Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2020/2021
Partizione: 
Matricole pari
Insegnamento: 
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in SCIENZE MOTORIE
Settore disciplinare: 
ORGANIZZAZIONE AZIENDALE (SECS-P/10)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre

Obiettivi

Il corso si propone di fornire agli studenti i concetti teorici e una linea guida nell’analisi delle implicazioni manageriali utili alla comprensione delle caratteristiche fondamentali delle organizzazioni, delle modalità di regolamentazione delle interdipendenze fra attività e fra attori organizzativi, a livello micro (individuo), meso (unità operative) e macro (forme organizzative aziendali e reti tra imprese).
Esso mira a forgiare figure professionali competenti nell’organizzazione delle attività aziendali, in quanto dotate di conoscenze e competenze funzionali a svolgere un ruolo di leader, manager della linea intermedia o executive in settori sportivi, sanitari, educativi e settori connessi e/o correlati.

Prerequisiti

Nessuno

Contenuti

Il corso propone un itinerario teorico-pratico sui modelli e gli strumenti di Organizzazione Aziendale. La prima parte del corso è dedicata ai fondamenti teorici dell’Organizzazione Aziendale, quale proposta interpretativa prevalente sul rapporto individuo-organizzazione analizzando le principali teorie organizzative classiche e i modelli motivazionali, nonché le variabili di progettazione organizzativa. La seconda parte è dedicata alla progettazione della microstruttura con focus sull’organizzazione del lavoro e alla progettazione della mesostruttura anche con riferimento alla definizione delle forme organizzative. La terza parte è dedicata all’approfondimento, mediante attività seminariali e lavoro di gruppo con sviluppo di project work, sui temi oggetto di studio.
Argomenti specifici:
Nozioni di progettazione organizzativa. Progettazione organizzativa e teorie organizzative. Le variabili chiave della progettazione organizzativa. La progettazione della microstruttura. La progettazione della mesostruttura. I meccanismi di coordinamento e di controllo. Le forme organizzative.

Metodi didattici

Lezioni frontali, incontri seminariali di presentazione di casi aziendali concreti con testimoni scelti di eccellenza (campioni e manager del settore sportivo e settori connessi e/o correlati), esercitazioni in aula sull’organizzazione dei settori sportivi, sanitari, educativi e settori connessi e/o correlati.

Verifica dell'apprendimento

Esame scritto articolato in quattro domande a risposta aperta da cinque punti ciascuna, e una domanda a risposta aperta da dieci punti, inerenti gli argomenti indicati nel programma.
Esame orale (per i candidati che superano la prova scritta con un punteggio pari almeno a 18/30) articolato in domande che partono da eventuali lacune dello scritto, per poi spaziare su tutto il resto del programma d’esame.
La prova scritta e l’esame orale sono finalizzati alla verifica del livello di apprendimento dei principi, delle nozioni e degli argomenti indicati nel programma.
Tale verifica sarà condotta in base ai seguenti criteri: livello di conoscenza e approfondimento dei principi dell’organizzazione aziendale; proprietà di linguaggio e chiarezza espositiva.

1. Numero delle prove che concorrono alla valutazione: 2
2. Obiettivo della prova: verifica del livello di apprendimento dello studente su aspetti fondamentali della materia
3. Modalità di somministrazione (scritto, orale, pratico): scritto e orale
4. Tempistica di svolgimento: in base al calendario di esami
5. Durata: prova scritta 1 ora; prova orale da 10 a 30 minuti circa
6. Tipologia (es. prova scritta a risposta chiusa, prova pratica, colloquio, ecc.): prova scritta a risposte aperte + colloquio
7. Misurazione conclusiva della prova d’esame: lo studente raggiungerà il punteggio minimo qualora riuscirà a dimostrare l’acquisizione di conoscenze di base relative all’organizzazione aziendale. Lo studente otterrà il punteggio massimo quando dimostrerà di aver compreso, approfondito e introiettato tutti gli argomenti indicati nel programma, risultando in grado, altresì, di cogliere le interconnessioni fra gli stessi, e di fornire esempi applicativi concreti in relazione alle loro implicazioni manageriali.

Testi

Isotta F. (2011), La progettazione organizzativa, CEDAM. Capitoli 1-2-3-4-5-6-7-8.

Altre informazioni

Nessuna