Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2019/2020
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Crediti: 
3
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
24

Obiettivi

Scopo del corso è quello di fornire gli strumenti adeguati per comprendere il funzionamento del mercato e il ruolo dell’intervento pubblico nell’economia.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE: Dopo l’acquisizione dei concetti di base relativi al comportamento dei singoli operatori economici (consumatori ed imprese), lo studente studia le principali variabili macroeconomiche per comprendere le interrelazioni che legano le stesse nei vari mercati, in particolare dei fattori, dei beni e servizi, della moneta e dei capitali. Lo scopo è di comprendere i meccanismi e gli obiettivi che guidano l’intervento pubblico nell’economia, con particolare attenzione ai contesti monetari e finanziari.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE: lo studente deve dimostrare di saper applicare le conoscenze teoriche acquisite alla realtà che lo circonda ed in particolare al contesto italiano e quello europeo. In particolare, scopo del corso è l’acquisizione delle conoscenze che consentano loro di comprendere i cambiamenti degli scenari macroeconomici a fine di individuare le strategie da seguire per operare nei mercati finanziari.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO: lo studente deve aver sviluppato un approccio critico alla materia che gli permetta, in seguito, di approfondire anche in maniera autonoma le proprie conoscenze. A tal fine sono previste attività di raccolta e lettura di dati economico-finanziari con finalità interpretative.

ABILITÀ COMUNICATIVE: Allo studente viene richiesta l’acquisizione di un vocabolario tecnico relativo agli ambiti tematiche economico-finanziarie e la capacità di sintetizzare in forma scritta i principali concetti oggetto della materia. Si richiede quindi proprietà di linguaggio e capacità di sintesi necessarie per presentare in pubblico le proprie analisi e i risultati conseguiti nelle attività di raccolta ed elaborazione dei dati riferiti ai contesti dei mercati economico-finanziari. Dimostrazione delle abilità comunicative, in termini di chiarezza ed esaustività nelle risposte e l’uso appropriato di strumenti di analisi, è richiesta anche in fase di valutazione dell’apprendimento.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO: lo studente deve acquisire gli strumenti basilari della macroeconomia e della politica economica e dimostrare di aver raggiunto un buon livello di apprendimento che gli permetta di applicare le conoscenze acquisite all’analisi di casi concreti, di sostenere esami successivi al proprio corso di studi e di intraprendere proficuamente percorsi di studi successivi.

Prerequisiti

Ai fini di una buona preparazione dell’esame di politica economica, il corso richiede che i discenti abbiano appreso i contenuti base di Matematica.

Contenuti

Il modulo si concentra sull'analisi microeconomica ed è rivolto all’acquisizione dei concetti di base relativi al comportamento dei singoli operatori economici (consumatori ed imprese), in funzione del successivo studio delle variabili macroeconomiche e delle politiche economiche. Lo scopo è di comprendere i meccanismi del mercato e gli obiettivi che guidano l’intervento pubblico nell’economia.

Metodi didattici

Il corso sarà articolato in lezioni frontali.

Verifica dell'apprendimento

La verifica dell'apprendimento sarà effettuata mediante una prova scritta e un colloquio orale sugli argomenti del programma (sia del Modulo 1 che del Modulo 2).
La prova scritta è composta da domande aperte (tre domande per il Modulo 1 e una domanda per il Modulo 2) sugli argomenti del programma e in parte da esercizi numerici e applicativi (un esercizio per ciascun Modulo) sui temi discussi a lezione e nelle esercitazioni. La prova scritta si compone, per tanto, di sei domande; ad ogni domanda sono allocati un massimo di 5 punti-voto, per un totale complessivo di 30. Nel rispondere alle domande e agli esercizi numerici gli studenti dovranno dar prova di saper esporre sia i concetti fondamentali appresi durante il loro studio, sia di saper applicare e esporre – qualora richiesto dalla domanda o ritenuto utile per il contenuto della risposta – i modelli formalizzati trattati nelle lezioni e nei testi suggeriti per la preparazione.
Il tempo assegnato per il completamento della prova è di 1 ora e 30 minuti. Non è ammesso durante la prova l’uso di appunti o testi pertinenti alla preparazione, né di supporti informatici (quali ad esempio smartphone, tablet, pc, ecc.).
Sono ammessi alla prova orale gli studenti che abbiano conseguito, all’esame scritto, almeno 18 punti-voto su 30. La lode può essere assegnata se lo studente mostra di essere in grado, nelle risposte, di approfondire le tematiche trattate anche al di là di quanto esposto nei testi di riferimento e nei materiali presentati a lezione.
Il colloquio orale è svolto al fine di valutare meglio la preparazione dello studente (su entrambi i moduli 1 e 2).
La votazione assegnata al colloquio orale viene espressa in trentesimi e fa media con quella della prova scritta (con eguale ponderazione) ai fini della votazione finale.

Testi

Economia, Begg D., Fischer S., Vernasca G., Dornbusch R., McGraw-Hill Education, Milano (2018). Capitoli da 1 a 7.

Altre informazioni