Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2019/2020
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in INGEGNERIA GESTIONALE
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
IMPIANTI INDUSTRIALI MECCANICI (ING-IND/17)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
9
Anno di corso: 
1
Docenti: 
DE FELICE Fabio
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72

Obiettivi

Obiettivo del corso è quello di fornire ai discenti i principali strumenti per la pianificazione, la gestione ed il controllo dei processi produttivi e logistici.
In tale ottica il corso tratta tematiche inerenti gli strumenti e metodi per la gestione della qualità: gli strumenti manageriali; gli strumenti statistici; principi di controllo statistico avanzato per i processi.

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Conoscenze di base per la gestione dei processi produttivi
Conoscenze approfondite sulle strategie e politiche della qualità
Conoscenza degli strumenti di controllo statistico di processo
Conoscenza dei criteri generali di gestione delle scorte e di gestione dei materiali
Conoscenze di base della certificazione di prodotto e di sistema

Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding)
Capacità di integrare le conoscenze in ambito della produzione e della qualità
Capacità di utilizzare tools e software gestionali
Capacità di applicare e metodi e criteri di pianificazione e programmazione della produzione industriale

Autonomia di giudizio (making judgements)
Capacità di approfondimento delle nozioni acquisite, in funzione delle specifiche necessità e problematiche
Capacità di elaborare criticamente dati e risultati
Capacità di problem solving nell’applicazione a casi reali delle nozioni acquisite

Abilità comunicative (communication skills)
Capacità di interazione e cooperazione nei gruppi di lavoro
Capacità di relazionare su un progetto ed esporre i risultati
Capacità di comunicare efficacemente in forma orale

Capacità di apprendere (learning skills)
Capacità di elaborare, schematizzare, riassumere i contenuti acquisiti.
Capacità di applicare le conoscenze acquisite a contesti differenti da quelli presentati durante il corso
Capacità di approfondire gli argomenti trattati usando materiali diversi da quelli proposti

Prerequisiti

I discenti dovranno avere acquisito e assimilato le seguenti conoscenze fornite dai corsi di “Analisi matematica I”, “Analisi matematica II” e “Probabilità e statistica”: Risoluzione di derivate ed integrali; Conoscenza delle distribuzioni di probabilità.

Contenuti

PARTE 1 – LE OPERATIONS COME VARIABILI COMPETITIVE (1 CFU)
1) Evoluzione dei sistemi di produzione. Dalla fabbrica tradizionale alla fabbrica digitale, evoluta ed integrata: Lean Production (JIT – Just in Time, TQM e TCI; WCM. I nuovi modelli di produzione e la digitalizzazione dei processi. (4 ore - 0,5 CFU).
2) Strategie di produzione. Definizioni. La strategia d’impresa. La catena operativa del valore. I fattori critici di successo del mercato ed i nuovi parametri produttivi. L’evoluzione dei sistemi: dai sistemi a spinta (push) ai sistemi a trazione (pull). Il sistema Kanban: regole e requisiti (4 ore - 0,5 CFU).
PARTE 2 – LA QUALITA’ TOTALE (4 CFU)
1) Obiettivi della funzione qualità. Evoluzione del concetto di qualità. Il miglioramento a piccoli passi ed il coinvolgimento dell’operatore. Le strategie e le politiche della qualità. Cenni sul Total Continuous Improvement (TCI) (4 ore - 0,5 CFU).
2) Strumenti e Tecniche del TQM. Filosofia del TQM. Il metodo PDCA. Il problem solving (4 ore - 0,5 CFU).
3) Sette strumenti della qualità. Fogli raccolta dati. Istogramma. Il Diagramma causa-effetto. Il Diagramma di Pareto. L’analisi per stratificazione. Il Diagramma di correlazione. La carta di controllo per attributi e variabili (12 ore - 1,5 CFU).
4) Funzionalità di processo. Il controllo statistico di processo – SPC. Indici di capacità di processo: Cp e Cpk (4 ore - 0,5 CFU).
5) Certificazione di prodotto e di sistema: L’approccio sistemico ed il sistema di gestione per la Qualità. Le norme ISO 9001 ed il Sistema di Gestione della Qualità: la nascita della normativa; il processo di revisione; il manuale della qualità. L’iter di certificazione e gli enti di certificazione: Enti ed organismi nazionali ed europei della qualità (4 ore - 0,5 CFU).
6) Qualità totale ed il team di lavoro. Leadership. comunicazione e motivazione: da Maslow a Herzberg. Condividere gli obiettivi e valutare le prestazioni (4 ore - 0,5 CFU).
PARTE 3 – I METODI DI PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE (4 CFU)
1) Qualità e Logistica: Introduzione al concetto di logistica. Il ruolo della logistica nell’organizzazione aziendale. La logistica come visione integrata e flessibile del processo aziendale (4 ore - 0,5 CFU).
2) Sistemi di gestione e di stoccaggio dei materiali. Classificazione delle scorte. Indicatori di gestione dei materiali. L’immagazzinamento e lo stoccaggio delle merci: Indici caratteristici di un magazzino. Dimensionamento di un magazzino industriale (4 ore - 0,5 CFU).
3) Gestione dei materiali a domanda dipendente (gestione a fabbisogno). Le politiche di gestione delle scorte dei materiali a fabbisogno. Criteri di ordinazione a quantità calcolata: Costo minimo unitario e bilanciamento dei costi. Dimensionamento dei lotti. Stati degli ordini e dei fabbisogni. Il Material Requirements Planning (MRP) (8 ore – 1 CFU).
4) Gestione dei materiali a domanda indipendente (gestione a scorta). Analisi ABC dei materiali. Classificazione dei sistemi di gestione a scorta (ROL – ReOrder Level). I sistemi di controllo periodico (ROC – ReOrde Cycle). Vantaggi e svantaggi dei sistemi ROL e ROC. Lotto economico di ordinazione: definizione e determinazione del lotto di ordinazione EOQ (Economic Order Quantity) e di produzione EMQ (Economic Manufacture Quantity) (8 ore – 1 CFU).
5) Lotto Economico e scorta di sicurezza. Modello base del lotto economico. Sviluppo del modello base. Metodi per determinare la scorta di sicurezza. Definizione del livello di servizio. Effetto della dimensione dell’ordine Q sul livello di servizio. Effetto della dimensione del lead time sul livello d servizio (8 ore – 1 CFU).

Metodi didattici

L’attività didattica del corso è organizzata in lezioni frontali, lavoro individuale e di gruppo ed esercitazioni.

Verifica dell'apprendimento

L’esame è diviso in 2 prove che hanno luogo nello stesso giorno:
1) una prova scritta (3 quesiti di tipo numerico ed applicativo) su tutti gli argomenti trattati nel corso. La prova ha lo scopo di valutare lo studio della materia e la comprensione degli argomenti di base e ha carattere di selezione. Per superare la prova ed essere ammessi alla successiva è necessario risolvere correttamente almeno 2 quesiti. Il tempo previsto per la prova è di 1,5 ore. Non è consentito consultare testi o utilizzare PC e smartphone,
2) una prova orale nella quale sarà valutata la capacità di collegare e confrontare aspetti diversi trattati durante il corso e saranno discussi gli eventuali errori commessi nella prova scritta. Il voto finale dipende dalla prova orale, a prescindere dal risultato della prova scritta.

Testi

Dispense a cura del docente.
F. De Felice, D. Falcone, A. Petrillo. World class manufacturing: origine, sviluppo e strumenti. McGraw Hill.

Altri testi di riferimento
A. Galgano. I sette strumenti della qualità. Ed. Il Sole 24 ore
A. De Toni, R. Panizzolo. Sistemi di gestione della produzione. E. ISEDI
A.V. Feigenbaum. Total Quality Control. Ed. MacGraw Hill
D. Montgomery. Introduction to statistical quality control. Ed.WileyDispense a cura del docente.

Altre informazioni