Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2018/2019
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE PER LA MITIGAZIONE DEI RISCHI
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
GEOTECNICA (ICAR/07)
Crediti: 
9
Anno di corso: 
3
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72

Obiettivi

Le finalità del Corso sono quelle di introdurre gli studenti alle conoscenze di base della Meccanica delle Terre, a partire dalla descrizione delle proprietà fisiche dei terreni, passando per l’introduzione del Principio delle tensioni efficaci per i terreni saturi, lo studio dell’interazione con la fase fluida in condizioni idrostatiche, di moto permanente o transitorio (consolidazione), la caratterizzazione sperimentale in laboratorio in percorsi di compressione e di taglio, la definizione dei criteri di resistenza, l’applicazione in semplici problemi di collasso, utilizzando i concetti di base di Analisi limite e Equilibrio limite. Il corso è propedeutico ai corsi applicativi del SSD ICAR/07 previsti nelle lauree magistrali. Risultati di apprendimento
CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE: Tra i risultati di apprendimento del corso vi sono le seguenti conoscenze teoriche:-conoscenze di base sulle proprietà fisiche dei terreni; comprensione dell’interazione tra fase solida e fase fluida in problemi geotecnici in terreni saturi; comprensione delle condizioni drenate e non drenate; comprensione dei moti di filtrazione in regime stazionario e vario; conoscenza delle principali tecniche sperimentali di laboratorio; comprensione della compressibilità, deformabilità e resistenza a rottura dei terreni; conoscenza delle principali tecniche di indagine in sito; comprensione dell’applicazione dei concetti di plasticità allo studio di problemi di collasso.
CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE: Tra i risultati di apprendimento del corso vi sono le seguenti conoscenze applicative: capacità di elaborare i risultati delle prove di laboratorio; capacità di caratterizzare il comportamento meccanico di terreni saturi; capacità di interpretare i risultati delle più comuni prove in sito.
AUTONOMIA DI GIUDIZIO: Tra i risultati di apprendimento del corso vi è la capacità di analisi autonoma delle seguenti problematiche: riconoscere le peculiarità del comportamento dei vari terreni; individuare i limiti teorici e i campi applicativi delle teorie studiate; riflettere sulle ricadute delle conoscenze maturate sull’analisi di problematiche tecniche che coinvolgono i terreni, riconoscendo il ruolo dell’ingegnere civile in tale ambito, in un rapporto eticamente corretto con gli altri colleghi e con gli specialisti di altra formazione; capacità di identificare possibili e potenziali connessioni tra i vari aspetti di un argomento e/o di un problema;- capacità di comprendere come le tematiche trattate possano avere ricadute sociali e ambientali e temi di etica della professione, ambientali, sociali.
ABILITÀ COMUNICATIVE: Tra i risultati di apprendimento del corso vi è la capacità di veicolare ai propri interlocutori le problematiche inerenti la meccanica delle terre. In particolare, lo studente viene messo in grado di esporre in modo sintetico e, allo stesso tempo, chiaro le diverse tematiche sviluppate nel corso, definendo obiettivi, attività, strumenti
CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO: Tra i risultati di apprendimento del corso vi è la capacità da parte dello studente di individuare possibilità di sviluppo ulteriore di conoscenze, abilità e competenze.

Prerequisiti

Sono necessarie le conoscenze e le competenze acquisite negli insegnamenti precedenti di:-Idraulica, Analisi e delle conoscenze di base della meccanica dei solidi (Tensioni, deformazioni, legami costitutivi, criteri di resistenza)

Contenuti

Proprietà fisiche (intrinseche e di stato) dei terreni: granulometria; plasticità; porosità; peso dell’unità di volume; consistenza; densità relativa. (4 ore di lezione e 4 di esercitazione). Applicazione della Meccanica del continuo ai terreni. Principio delle tensioni efficaci. (4 ore di lezione). Acqua in quiete nei terreni. Moti di filtrazione: legge di Darcy; permeabilità; equazione di Laplace; condizioni al contorno; tecniche di soluzione. (6 ore di lezione e 4 di esercitazione). Condizioni drenate e non drenate: formula di Skempton. Prelievo di campioni indisturbati. (4 ore di lezione). Compressibilità dei terreni in condizioni unidirezionali: prova edometrica; decorso dei cedimenti nel tempo (consolidazione unidirezionale); retta vergine; tensione di preconsolidazione; compressibilità. (10 ore di lezione e 4 di esercitazione). Prova di taglio diretto: apparecchiatura, tecnica sperimentale, criteri di resistenza; resistenza di picco, a volume costante e residua. (4 ore di lezione + 2 di esecitazione). Prove triassiali: apparecchiature, tecniche sperimentali; influenza delle condizioni di drenaggio; interpretazione dei risultati delle prove; criteri di resistenza (Mohr-Coulomb e Tresca); deformabilità dei terreni. Inquadramento dei risultati delle prove triassiali nella Meccanica dei terreni allo Stato Critico. (10 ore di lezione e 4 di esercitazione) Indagini in sito: sondaggi; piezometri; prove penetrometriche; prova scissometrica; prova pressiometrica, prova dilatometrica. (4 ore di lezione). Elementi di plasticità: teoremi dell’Analisi limite e applicazioni; Metodi dell’equilibrio limite (6 ore di lezione + 2 di esercitazione)

Metodi didattici

Didattica frontale

Verifica dell'apprendimento

L'esame si svolge per via orale e prevede, dopo una preliminare risoluzione di alcuni esercizi numerici, la discussione sugli aspetti teorici e di calcolo trattati durante il corso di insegnamento. Lo studente deve dimostrare la piena padronanza degli strumenti utilizzati per la risoluzione degli esercizi svolti e deve inoltre dimostrare di aver compreso gli aspetti formali, teorici e pratici del corso.

Testi

R. Lancellotta: Geotecnica - Zanichelli.
J. Atkinson: Geotecnica - Meccanica delle terre e fondazioni. McGraw Hill Italia .
R. Berardi: Fondamenti di geotecnica. Cittàstudi edizioni.
A. Pellegrino e S. Aversa: Principi di Geotecnica e Indagini in sito. Manuale dell’Ingegnere Civile e Ambientale. Zanichelli
A. Burghignoli: Meccanica delle Terre. Hevelius Ediitore

Altre informazioni