Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2018/2019
Partizione: 
Cognomi M-Z
Insegnamento: 
Tipologia di insegnamento: 
Base
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in INGEGNERIA GESTIONALE
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
FISICA SPERIMENTALE (FIS/01)
Crediti: 
9
Anno di corso: 
1
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre

Obiettivi

Conoscenza e capacità di comprensione: Lo scopo del corso è costruire una comprensione concettuale delle tematiche affrontate mediante il metodo scientifico.
L'obiettivo formativo del corso di Fisica Generale I è dare una descrizione fenomenologica del mondo fisico e fornire esempi di modellizzazione dei fenomeni fisici finalizzati ad acquisire una mentalità sistemica, cercando, dove possibile, di applicare la conoscenza acquisita a semplici problemi di ambito ingegneristico. Per conseguire questi obiettivi è stato progettato un corso introduttivo di fisica basato sul calcolo, dove particolare enfasi è posta sulla metodologia per la risoluzione dei problemi tenendo conto del metodo sperimentale proprio delle scienze fisiche.
Il corso si propone di introdurre gli studenti al linguaggio e alla metodologia delle scienze fisiche in modo che acquisiscano una conoscenza di base della meccanica e termodinamica tale da permettere loro di risolvere problemi numerici e di comprendere le principali applicazioni.
Lo studente acquisirà conoscenze di base di Fisica Generale ed in particolare, conoscenza e capacità di comprensione di Meccanica classica, delle leggi di base e delle definizioni delle grandezze fisiche utilizzate nella meccanica e delle varie forme di energia meccanica.
Partendo dal modello di punto materiale e progressivamente arrivando a modelli più complessi, come il modello energetico, i sistemi di punti e il corpo rigido. Sarà in grado di risolvere semplici problemi di meccanica del punto materiale, dei sistemi di punti materiali e del corpo rigido.
Lo studente acquisirà, inoltre, conoscenza e capacità di comprensione dei concetti di base della Termodinamica come i principi zero, primo e secondo della Termodinamica. Sarà inoltre in grado di approcciare alle principali trasformazioni termodinamiche per i gas perfetti.
Conoscenza e capacità di comprensione applicate: Lo studente deve avere la capacità di applicare correttamente le conoscenze teoriche acquisite durante il corso. Lo studente dovrà essere in grado di procedere allo studio qualitativo e quantitativo dei processi fisici della meccanica classica e della termodinamica, di risolvere problemi di cinematica e dinamica classica per un punto materiale, sistemi di punti materiali e corpi rigidi. Lo studente dovrà essere inoltre in grado di risolvere semplici problemi di termodinamica.

Autonomia di giudizio: Lo studente deve essere in grado di approfondire autonomamente quanto imparato e quindi, deve sviluppare la capacità di valutare criticamente i problemi e proporre l’approccio più opportuno per la trattazione delle tematiche trattate durante il corso.

Abilità comunicative: Lo studente deve avere la capacità di esporre e comunicare le proprie conoscenze con un appropriato linguaggio scientifico. Inoltre lo studente deve dimostrare capacità logico-deduttive e di sintesi nell'esposizione.

Capacità di apprendere: Lo studente deve saper integrare le conoscenze da varie fonti al fine di conseguire una visione ampia delle problematiche connesse agli argomenti svolti e sviluppare le dovute connessioni tra esempi concreti e le conoscenze di fisica acquisite nel corso. Dovrà inoltre dimostrare di aver raggiunto una maturità tale da poter apprendere in futuro le applicazioni di fisica generale allo studio di problemi ingegneristici.

Prerequisiti

Prerequisiti per una adeguata comprensione degli argomenti di questo corso sono i concetti base di trigonometria, geometria analitica ed analisi matematica. Si richiede, in particolare, allo studente di essere in grado di risolvere semplici equazioni e la conoscenza dei concetti di derivata ed integrale

Contenuti

Grandezze fisiche. Sistemi e unità di misura; cenni di calcolo trigonometrico e vettoriale; funzioni e rappresentazione cartesiana; cenni di calcolo differenziale e integrale; derivata di vettore.
Cinematica del punto materiale; velocità e accelerazione; legge oraria di un punto materiale; moti uniformi e accelerati; moto balistico in due dimensioni
Principio di relatività; definizione di forza; riferimenti inerziali e principio di inerzia; quantità di moto, teorema dell'impulso; definizione di massa; secondo principio della dinamica definizione operativa di massa; equazioni del moto. impulso e quantità di moto; momento angolare e momento della forza; lavoro e unità di misura del lavoro; teorema dell'energia cinetica; forze conservative e conservazione dell'energia meccanica; forze non conservative; energia potenziale; equilibrio stabile, instabile e indifferente; potenza e sue unità di misura. forze vincolari; attrito; legge di Hooke, forze viscose, conservatività del campo gravitazionale, energia potenziale del campo gravitazionale;
terzo principio della dinamica; centro di massa; energia cinetica e teorema di Koenig; urti fra particelle in una e due dimesioni, urto completamente anelastico, urto elastico;
momento angolare e momento di inerzia; equazioni cardinali; moti rotatori e traslatori; rotolamento; teorema di Huyghens- Steiner o degli assi paralleli; definizione di asse principale di inerzia. fluidi, pressione, equilibrio statico di un fluido, legge di Pascal, principio di Archimede, portata, regime stazionario e Teorema di Bernoulli. Gas ideali. Leggi di Boyle, Volta-Gay Lussac, Avogadro. Concetto di mole. Equazione caratteristica dei gas ideali. Energia interna di un gas ideale. Relazione di Mayer fra i calori molari. Diagramma di Clapeyron. Transizioni di fase. MModello microscopico. Equipartizione dell’energia e calori specifici molari.
Trasformazioni isoterme, isocore, isobare, adiabatiche. Trasformazioni cicliche. Ciclo di Carnot. Rendimento di una macchina termica. Macchina frigorifera. Enunciati di Kelvin e di Clausius del Secondo Principio della Termodinamica. Equivalenza dei due enunciati. Teorema di Carnot. Temperatura termodinamica assoluta. Teorema di Clausius. Concetto di entropia. Principio dell’aumento dell’entropia dell’universo.

Metodi didattici

Approccio educativo: lezioni tradizionali e esercitazioni. Le lezioni frontali e le lezioni di esercitazione saranno caratterizzate da forte interattività
durante le quali è richiesta la partecipazione attiva
degli studenti.

Verifica dell'apprendimento

L’obiettivo della prova d’esame consiste nel verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati.
L’esame e' composto da un esame scritto (problems to be solved) e un esame orale. Il superamento della prova scritta da accesso alla prova orale. Il voto finale sara' determinato dalla prova orale

Testi

Mencuccini, Silvestrini Fisica Generale I (ed. Liguori)
Mazzoldi, Nigro, Voci Fisica Generale I (ed. EdiSes)

Altre informazioni

Ricevimento: martedì dalle 11:00 alle 13:00 e giovedì dalle 10:00 alle 11:00

Mutuazioni

  • Corso di studi in INGEGNERIA INFORMATICA, BIOMEDICA E DELLE TELECOMUNICAZIONI - Percorso formativo in PERCORSO GENERICO
  • Corso di studi in INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE PER LA MITIGAZIONE DEI RISCHI - Percorso formativo in PERCORSO GENERICO