Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2020/2021
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in MANAGEMENT PUBBLICO
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
ECONOMIA AZIENDALE (SECS-P/07)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
10
Anno di corso: 
2
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
80

Obiettivi

Mod A) L’obiettivo del corso è di fornire le conoscenze normative e tecniche per comprendere la non financial information per mezzo delle principali prassi in uso a livello nazionale e internazionale.
Il corso aspira, quindi, a mettere lo studente nelle condizioni di avere gli strumenti adatti per comprendere i comportamenti adottati nella costruzione della corporate reporting, determinare o ricostruire il percorso logico utilizzato per ottenere le informazioni che risultano per l’azienda e per i suoi stakeholder rilevanti in materia di sustainable reporting, esaminando i business cases ritenuti al riguardo più significativi.

Mod B)
L’obiettivo del modulo B è di fornire agli studenti la conoscenza di logiche, metodi e strumenti in materia di sviluppo sostenibile e rendicontazione ai fini divulgativi delle aziende pubbliche.
Il corso si propone di fornire conoscenze sulla identificazione di buone pratiche in termini di sviluppo sostenibile indirizzate ai goal e target indicati dall’Agenda 2030 e, in misura più ampia, ai principali pillar che identificano l’approccio “Triple Botton Line” (TBL).
Il corso si propone altresì di fornire conoscenze circa la rendicontazione di tali pratiche indispensabili per poter individuare organizzazioni pubbliche sostenibili.
Al fine di sviluppare la capacità di comprensione applicata, il corso fornisce riscontri empirici in merito agli argomenti teorici con l’analisi quali-quantitativa delle sustainable practice.
Il corso si propone di sviluppare la capacità dello studente di raccogliere e interpretare le informazioni che derivano dal sustainable development framework e reporting; di formulare giudizi autonomi sui processi indirizzati verso gli SDGs e sulle performance sostenibili.
Il corso mira a sviluppare quelle capacità di apprendimento utili ad intraprendere studi successivi con un elevato grado di autonomia; di valutare la criticità dei suddetti processi di management pubblico non solo nella prospettiva della PA, ma anche nella prospettiva dei principali stakeholder che si interfacciano con le PA.
Il corso mira altresì a creare un trait d’union tra l’acquisizione del framework teorico-applicativo d’aula e le testimonianze di manager pubblici. Attori privilegiati che illustreranno le specificità delle proprie organizzazioni ed i comportamenti adottati per il perseguimento degli SDGs, come anche le principali pratiche di disclosure.

Prerequisiti

Mod. A) e Mod. B) È necessario avere acquisito e assimilato le conoscenze fornite dai corsi di Economia aziendale.

Contenuti

Il corso si articola in due moduli ciascuno da 5 CFU.
Modulo A) e Modulo B) Il modulo B del corso si articola in due sub-moduli (B1 e B2).

Il Modulo A esamina l'evoluzione della disciplina della Responsabilità Sociale di Impresa e il contributo degli studi aziendalistici alla materia. In questa prospettiva, sono analizzati i principali modelli di accountability indiretti e diretti.
Un particolare focus viene effettuati sui modelli del Global Reporting Initiative e dell'International Integrated Reporting Council. Sono, in ultimo, esaminate le più recenti evoluzioni della prassi professionale.

Nel modulo B1 (3 CFU) si analizzano i temi della Sustainable Disclosure e del reporting e, più in generale, della rendicontazione non finanziaria nella prospettiva dell’ UN Agenda 2030 e dei suoi 17 Sustainable Development Goals (SDGs). L’analisi di tali argomenti viene effettuata sia a livello di singola pubblica amministrazione (PA), sia a livello di relazioni interorganizzative tra PA.

Nel modulo B2 (2 CFU) i temi della Sustainable Disclosure e del non financial reporting saranno sviluppati attraverso l’analisi delle sustainable practice adottate dalle PA per il perseguimento degli SDGs e i relativi target.

Metodi didattici

Le attività saranno svolte in presenza e a distanza su piattaforma MsTeams. Le modalità possono variare in base all'emergenza COVID-19.

Verifica dell'apprendimento

Mod. A) Esame orale con prova intermedia.

Mod. B)
L’effettiva acquisizione da parte degli studenti dei risultati di apprendimento attesi è accertata attraverso la presentazione di un progetto su uno dei temi trattati durante il corso ed una prova orale finale, consistente in un colloquio sugli argomenti sviluppati nel corso.
I progetti saranno sviluppati durante il corso da gruppi formati da un numero minimo di tre studenti, sotto la supervisione del docente del corso.
Per superare l'esame, lo studente deve riportare un voto non inferiore a 18/30.
Lo studente consegue il voto di 18/30, quando dimostrare di aver acquisito una conoscenza sufficiente degli argomenti oggetto di approfondimento nel corso. Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, lo studente deve invece dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso.

Testi

Mod A)
- Ballucchi e Furlotti (2019), La responsabilità sociale delle imprese, Torino, Giappichelli Editore.
- Pozzoli M. (2018), Integrated reporting, Torino, Giappichelli Editore.
- Dispense e altro materiale distribuito nello svolgimento del corso.

Mod B)
Mod B) Articoli in lingua Inglese:
1. Daly, H. E. (1990). Toward some operational principles of sustainable development. Ecological economics, 2(1), 1-6.
2. Mebratu, D. (1998). Sustainability and sustainable development: historical and conceptual review. Environmental impact assessment review, 18(6), 493-520.
3. Hopwood, B., Mellor, M., & O'Brien, G. (2005). Sustainable development: mapping different approaches. Sustainable development, 13(1), 38-52.
4. Purvis, B., Mao, Y., & Robinson, D. (2019). Three pillars of sustainability: in search of conceptual origins. Sustainability Science, 14(3), 681-695.
5. Le Blanc, D. (2015). Towards integration at last? The sustainable development goals as a network of targets. Sustainable Development, 23(3), 176-187.
6. UNITED NATION (2015), TRANSFORMING OUR WORLD: THE 2030 AGENDA FOR SUSTAINABLE DEVELOPMENT sustainabledevelopment.un.org - A/RES/70/1
7. Stafford-Smith, M., Griggs, D., Gaffney, O., Ullah, F., Reyers, B., Kanie, N., ... & O’Connell, D. (2017). Integration: the key to implementing the Sustainable Development Goals. Sustainability Science, 12(6), 911-919.
8. Bebbington, J., & Unerman, J. (2018). Achieving the United Nations sustainable development goals. Accounting, Auditing & Accountability Journal.
9. Bebbington, J., & Unerman, J. (2020). Advancing research into accounting and the UN sustainable development goals. Accounting, Auditing & Accountability Journal.
10. Di Vaio, A., Syriopoulos, T., Alvino, F., & Palladino, R. (2020). “Integrated thinking and reporting” towards sustainable business models: a concise bibliometric analysis. Meditari Accountancy Research.
11. Di Vaio, A., & Varriale, L. (2020). SDGs and airport sustainable performance: Evidence from Italy on organisational, accounting and reporting practices through financial and non-financial disclosure. Journal of Cleaner Production, 249, 119431.
12. Di Vaio, A., Varriale, L., Lekakou, M., & Stefanidaki, E. (2021). Cruise and container shipping companies: a comparative analysis of sustainable development goals through environmental sustainability disclosure. Maritime Policy & Management, 1-29.
- Dispense del corso in Italiano.
Ad inizio corso il docente fornirà agli studenti articoli e dispense.

Altre informazioni

Mod. A) Nessun'altra informazione.
Mod. B) Nessun'altra informazione.