Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2019/2020
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in SCIENZE DELL'AMMINISTRAZIONE E DELL'ORGANIZZAZIONE
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
STORIA DELLE DOTTRINE POLITICHE (SPS/02)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Anno di corso: 
3
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Offrire un’antologia di saggi, che coniuga l’“interesse pedagogico-formativo connesso a quello politico”.

Prerequisiti

Conoscenza del rapporto politico nelle sue metamorfosi: individuo-stato, autorità-libertà, morale-azione, giustizia-violenza.

Contenuti

Una domanda, ancora estremamente attuale, sorge spontanea: “come possiamo restituire alla scienza, ormai staccatasi dal complesso della educazione formativa e fattasi indipendente, la sua forza educatrice, o come possiamo sapientemente inserirla nell'insieme dell’educazione giovanile, senza comprometterla nella sua intima essenza?”
Un interrogativo – posto da Julius Stenzel, con l’interpretazione di Platone, già nel 1928 – che non può prescindere dall’“interesse pedagogico-formativo connesso a quello politico”, se legge l’“educazione giovanile”.
Un tema di ricerca di Storia delle dottrine politiche che si sofferma sulla “storia dell’educazione” intesa – secondo Franco Cambi – come «un contenitore di molte storie, dialetticamente interconnesse e interagenti, accomunate dall’oggetto complesso “educazione”, se pure messo sotto lenti diverse e differenziato nella sua fenomenologia», offrendo un metodo di ricerca chiaramente ispirato da Rodolfo De Mattei, un “instancabile indagatore del rapporto politico in tutte le sue metamorfosi: individuo-stato, autorità-libertà, morale-azione, giustizia-violenza”.

Metodi didattici

In luogo dei “metodi (le lenti, per così dire)” – evidenziati da Franco Cambi – che «hanno caratteri preliminarmente differenziati, in modo da dare a ogni ambito d’indagine la sua autonomia/specificità, da riconoscerlo come un “territorio” dell’indagine storica», ci si avvarrà del “metodo” di Rodolfo De Mattei, “molto aperto, diffidando sempre di canoni e gerarchie, di ordini prestabiliti e classifiche”.

Verifica dell'apprendimento

Secondo le scelte rese necessarie dall’emergenza covidica.

Testi

Platone
Leone Melillo, Considerazioni sulla pace secondo Platone e la sua interpretazione, in Storia e Politica, IX, 3, 2017;
Jean Bodin
Leone Melillo, Jean Bodin: dalla tolleranza alla libertà religiosa, in Stato, Chiese e pluralismo confessionale, 35, 2017;
Leone Melillo, La libertà religiosa nel pensiero di Jean Bodin, in La libertà religiosa, Soveria Mannelli, 2002, II;
Leone Melillo, La libertà religiosa del Colloquium Heptaplomeres di Jean Bodin, in Res Publica, 16, 2016 (ma 2017);
Carlo Pisacane
Leone Melillo, Carlo Pisacane: rivoluzionario senza rivoluzione, in Incontri mediterranei, XIV, 1-2, 2013;
Leone Melillo, Carlo Pisacane, rivoluzionario senza rivoluzione, in Tempo presente, 442-444, 2017;
Leone Melillo, Religione, irreligione ed ateismo in Carlo Pisacane. Per una valutazione del pensiero politico liberale, in Studium, 100, 3, 2004;
Leone Melillo, Religione, irreligione ed ateismo in Carlo Pisacane, in Religione e Rivoluzione nel Mezzogiorno preunitario: Carlo Pisacane, a cura di M. Tedeschi, Cosenza, 2007 (saggi di Mario Tedeschi, Gaetano Catalano, Generoso Melillo, Leone Melillo, Saverio Di Bella, Leonardo La Puma, Luciano Russi);
Leone Melillo, Carlo Pisacane tra religione, irreligione e ateismo, in Il Tetto, LIV, 320-321, 2017;
Leone Melillo, Carlo Pisacane e la “lettura critica della religione”. Per una valutazione del pensiero politico liberale, in Nuova Antologia, 152, 618, 2284, 2017;
Leone Melillo, La stampa nazionalistica e Carlo Pisacane, in L'Acropoli, XVIII, 5-6, 2017;
Leone Melillo, Il comunalismo di Carlo Pisacane, in Un’altra democrazia? La democrazia diretta e le sue declinazioni, prefazione di C. Palazzolo, Pisa, 2021;
Giovanni Passannante
Leone Melillo, Giovanni Passannante e la “Repubblica Universale”, in L'Acropoli, XVIII, 5-6, 2017;
Vittorio Emanuele Orlando
Leone Melillo, L’influenza di Herbert Spencer nel pensiero politico di Vittorio Emanuele Orlando, in Iura & Legal Systems, 5, 2018;
Leone Melillo, Herbert Spencer e Vittorio Emanuele Orlando, in Il Pozzo. Idee di Storia delle istituzioni e delle dottrine politiche, 1, 2020;
Leone Melillo, Vittorio Emanuele Orlando e la coscienza del popolo, in Narrare le migrazioni tra diritto, politica, economia, a cura di S. Mazzone, Gruppo Editoriale Bonanno s.r.l., Acireale-Roma, 2018;
Leone Melillo, Considerazioni sulla rappresentanza politica secondo Vittorio Emanuele Orlando, in Diritti fondamentali, 2, 2017;
Leone Melillo, La rappresentanza politica secondo Vittorio Emanuele Orlando, in corso di pubblicazione;
Leone Melillo, Rechtsstaat e governo parlamentare, secondo Vittorio Emanuele Orlando, in Letteratura & Società, 64, 1, 2020;
Leone Melillo, Vittorio Emanuele Orlando e la “questione romana”, in Stato, Chiese e pluralismo confessionale, 6, 2018;
Leone Melillo, L’antiveggente Vittorio Emanuele Orlando e la tormentata “questione romana”, in Giornale di storia costituzionale/Journal of constitutional history, 35, 1, 2018;
Piero Gobetti
Leone Melillo, L' “eretico” Piero Gobetti e le tre “dimensioni” della storia del Risorgimento, in Stato, Chiese e pluralismo confessionale, 39, 2017;
Leone Melillo, Un “problema di libertà” che tratteggia Piero Gobetti, “uomo morale”, in Rivista di Studi Politici, XXIX, 4, 2017;
Leone Melillo, Piero Gobetti, «uomo morale», in Il Tetto, LIV, 322, 2017;

Altre informazioni