensione.
Al termine del corso lo studente deve dimostrare di conoscere e saper comprendere le problematiche relative ai principali istituti del diritto privato.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione.
Al termine del corso lo studente deve dimostrare di conoscere i principali strumenti teorici ed analitici del diritto privato: metodi e concetti.
Autonomia di giudizio.
Lo studente deve essere in grado di sapere valutare in maniera autonoma tappe fondamentali dell’evoluzione del diritto privato italiano anche alla luce degli influssi europei ed internazionali. Durante le attività seminariali lo studente apprende come fornire le proprie valutazioni in merito al contributo offerto dalla più rilevante giurisprudenza italiana ed europea
Abilità comunicative.
Lo studente deve avere la capacità di spiegare, in maniera semplice, a persone non esperte i concetti fondamentali del diritto privato, utilizzando il linguaggio scientifico corretto.
Capacità di apprendimento.
Lo studente sarà in grado di aggiornarsi continuamente, tramite la consultazione di testi e pubblicazioni della materia che saranno indicati dal docente.
Durante il corso vengono forniti degli spunti di approfondimento tramite esercizi da svolgere autonomamente e poi verificati dal docente.

Prerequisiti

Nessuno

Contenuti

Il programma d’esame:
abbraccia l’intera materia trattata nei manuali di Istituzioni di diritto privato (dunque non limitatamente agli argomenti affrontati a lezione e nei materiali messi a disposizione degli studenti), fatta eccezione per le parti riguardanti:
– l’impresa e le società;
– i contratti di banca e borsa;
– i titoli di credito;
– il fallimento e le procedure concorsuali;
-il rapporto di lavoro subordinato;
– il diritto sindacale.
Sono altresì esclusi dal programma d’esame, nell’ambito dei contratti speciali:
La commissione e la spedizione (cap. 4, par. 2);
L’agenzia (cap. 4, par. 3);
La mediazione (cap. 4, par. 4);
Il broker assicurativo (cap. 4, par. 5);
L’affiliazione commerciale (cap. 4, par. 6);
Il contratto d’opera (cap. 6, par. 2);
Il contratto di trasporto (cap. 6, par. 3);
Il contratto di servizi aeroportuali di assistenza a terra (cap. 6, par. 4);
Il conto corrente ordinario, i contratti bancari e di borsa (cap. 7);
I contratti aleatori (cap. 8);
I contratti diretti a dirimere controversie (ad eccezione del contratto di transazione) (cap. 9).

Metodi didattici

Le attività didattiche si serviranno di lezioni frontali, attività seminariali, conversazioni e dibattiti in classe.
Si persegue, durante le lezioni, l’interazione con gli studenti, sollecitandoli a rispondere a domande ed a porne, anche al fine di verificarne il livello di comprensione dei temi trattati. Le attività seminariali prevedono una serie di esercitazioni sia individuali che per gruppi con casistica tratta dalla giurisprudenza italiana ed europea più recente.
E’ previsto l’utilizzo delle piattaforme online messe a disposizione dall’Ateneo.

Verifica dell'apprendimento

L’obiettivo della prova d’esame consiste nel verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati.
L’esame consiste in un colloquio orale in cui lo studente dovrà dimostrare di conoscere e comprendere gli istituti e i principi del diritto privato e di saperli applicare a casi pratici sottoposti alla sua attenzione dal docente attraverso la prospettazione di esempi concreti. Lo studente dovrà saper analizzare in autonomia le fonti e gli orientamenti giuridici rilevanti del diritto privato e utilizzare correttamente il lessico tecnico-giuridico della materia, così dimostrando di aver conseguito il metodo di studio e la capacità di apprendimento necessari a proseguire anche in autonomia l’approfondimento della materia.
Sono possibili forme di monitoraggio e verifica intermedia della preparazione dei partecipanti al corso, fermo restando che l’attribuzione della votazione avverrà soltanto all’esito dell’esame finale che si svolgerà, al termine del corso, secondo le modalità e i criteri di valutazione sopra specificati nel dettaglio.

Testi

R. CARLEO, S. MARTUCCELLI, S. RUPERTO (a cura di), Istituzioni di diritto privato, Dike Giuridica Editrice, Roma, 2022.
Oltre al manuale, lo studente dovrà studiare cinque lezioni (a sua scelta) tratte dal testo:
Autori vari, Dieci lezioni introduttive a un corso di Diritto Privato, UTET, 2006.

Altre informazioni

Il Prof. Roberto Carleo riceverà, nel semestre di lezione, studenti e laureandi al termine delle lezioni, presso l’aula in cui svolgerà l’attività didattica e, nell’altro semestre, previo appuntamento da concordarsi via mail all’indirizzo (

(link sends e-mail)

). Il dott. Franco Trubiani riceverà previo appuntamento da concordarsi via mail all’indirizzo (

)

Mutuazioni

  • Corso di studi in ECONOMIA E COMMERCIO - Percorso formativo in PERCORSO GENERICO