Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2019/2020
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Tipo di attività: 
Opzionale
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in INGEGNERIA GESTIONALE
Settore disciplinare: 
IMPIANTI INDUSTRIALI MECCANICI (ING-IND/17)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Anno di corso: 
1
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Obiettivo del corso è quello di fornire i criteri generali, gli strumenti e le metodologie per la gestione e la valutazione dei rischi industriali. In tale ottica il corso si propone di approfondire le conoscenze sugli aspetti gestionali di base ed applicativi legati all’identificazione delle condizioni di sicurezza degli impianti industriali, dei luoghi di lavoro.

Risultati di apprendimento (declinati rispetto ai descrittori di Dublino).

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Conoscenze approfondite sui rischi industriali Conoscenza del sistema istituzionale della prevenzione
Conoscenza dei criteri generali di valutazione dei rischi
Conoscenze delle disposizioni legislative in material di sicurezza sul lavoro.
Conoscenza di tecniche e strumenti per l’analisi dei rischi industriali

Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding)
Capacità di integrare le conoscenze in ambito di sicurezza industriale
Capacità di utilizzare tools e software gestionali
Capacità di applicare e metodi e criteri di gestione e valutazione dei rischi industriali

Autonomia di giudizio (making judgements)
Capacità di identificare possibili e potenziali connessioni tra i vari aspetti di un argomento e/o di un problema
Capacità di elaborare criticamente dati e risultati
Capacità di problem solving e di decision making

Abilità comunicative (communication skills)
Capacità di interazione e cooperazione nei gruppi di lavoro
Capacità di lavorare in gruppo
Capacità di relazionare su un progetto ed esporre i risultati
Capacità di comunicare efficacemente in forma orale

Capacità di apprendere (learning skills)
Abilità di ricerca degli strumenti e delle opportunità di accesso alle conoscenze
Capacità di elaborare, schematizzare, riassumere i contenuti acquisiti.

Prerequisiti

Contenuti

Parte I - La Prevenzione nei luoghi di lavoro (8 ore – 1 CFU)
L’approccio alla prevenzione nel D.Lgs. 81/2008. I soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D.Lgs. 81/2008. L’evoluzione legislativa sulla salute e sicurezza sul lavoro. Lo Statuto dei lavoratori e la normativa sull'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali. La legislazione relativa a particolari categorie di lavoro. Le principali norme tecniche UNI, CEI, accenni sulle attività di normalizzazione nazionali ed europee. Capo Il del Titolo I del d.lgs. n. 81/2008. Il sistema di vigilanza e assistenza: Organismi paritetici e Accordi di categoria. Azienda Sanitaria, Direzione Territoriale del Lavoro, Vigili del Fuoco, INAIL, ARPA. La sorveglianza sanitaria. Costi e pianificazione della sicurezza.
Parte II - La valutazione dei rischi (16 ore – 2 CFU)
Concetti di pericolo, rischio, danno, prevenzione e protezione. Principio di precauzione: attenzione alle lavoratrici in stato di gravidanza, alle differenze di genere, all'età, alla provenienza da altri Paesi e quelli connessi alla specifica tipologia contrattuale attraverso cui viene resa la prestazione di lavoro. Analisi degli infortuni. Analisi delle malattie professionali. Valutazione dei rischi: metodologie e criteri per la valutazione dei rischi. Fasi e attività del processo valutativo. La classificazione dei rischi specifici in relazione alla relativa normativa di salute e sicurezza. La segnaletica di sicurezza. I dispositivi di protezione individuale: criteri di scelta e di utilizzo. Tecniche specifiche di valutazione dei rischi e analisi degli incidenti/guasti: Failure Mode, Effects, and Criticality Analysis (FMECA), HAZard and OPerability analysis (HAZOP), ecc; Manutenzione impianti e gestione fornitori.
Parte III - I Rischi nei luoghi di lavoro (16 ore – 2 CFU)
Rischi Specifici: Ambiente e luoghi di lavoro. Rischi infortunistici: Rischi di natura ergonomica. Agenti chimici, cancerogeni e mutageni, amianto. Agenti biologici. Rischi connessi ad attività particolari: Ambienti confinati e\o sospetti di inquinamento, attività su strada. Rischi connessi all'assunzione di sostanze stupefacenti, psicotrope ed alcol. Il documento di valutazione dei rischi e le procedure standardizzate.
Parte IV – L’informazione, formazione ed addestramento (8 ore – 1 CFU)
Il sistema delle relazioni e della comunicazione. Ruolo della comunicazione nelle diverse situazioni di lavoro. Individuazione dei punti di consenso e disaccordo per mediare le varie posizioni. Cenni ai metodi, tecniche e strumenti della comunicazione. Negoziazione e gestione delle relazioni sindacali. Gestione delle attività tecnico amministrative.

Metodi didattici

Lezione frontale, Esercitazioni, Seminari, Discussione di casi, Lavori di gruppo.

Verifica dell'apprendimento

L’esame finale consiste in una prova scritta ed orale ed è volto ad accertare l’acquisizione delle conoscenze e delle abilità acquisite durante il corso.
La prova scritta consiste in domande a risposta chiusa o aperta che riguardano argomenti svolti a lezione o durante le esercitazioni e presenti nelle dispense fornite agli studenti.
Durante l'esame orale, che potrà durare dai 20 ai 40 minuti, si valuterà il livello di conoscenze teoriche acquisite durante il corso e la capacità di applicarle in diversi contesti dell’ingegneria civile. Infine, verrà tenuto in considerazione il livello delle abilità comunicative e la chiarezza espositiva.
Ai fini della valutazione si tiene anche conto dell’attività di esercitazione a gruppi svolta nel corso del semestre, con particolare enfasi alla capacità critica con la quale gli studenti hanno affrontato la tematica proposta.

Testi

Dispense a cura del docente.
Altri testi di riferimento
Il Testo Unico per la sicurezza. D.Lgs. 9 aprile 2008, n.81 e successive modifiche ed integrazioni. DEI editore.
D’Apote Michele. Oleotti Alberto (2017). Manuale per l'applicazione del D.Lgs. 81/2008. EPC Editore.

Altre informazioni

Mutuazioni