Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2021/2022
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in INGEGNERIA CIVILE E PER LA TUTELA DELL'AMBIENTE COSTIERO
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
INGEGNERIA SANITARIA-AMBIENTALE (ICAR/03)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
9
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72

Obiettivi

Il corso mira ad arricchire la formazione delle competenze dell’ingegnere che dovrà operare in campo ambientale, approfondendo sia aspetti normativi e procedurali volti ad effettuare valutazioni ambientali, sia fornendo quelli tecnico/operativi per progettare e svolgere attività di monitoraggio.
Il corso tratterà con particolare approfondimento le specificità connesse allo studio delle aree costiere, utilizzando esempi e casi studio.
Lo studente al termine del corso dovrà aver maturato la capacità di:
• pianificare, eseguire e interpretare campagne di analisi, controllo, monitoraggio e diagnostica ambientale
• progettare e gestire reti di monitoraggio e controllo ambientale
• valutare l’ impiego di modelli per l'analisi di fenomeni ambientali
• redigere studi di impatto ambientale
• comprendere e coadiuvare le attività tecnico/amministrative connesse alle procedure di valutazione ambientale
L’obiettivo del corso verrà̀ raggiunto portando lo studente a maturare la consapevolezza dei contesti dove risulta fondamentale il monitoraggio ambientale e le valutazioni ambientali.
Lo studente verrà guidato nel comprendere in quali casi si attivano le procedure di valutazione ambientale, approfondirà le metodologie di valutazione, la loro applicazione ed utilizzazione nelle singole procedure.
In particolare, partendo dalla conoscenza dei vincoli normativi e legislativi, si percorrerà̀ l’iter logico suggerito dal modello “sorgente, percorso, bersaglio” onde poter definire le procedure tecnico/amministrative di rilievo ed indagine nelle matrici “aria, acqua, suolo”.
Le tecniche di acquisizione, analisi e rappresentazione dei dati raccolti, permetteranno allo studente di acquisire la capacita di effettuare monitoraggi e valutazioni ambientali con una “consapevolezza” dello stato dell’ambiente ottimale per azioni di vigilanza e tutela, valutazione e gestione, contrasto, indirizzo, promozione.
Il futuro ingegnere, così orientato, sarà in grado di interpretare un ruolo di coordinamento e dialogo tra le diverse competenze coinvolte nei processi tecnico/gestionali imposti da norme e leggi vigenti in materia ambientale.
Il corso, in chiave più ampia, mira anche a sviluppare negli studenti la capacità di impiegare gli strumenti delle scienze di base e delle discipline fondamentali dell'ingegneria civile e ambientale per identificare, formulare, analizzare e risolvere, anche con approcci e metodologie innovative, problemi complessi dell'Ingegneria per l'ambiente e il territorio, in particolare quando questi richiedano un approccio interdisciplinare.
Completeranno il processo formativo attività seminariali volte ad approfondire tematiche di attualità e/o particolare interesse per la collettività.

Prerequisiti

Contenuti

Introduzione e generalità:
Le azioni dell’uomo e l’interazione con i comparti ambientali
L’ambiente quale sistema dinamico complesso
Fenomeni di inquinamento ed impatto ambientale
Il modello ambientale: sorgente, percorso, bersaglio
Il monitoraggio quale “consapevolezza” dello stato dell’ambiente
Il monitoraggio delle aree costiere
[10 ore di lezione]
Monitoraggio Ambientale
Cenni storici, principi, definizioni.
Campagne di analisi, controllo, monitoraggio e diagnostica ambientale
Reti di monitoraggio e controllo ambientale
Modelli per l'analisi di fenomeni ambientali
Cenni alle normative di settore
[8 ore di lezione + 4 ore di esercitazione]
Valutazioni ambientali
Cenni storici, principi, definizioni
Studi di impatto ambientale
Norme e procedure di settore
Attività tecnico/amministrative connesse alle procedure di valutazione ambientale
[8 ore di lezione + 4 ore di esercitazione]
Tecniche di monitoraggio ambientale
Metodi, strumenti e tecnologie.
Tecniche “dirette” ed “indirette” per il rilievo e la misura di parametri ambientali.
Le procedure di rilievo.
[8 ore di lezione + 4 ore di esercitazione]
Analisi di casi studio e sviluppo di attività sperimentali
Redazione di un progetto di monitoraggio ambientale in un’area costiera
[16 ore di lezione + 4 ore di esercitazione]
Approfondimenti tematici e seminari:
[6 ore di lezione/seminario]

Metodi didattici

L’attività̀ didattica del corso è organizzata in lezioni frontali, attività̀ laboratoriali, lavoro individuale e di gruppo, presentazioni degli studenti, ricerca autonoma-guidata, esercitazioni in laboratorio e/o in campo.

Verifica dell'apprendimento

L'esame si svolge per via orale e prevede una discussione preliminare sulle esercitazioni/prove/elaborati svolti durante il corso (o al termine dello stesso), sia una discussione approfondita sugli aspetti teorici e di calcolo trattati durante il corso di insegnamento. Lo studente deve dimostrare la piena padronanza degli argomenti trattati durante il corso con particolare attenzione agli aspetti di logica e metodi inerenti le tematiche trattate. Deve inoltre dimostrare di aver compreso gli aspetti formali, teorici e pratici contenuti nelle procedure insegnate.

Testi

Materiale (appunti, note, estratti, slides etc.) fornito durante il corso dal docente

Altre informazioni

Mutuazioni