Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2020/2021
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in ECONOMIA E COMMERCIO
Settore disciplinare: 
METODI MATEMATICI DELL'ECONOMIA E DELLE SCIENZE ATTUARIALI E FINANZIARIE (SECS-S/06)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Dott.ssa DONNINI Chiara
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Il corso ha l'obiettivo di fornire le nozioni di base per la formalizzazione e la valutazione dei contratti finanziari e per il controllo dei rischi; di introdurre alla costruzione di modelli per la misurazione del valore e del rischio di contratti e di aggregati (portafogli) di contratti; di dare criteri per la scelta tra posizioni (valore-rischio) alternative.
Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente deve dimostrare di conoscere e saper comprendere le problematiche relative alla definizione di valore di un contratto nel mercato di capitali, alla valutazione dei contratti finanziari con specifico riferimento alle obbligazioni e ai mutui nel mercato di capitali, alla costruzione della struttura per scadenza dei tassi di interesse, all’utilizzo degli strumenti finanziari nella valutazione d’impresa.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente deve dimostrare di essere in grado di applicare le formule del calcolo finanziario alla valutazione dei contratti; di applicare le conoscenze acquisite agli schemi di valutazione di banche, assicurazioni e imprese industriali.

Autonomia di giudizio: lo studente deve dimostrare di aver sviluppato una capacità critica per valutare l’utilità delle conoscenze acquisite e dell’applicazione alla risoluzione di problemi economici e finanziari.

Abilità comunicative: Lo studente deve essere in grado di argomentare in modo chiaro ed esaustivo, mostrando di saper esprimere e formalizzare concetti matematici/finanziari. Deve essere in grado di spiegare le tecniche apprese per la risoluzioni di problemi finanziari.

Capacità di apprendimento: Lo studente deve essere in grado di dimostrare capacità di applicare le conoscenze acquisite in corsi precedenti integrandole alle ulteriori competenze professionalizzanti che caratterizzano il corso.

Prerequisiti

Come da regolamento del CdS, è necessario aver sostenuto e superato l'esame di Introduzione alla Matematica. Risulta, infatti, fondamentale aver acquisito conoscenze quali ad esempio quelle relative alla analisi di una funzione reale di variabile reale, di funzioni reali di più variabili reali, di funzioni lineari, esponenziali e logaritmiche, alla definizione e calcolo di derivate di una funzione, alla definizione di integrale indefinito e definito, alla risoluzione di sistemi lineari.

Contenuti

Regimi dei tassi di interesse. Attualizzazione e capitalizzazione. Titoli cedolari. Tasso interno di rendimento. Rendite. Ammortamenti. Rischi. Strutture per scadenza. Tassi di parità. Bootstrap. Duration e indici temporali e di variabilità.

Metodi didattici

Il corso prevede lezioni frontali, durante le quali verranno discussi i temi del programma, ed esercitazioni in presenza. Lo studente può esercitarsi e consolidare le proprie competenze nella sezione dedicata al corso sulla piattaforma elearning dell’Ateneo “Parthenope”.

Verifica dell'apprendimento

In sede d'esame, lo studente dovrà dimostrare di avere acquisito conoscenze teoriche e competenze teorico-pratiche, rispondendo a un test composto da nove domande a risposta multipla e una aperta e supportando lo svolgimento di due esercizi con le motivazioni teoriche riguardanti i metodi di risoluzione scelti. Ogni domanda a risposta multipla assegna un punteggio pari a 1 in caso di risposta corretta, 0 in caso di risposta errata o non data, la risposta alla domanda aperta assegna un punteggio massimo pari a 5, i due esercizi assegnano un punteggio massimo pari a 16. Il tempo per il completamento della prova è di un’ora e quindici minuti. Durante la prova non è consentito l’uso di appunti o testi pertinenti alla preparazione, né di supporti informatici, quali ad esempio smartphone, tablet, pc, ecc.
Le valutazioni della prova orale, espressa in trentesimi, e quella della prova scritta concorrono con uguale peso alla definizione del voto finale.
Durante il corso sono previste due prove parziali una a metà del semestre di lezione e una alla fine. Tali prove saranno strutturate in modo analogo alla prova scritta. Il voto finale sarà determinato come media dei voti delle due prove. Il raggiungimento di un minimo di 18 punti determina l'ammissione alla prova orale.
A causa del Covid-19, le prove di esame si terranno in presenza o a distanza a seconda delle indicazioni dell’Ateneo.

Testi

• G. Castellani, M. De Felice, F. Moriconi – Manuale di finanza I. Tassi d’interesse. Mutui e obbligazioni – il Mulino editore.
• E. Castagnoli, M. Cigola, L. Peccati. Financial calculus with applications. Egea, 2013.

Altre informazioni