Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2018/2019
Partizione: 
Matricole dispari
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in SCIENZE MOTORIE
Settore disciplinare: 
DIRITTO PRIVATO (IUS/01)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
3
Ciclo: 
Primo Semestre

Obiettivi

Il corso mira a fornire la conoscenza degli istituti giuridici fondamentali del nostro ordinamento, consentendo di acquisire competenza in ordine alla comprensione e interpretazione delle norme che disciplinano i principali istituti privatistici. Al termine dell’attività formativa, lo studente dovrebbe avere acquisito conoscenze e competenze relative ai principali temi e alle più importanti questioni del diritto privato.

Prerequisiti

Non sono previsti insegnamenti propedeutici al corso.

Contenuti

Il corso ha per oggetto l'individuazione delle linee fondamentali del diritto privato, e l’apprendimento delle principali nozioni sui suoi istituti. La prima parte del corso concerne: le fonti del diritto; l’interpretazione dei testi normativi; i diritti soggettivi; le persone fisiche; i diritti della personalità; gli enti. La seconda parte del corso concerne: beni, diritti reali e possesso.
La terza parte del corso ha ad oggetto: il rapporto obbligatorio; il contratto in generale; la compravendita; le fonti non contrattuali delle obbligazioni, la responsabilità civile e la tutela del consumatore. La quarta parte del corso verte su L'ultima parte riguarda le successioni a causa di morte in generale e gli atti di liberalità tra vivi.

Metodi didattici

Il corso si svolgerà in presenza o a distanza a seconda di come evolverà la situazione Covid- 19.
Le lezioni saranno in ogni caso incentrate, di volta in volta, sull’approfondimento di alcuni istituti e, nei limiti dettati dalla metodica consentita, sarà privilegiato il dialogo con la classe.

Verifica dell'apprendimento

Gli esami si svolgeranno in presenza o a distanza a seconda di come evolverà la situazione Covid-19.
Potrebbe essere prevista, una prova scritta, consistente in un test composto da domande a risposta multipla. L'esito della predetta prova contribuirà alla valutazione finale, che si svolgerà in forma orale.
La valutazione sommativa finale, con voto in trentesimi, consegue a una prova orale che prevede minimo tre domande, con riferimento ai testi consigliati e rispetto a tutte le parti indicate. La verifica finale mira a valutare se lo Studente abbia conoscenza e comprensione degli istituti affrontati nel corso delle lezioni, nonché la capacità di applicare tali conoscenze a elementari fattispecie concrete prospettate in sede di esame. La soglia di sufficienza (18/30) si considera raggiunta quando lo studente avrà mostrato conoscenza e comprensione degli istituti civilistici oggetto del corso e sia in grado di attuare le corrette interazioni tra le varie parti del programma. Se non raggiunge tale risultato l'esame sarà da considerarsi insufficiente. Il voto della prova orale viene comunicato immediatamente al termine della prova stessa.

Testi

- G. IUDICA P. ZATTI, Linguaggio e regole del diritto privato, Cedam. 2020.
- R. GIAMPETRAGLIA “Protestatio contra factum non valet”, Liguori, 2014.

Altre informazioni