Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2021/2022
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in SCIENZE ECONOMICHE FINANZIARIE E INTERNAZIONALI
Settore disciplinare: 
ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI (SECS-P/11)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

 Giancarlo Forestieri, Corporate e investment banking, EGEA, ultima edizione 2020 (il programma del corso ripercorre la struttura dei capitoli del testo).
 Files di power point a cura del docente e dei testimoni per i partecipanti al corso.
 Nell’ambito del corso saranno inoltre inviati per posta elettronica ai partecipanti business plan, financial plan e report che costituiranno il materiale per la discussione in aula degli argomenti del programma.

Prerequisiti

Modulo - 3 CFU (24 ore)
Il mercato, le istituzioni e gli strumenti: struttura dei servizi di corporate e investment banking in Italia, il confronto con le realtà internazionali, effetti, cause e conseguenti cambiamenti della crisi sistemica sui sistemi bancari, le origini dell’investment banking, la corporate governance degli intermediari e l’investment banking, la valutazione delle aziende oggetto di investimento nelle diverse soluzioni di intervento delle banche di corporate&investment banking
Le attività sul mercato dei capitali: il private equity e le imprese familiari, il venture capital e le nuove aziende, quotazione delle imprese e intermediari finanziari, IPO-aumenti di capitale-spin off, delisting, i corporate bond e i minibond ed il mercato di quotazione, il mezzanine finance (cenni), altre forme di finanza strutturata. La struttura del corporate banking nel mercato italiano.
Modulo – 3 CFU (24 ore)
Servizi di advisory ed operazioni di riassetto aziendale: servizi bancari connessi alla ristrutturazione, la gestione diretta o endogena delle crisi di impresa e i ruoli di advisory e management, ruolo degli intermediari nelle operazioni di acquisizione e fusione (M&A), intermediari e leveraged buy out, management buy.out, ristrutturazione delle imprese in crisi ed evoluzione della normativa in materia
Credito e finanza strutturata: financial risk management, enterprise

Contenuti

Modulo - 3 CFU (24 ore)
Il mercato, le istituzioni e gli strumenti: struttura dei servizi di corporate e investment banking in Italia, il confronto con le realtà internazionali, effetti, cause e conseguenti cambiamenti della crisi sistemica sui sistemi bancari, le origini dell’investment banking, la corporate governance degli intermediari e l’investment banking, la valutazione delle aziende oggetto di investimento nelle diverse soluzioni di intervento delle banche di corporate&investment banking
Le attività sul mercato dei capitali: il private equity e le imprese familiari, il venture capital e le nuove aziende, quotazione delle imprese e intermediari finanziari, IPO-aumenti di capitale-spin off, delisting, i corporate bond e i minibond ed il mercato di quotazione, il mezzanine finance (cenni), altre forme di finanza strutturata. La struttura del corporate banking nel mercato italiano.
Modulo – 3 CFU (24 ore)
Servizi di advisory ed operazioni di riassetto aziendale: servizi bancari connessi alla ristrutturazione, la gestione diretta o endogena delle crisi di impresa e i ruoli di advisory e management, ruolo degli intermediari nelle operazioni di acquisizione e fusione (M&A), intermediari e leveraged buy out, management buy.out, ristrutturazione delle imprese in crisi ed evoluzione della normativa in materia
Credito e finanza strutturata: financial risk management, enterprise

Metodi didattici

Lezioni frontali
Esercitazioni
Testimonianze
analisi di documenti aziendali
Project work finale per i frequentanti

Verifica dell'apprendimento

L’acquisizione delle conoscenze fondamentali avviene con un esame scritto che verte su 8 domande aperte sull’intero programma di esame con l’assegnazione di uno spazio di risposta vincolante e cioè un foglio protocollo di 4 pagine in modo da valutare idoneamente anche la capacità di sintesi del candidato e l’effettiva aderenza della risposta alla specifica domanda rivoltà.
La valutazione del candidato verterà su una analisi circa l’utilizzo di un linguaggio tecnico appropriato, l’autonomia di giudizio e l’approfondimento degli argomenti che verranno presentati in modo da incrociare più aspetti (e quindi più capitoli) del programma
Gli studenti frequentanti almeno l’80% delle lezioni svilupperanno un progetto di ricerca (project work) su temi specifici che saranno oggetto di valutazione insieme ad un test di verifica.
La valutazione dei candidati avverrà attraverso la verifica delle conoscenze tecniche, della capacità di presentazione in pubblico e nel confronto di gruppo, della abilità nella esposizione tecnica e del corretto utilizzo delle tecniche e dei materiali informativi
Il superamento con valutazione positiva della prova di gruppo relativa al progetto di ricerca è condizione necessaria per la ammissione al test di verifica. Quest’ultimo può essere ripetuto in caso di mancato superamento negli appelli successivi senza ripetere la prova di gruppo.
Il test verte su 20 domande a risposta chiusa con 4 opzioni sull’intero programma di esame con un tempo a disposizione di 30’ in coerenza con gli standard europei delle prove di valutazione professionale nel settore.

Testi

Giancarlo Forestieri, Corporate e investment banking, EGEA, ultima edizione 2020 (il programma del corso ripercorre la struttura dei capitoli del testo).
 Files di power point a cura del docente e dei testimoni per i partecipanti al corso.
 Nell’ambito del corso saranno inoltre inviati per posta elettronica ai partecipanti business plan, financial plan e report che costituiranno il materiale per la discussione in aula degli argomenti del programma.

Altre informazioni