Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2019/2020
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in INGEGNERIA GESTIONALE
Settore disciplinare: 
SISTEMI PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE (ING-IND/09)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
15
Anno di corso: 
3
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
120

Obiettivi

Il corso si propone di fornire agli studenti gli strumenti metodologici di base per lo studio delle macchine a fluido e degli impianti di conversione dell’energia per applicazione fissa (generazione di energia) e mobile (propulsione).
Risultati di apprendimento
(declinati, rispetto ai descrittori di Dublino)

1. Conoscenza e capacità di comprensione
Lo studente deve dimostrare
- di conoscere i principi di funzionamento delle macchine a fluido e degli impianti di conversione dell’energia in sistemi stazionari e propulsivi;
- di conoscere le principali funzioni svolte dalle macchine a fluido e dagli impianti di conversione dell’energia in sistemi stazionari e propulsivi;
- di conoscere le caratteristiche costruttive e funzionali delle macchine a fluido e dei principali componenti di un impianto di conversione dell’energia in sistemi stazionari e propulsivi;
- di conoscere i criteri generali di scelta e dimensionamento delle macchine a fluido e dei principali componenti di un impianto di conversione dell’energia in sistemi stazionari e propulsivi;
- di conoscere le problematiche di gestione e funzionamento delle macchine a fluido e degli impianti di conversione dell’energia in sistemi stazionari e propulsivi.

2. Conoscenza e capacità di comprensione applicate
Lo studente deve dimostrare di essere in grado
- di applicare i criteri di base per la scelta ed il dimensionamento delle macchine a fluido e dei principali componenti di un impianto di conversione dell’energia in sistemi stazionari e propulsivi;
- di comprendere le problematiche inerenti il funzionamento delle macchine a fluido e dei principali componenti di un impianto di conversione dell’energia in sistemi stazionari e propulsivi.

3. Autonomia di giudizio
Lo studente deve dimostrare di possedere le conoscenze di base per affrontare ed approfondire in maniera autonoma le problematiche relative alla scelta, al dimensionamento ed alle gestione delle macchine a fluido e degli impianti di conversione dell’energia in sistemi stazionari e propulsivi.

4. Abilità comunicative
Lo studente deve dimostrare di essere in grado di spiegare, in maniera semplice, a persone non esperte del settore, le prestazioni e le problematiche di funzionamento delle macchine a fluido e degli impianti di conversione dell’energia in sistemi stazionari e propulsivi.

5. Capacità di apprendere
Lo studente deve acquisire abilità e competenze necessarie per l’aggiornamento delle proprie conoscenze mediante la consultazione di testi e pubblicazioni tecniche inerenti le macchine a fluido e gli impianti di conversione dell’energia, allo scopo di acquisire la capacità di seguire corsi di approfondimento, seminari specialistici e di essere in grado di intraprendere ulteriori studi nello stesso settore di interesse.

Prerequisiti

Lo studente deve aver acquisito ed assimilato le seguenti conoscenze fornite dai corsi di Fisica, Chimica e Fisica Tecnica:
- Cinematica e dinamica del moto di corpi rigidi;
- Bilanciamento e stechiometria delle reazioni di combustione;
- Calcolo proprietà termodinamiche di sostanze pure;
- Principi fondamentali della termodinamica e la loro applicazione allo studio di sistemi di conversione dell'energia;
- Analisi di problemi di scambio in regime stazionario.

Contenuti

Fondamenti su Energia e Mobilità Sostenibili
Richiami di Termodinamica
Richiami di Fluidodinamica
Turbomacchine
Macchine Operatrici
Tecnologie sostenibili di conversione dell’energia
Turbine a vapore
Turbina a Gas
Motori alternativi a combustione interna
Turbine idrauliche
Turbine eoliche
Celle a combustibile
Applicazioni in sistemi stazionari e propulsivi
Cicli misti e combinati gas-vapore
Sistemi integrati con gassificazione biomassa
Sistemi di propulsione ibrida - elettrica

Metodi didattici

Lezioni Frontali
Esercitazioni guidate

Verifica dell'apprendimento

La prova d’esame prevede la verifica del livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati. L’esame consiste in:
- due prove scritte intracorso ed una prova scritta finale, per valutare se lo studente ha appreso i principi di base per la valutazione delle prestazioni delle macchine a fluido e degli impianti di conversione dell’energia.
- un colloquio nel quale sarà valutato il livello di conoscenza e la capacità di esposizione degli argomenti trattati durante il corso. Il colloquio consisterà di almeno tre domande su argomenti di termodinamica applicata allo studio degli impianti di conversione dell’energia; scambio di lavoro nelle turbomacchine motrici ed operatrici; motori alternativi a combustione interna e sistemi propulsivi ibridi.
La valutazione finale terrà conto della correttezza degli esercizi svolti, della correttezza e della qualità di rappresentazione di schemi, diagrammi e figure; del corretto uso di simboli e formule; della capacità di esposizione e della padronanza degli argomenti.

Testi

Renato Della Volpe, “Macchine”. Liguori Editore.
V. Dossena, G. Ferrari, P. Gaetani, G. Montenegro, A. Onorati, G. Persico, “Macchine a fluido”. Città Studi Edizioni.
Dispense a cura del docente.

Altre informazioni