Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2021/2022
Partizione: 
Matricole dispari
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in SCIENZE MOTORIE PER LA PREVENZIONE ED IL BENESSERE
Settore disciplinare: 
SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI (SPS/08)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
1
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre

Obiettivi

Il corso ha come obiettivo centrale lo sviluppo di conoscenze e di competenze circa la gestione della relazione e della cura in ambito socio-sanitario allo scopo di orientare le pratiche professionali in tale ambito tramite un agire critico e consapevole.
In particolare, si intende sviluppare conoscenze circa lo statuto teorico-metodologico del discorso pedagogico sul tema della relazione di cura; abilità e capacità di interpretazione dei temi e delle problematiche di natura formativa implicate nelle relazioni sociali; competenze nell’ideazione e gestione di attività e progetti formativi incentrati sulla relazione in ambito professionale socio-sanitario

Prerequisiti

conoscenze di base di pedagogia generale e sociale

Contenuti

Il corso sviluppa e approfondisce il tema delle relazioni sociali come oggetto intenzionale della formazione in ambito socio-sanitario, con una particolare attenzioni ai dispositivi pedagogici indirizzati all’individuazione ed allo sviluppo delle competenze relazionali quali elementi strutturanti le professionalità socio-sanitarie.
Nello specifico, il corso approfondirà la tematica della professionalità educativa, facendo emergere l’importanza del costrutto della riflessività come competenza centrale della relazione educativa stessa; inoltre, specifico rilievo sarà dato al tema del corpo e della corporeità nelle relazioni nei contesti socio-sanitari.

Metodi didattici

Tutti i contenuti oggetto di studio verranno analizzati con metodologia partecipativa e relazionale allo scopo di dimostrare “in vivo” come lo studio della disciplina consista nel rintracciare soluzioni “didatticamente efficaci” che valorizzino tanto la dimensione individuale quanto quella collettiva dei processi di insegnamento-apprendimento.

Verifica dell'apprendimento

Il monitoraggio degli apprendimenti avverrà mediante una prova intermedia consistente in una performance critico-elaborativa; a fine percorso si prevede un esame finale consistente in un colloquio orale argomentativo su tutto il programma di studio.
La valutazione dell’esame finale avverrà tenendo in considerazione 5 indicatori prevalenti secondo apposita scheda valutativa che verrà esposta e resa nota agli studenti nel corso della presentazione del programma:
a) Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
b) Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding)
c) Autonomia di giudizio (making judgements)
d) Abilità comunicative (communication skills)
e) Capacità di apprendere (learning skills)

Testi

Mariani A. (a cura di), La relazione educativa, Carocci, Roma, 2021.
Cunti A. (a cura di), Corpi in formazione, FrancoAngeli, Milano, 2015.
Professionalità studi. Trimestrale on-line di studi su formazione, lavoro, transizioni occupazionali, N. 3 luglio-agosto-settembre 2021, Studium Edizioni, Editrice La Scuola.
Articoli da studiare:
ANTONIA CUNTI, ALESSANDRA PRIORE, Insegnamento e relazione educativa. Luci e ombre ai tempi del Covid-19 (pag. 2).
FRANCESCO LO PRESTI, Formarsi all’insegnamento. La gestione critico-riflessiva della relazione educativa (pag. 40).  

Altre informazioni