Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2019/2020
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONSULENZA AZIENDALE
Settore disciplinare: 
ORGANIZZAZIONE AZIENDALE (SECS-P/10)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
9
Anno di corso: 
1
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72

Obiettivi

Nel corso si approfondiscono gli aspetti collegati alle le teorie, alla pratica e all’analisi organizzativa. Il corso intende sviluppare conoscenze e capacità di comprensione legate ai temi dell’analisi e della progettazione organizzativa con particolare riferimento alle relazioni inter organizzative. Alla fine del corso gli studenti dovranno essere in grado di analizzare un network di attori/imprese, evidenziandone le caratteristiche principali. Dovranno, inoltre, avere conoscenze in merito ai principi di progettazione di relazioni inter-organizzative.
Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire i concetti di base riguardanti l’analisi e la progettazione organizzativa. Inoltre, sviluppare conoscenza e capacità di comprensione delle tematiche di progettazione organizzativa di relazioni inter-organizzative
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Il corso consente di apprendere, inoltre, l’uso di strumenti teorici e operativi di intervento manageriale utili per interpretare in maniera autonoma documenti, organigrammi, report utilizzati nelle organizzazioni.
Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà dimostrare di aver sviluppato una capacità critica per l’analisi delle problematiche organizzative e per l’elaborazione di soluzioni di analisi organizzativa, rispetto a specifiche situazioni “critiche”, esemplificative dei problemi di progettazione organizzativa di relazioni inter-organizzative.
Abilità comunicative: Lo studente avrà, inoltre, la possibilità di sperimentare le proprie capacità di comunicazione delle analisi effettuate e delle soluzioni elaborate.
Capacità di apprendimento: Al termine del corso lo studente avrà sviluppato capacità di analisi dei fenomeni intra organizzativi e inter organizzativi.

Prerequisiti

Conoscenze di base relative a principi di analisi organizzativa (concetti di base su divisione del lavoro e coordinamento; terminologia specialistica).

Contenuti

Principi di analisi e progettazione organizzativa. Che cos’è un’organizzazione. L’evoluzione della progettazione organizzativa. La struttura organizzativa. Alternative di progettazione organizzativa. L’ambiente dell’organizzazione. Progettare la struttura per adattarsi alla strategia globale. Progettazione organizzativa per l’ambiente internazionale. Le relazioni inter-organizzative: approcci teorici a confronto.
Il network: il problema dei confini organizzativi. L`analisi delle forme del network tra mercato e gerarchia. Le quasi gerarchie, i quasi mercati. Il network nella posizione superiore al mercato e alla gerarchia. Analisi dei modelli di assetto del network. Analisi dei meccanismi istituzionali di coordinamento. Le relazioni e reti: all’origine dei concetti, le reti tra imprese: tipologie e modelli di classificazione La social network analysis Istituzioni e regolazione istituzionale. La collaborazione inter-organizzativa.

Metodi didattici

Lezioni in presenza (72 ore) finalizzate al miglioramento delle conoscenze e capacità di comprensione degli studenti mediante l’esposizione di teorie, modelli concettuali e strumenti manageriali;
Inoltre è prevista la partecipazione attiva degli studenti attraverso:
- gruppi di lavoro e case study: gli studenti, divisi in gruppi, affrontano un caso aziendale, in cui sono illustrate alcune situazioni “critiche” esemplificative delle tematiche oggetto del corso; gli studenti in gruppo elaborano, simulando un intervento manageriale, una presentazione nella quale espongono le analisi effettuate e le soluzioni proposte;
-presentazioni e esposizione in aula: funzionali allo sviluppo di abilità comunicative;
- esercitazioni in aula informatica per utilizzo software di network analysis;
-studio individuale: funzionale allo sviluppo di autonome capacità di apprendimento.

Verifica dell'apprendimento

Durante il corso l’apprendimento sarà verificato attraverso l’uso di test e la discussione di casi aziendali. A fine corso l’apprendimento sarà verificato attraverso lo svolgimento di una prova scritta. La prova di esame consiste in domande a risposta multipla e in domande aperte relative ai contenuti del libro di testo e/o a un breve caso aziendale che sarà consegnato dal docente in sede di esame. Per gli studenti che seguono il corso con regolarità è prevista una prova intermedia (33% dell’esame completo). Per gli studenti che hanno seguito il corso le domande aperte potranno essere relative anche ai casi aziendali discussi e/o al project work elaborato durante il corso. In entrambi i casi, per chi supererà lo scritto con una votazione maggiore o uguale a 26/30 l’esame scritto potrà essere integrato da una prova orale. I candidati dovranno dimostrare il possesso di adeguate conoscenze e capacità di comprensione delle problematiche esposte applicando in maniera pertinente le teorie, i modelli concettuali di analisi e progettazione organizzativa oggetto del programma; dovranno dimostrare, inoltre, capacità di elaborazione e comunicazione di soluzioni coerenti con le problematiche organizzative rilevate.

Testi

R.L. Daft, Organizzazione aziendale (6a ed.), Apogeo, Bologna, 2016 (capp. 1, 2, 3, 4, 5, 7)

+

1)Martinez M. (2000), Il Network, cap.6 in Mercurio R., Testa F., (2000) Organizzazione assetto e relazioni nel sistema di business, Giappichelli.

2)Soda G. (1998), Relazioni e reti all’origine dei concetti, cap. 2 in Soda G. (1998) Reti tra imprese, Carocci editore.

3)Soda G. (1998), I concetti e le variabili di analisi delle reti, cap. 3 in Soda G. (1998) Reti tra imprese, Carocci editore.

4)Moschera L., Antonelli G. (2006), Regolazione istituzionale e strategie dei singoli attori per la competitività di un cluster in Mercurio R. (2006), Organizzazione, regolazione e competitività, Mc Graw – Hill.

5)Perrone V. (2001), La collaborazione inter organizzativa in un distretto turistico: la rete dell’ospitalità, in Salvemini S., Soda G. (2001), Artwork e Network, Egea.

Altre informazioni