Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2021/2022
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Settore disciplinare: 
DIRITTO TRIBUTARIO (IUS/12)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Scopo dell’insegnamento è fornire una conoscenza di carattere generale delle linee evolutive dell’ordinamento tributario italiano in materia di principi, categorie ed istituti. In particolare, l’attenzione verrà rivolta ad esaminare il complesso di norme che disciplinano la fiscalità delle attività finanziarie e la loro applicazione da parte degli intermediari finanziari allo scopo di acquisire la conoscenza delle caratteristiche e delle problematiche inerenti la tassazione dei principali prodotti finanziari, con riferimento alle imposte dirette e ai regimi sostitutivi.

Prerequisiti

Capacità di ragionamento

Contenuti

I Modulo:
I principi costituzionali in materia tributaria.
La struttura del tributo. Classificazione dei tributi.
Norme sostanziali, procedimentali e processuali.
Il sistema delle imposte sui redditi. IRPEF ed IRES.

II Modulo:
La tassazione dei redditi finanziari: evoluzione storico-normativa. La definizione dei redditi finanziari quale categoria distinta: un’ipotesi di studio. Il ruolo degli intermediari finanziari. Il sistema delle ritenute: imposizione sostitutiva e ritenute a titolo d’imposta e a titolo d’acconto.
I regimi di tassazione dei redditi di natura finanziaria. Redditi di capitale. Redditi diversi di natura finanziaria. Le principali criticità dell’assetto attuale.
Gli organismi di investimento collettivo del risparmio.
Regime dichiarativo, risparmio amministrato e risparmio gestito. I Piani individuali di risparmio.

Metodi didattici

Il corso prevede lezioni frontali durante le quali sono discussi i temi del programma. Il materiale didattico è reso disponibile anche attraverso la piattaforma di e-learning Moodle, in cui, oltre alle presentazioni usate durante le lezioni è possibile anche trovare materiale addizionale per approfondimenti tematici.

Verifica dell'apprendimento

La verifica dell’apprendimento prevede un esame orale al fine di valutare il conseguimento da parte dello studente degli obiettivi formativi. Durante la verifica orale, gli studenti dovranno dimostrare di aver raggiunto la conoscenza di base del funzionamento del sistema tributario italiano con particolare riguardo alle problematiche inerenti la fiscalità delle attività finanziarie. La votazione assegnata al colloquio orale viene espressa in trentesimi.

Testi

Per il I modulo si consiglia la consultazione di uno dei seguenti testi a scelta dello studente:

1) Boria P., Diritto tributario, Giappichelli, u.e.

2) Falsitta G., Corso istituzionale di Diritto Tributario, Cedam, u.e.;

3) Falsitta G., Manuale di diritto tributario. Parte generale e parte speciale, Cedam, u.e.

4) Melis G., Lezioni di diritto tributario, Giappichelli, u.e.

Per il II modulo sarà cura del docente fornire agli studenti, tramite la piattaforma Moodle e-learning, slides sugli argomenti del corso e materiale di approfondimento.

Altre informazioni

Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente deve dimostrare di comprendere il funzionamento del sistema tributario italiano nonché le problematiche relative alle principali tematiche inerenti la fiscalità delle attività finanziarie. Allo scopo di conferire le suddette conoscenze oltre alla didattica frontale il docente fornisce materiale di supporto e di approfondimento, reso disponibile attraverso la piattaforma e-learnig “Moodle”.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente, sulla base delle conoscenze acquisite, sviluppa un’attitudine all’apprendimento dell’analisi giuridica in materia tributaria che gli consente di inquadrare e di interpretare le principali questioni inerenti soprattutto la tassazione delle attività finanziarie . Il raggiungimento delle capacità in merito all’applicazione delle predette conoscenze avviene anche attraverso la riflessione critica su articoli di dottrina o sentenze della giurisprudenza riguardanti gli argomenti trattati che verrà svolta in aula durante le lezioni agli studenti frequentanti oppure attraverso un’attività di tutoraggio, in sede di ricevimento, per gli studenti non frequentanti.

Autonomia di giudizio: lo studente dovrà essere in grado di esprimere criticamente le conoscenze acquisite e di dimostrare la capacità di approfondirle anche in modo autonomo riuscendo ad applicarle anche ad ambiti di natura specifica, come, ad esempio, alcuni casi di tassazione delle attività finanziarie. Tali risultati saranno conseguiti attraverso l’utilizzo combinato di più strumenti didattici quali discussioni di casi di studio, esercitazioni e lavori di gruppo.

Abilità comunicative: lo studente assimila un linguaggio di tipo giuridico con termini specifici della materia tributaria che gli consentono di descrivere e rappresentare le principali problematiche analizzate. Tali risultati saranno raggiunti, in itinere, durante la trattazione degli specifici argomenti in aula o durante l’eventuale tutoraggio e verificati in sede di colloquio orale ai fini dell’esame.

Capacità di apprendimento: lo studente sviluppa una competenza a comprendere, a valutare e a utilizzare le informazioni acquisite. Attraverso il ragionamento logico-giuridico lo studente è in grado di valutare criticamente le proprie conoscenze, contestualizzare le problematiche inerenti la tassazione delle attività finanziarie ed esaminare eventuali casi di studio sottoposti alla sua attenzione. Tali risultati sono conseguiti nel percorso di studio ed approfondimento dedicato alla specifica materia.