Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2016/2017
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Tipo di attività: 
Opzionale
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in SCIENZE DELL'AMMINISTRAZIONE E DELL'ORGANIZZAZIONE
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
ECONOMIA AZIENDALE (SECS-P/07)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Anno di corso: 
3
Docenti: 
D'AMBROSIO GIUSEPPE
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Il corso mira a fornire un quadro di riferimento generale sulla funzione di pianificazione, programmazione e controllo nelle amministrazioni pubbliche, di fornire la conoscenza di logiche, metodi e strumenti che gli organi dell’Amministrazione attiva utilizzano per il perseguimento dei fini ad essi assegnati dal legislatore attraverso l’uso di poteri, procedure e risorse sempre legislativamente deliberate.
Oggetto di approfondimento saranno il processo di pianificazione strategica, la funzione direzionale del controllo nel governo delle aziende pubbliche, la struttura e le caratteristiche dei due livelli principali di controllo: strategico e direzionale.
Il corso si propone di sviluppare la capacità dello studente di descrivere le fasi e gli strumenti del processo di pianificazione, programmazione e controllo e conoscere le peculiarità delle diverse tipologie di PA nella progettazione ed implementazione dei sistemi di controllo, di identificare i punti di debolezza di sistemi di pianificazione, programmazione e controllo e intervenire nel migliorarli.

Prerequisiti

conoscenza dell'economia aziendale di base

Contenuti

Le diverse classi di azienda ed in particolare le caratteristiche dell’azienda pubblica, ambiti d applicazione della contabilità pubblica, il sistema dei controlli nella P.A., obiettivi generali delle funzioni di controllo, i controlli interni, i controlli repressivi e collaborativi, i controlli interni e l’evoluzione normativa, gli organi preposti al servizio di controllo della regolarità amministrativo-contabile, il controllo di gestione, la valutazione dei dirigenti, i controlli esterni, il controllo sugli organi, il controllo sugli atti e sulle attività, il controllo della Corte dei Conti, le verifiche del MEF, il sistema di misurazione e valutazione della performance,
il controllo degli equilibri finanziari, le interconnessioni sistemiche nella funzione di revisione.

Metodi didattici

Tradizionale con lezioni frontali e lezioni interattive analizzando un caso reale.

Verifica dell'apprendimento

L’effettiva acquisizione da parte degli studenti dei risultati di apprendimento attesi è accertata mediante lo svolgimento di una prova orale.
Per superare l'esame, lo studente deve riportare un voto non inferiore a 18/30.
Lo studente consegue il voto di 18/30, quando dimostra di aver acquisito una conoscenza sufficiente degli argomenti oggetto di approfondimento nel corso. Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, lo studente deve invece dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso.

Testi

Barbiero M.,Controlli interni ed esterni nelle amministrazioni locali. Analisi del sistema e focus sull’equilibrio di bilancio, Maggioli Ed., anno 2018

Altre informazioni

Risultati attesi:
Al termine del corso lo studente deve aver acquisito le necessarie conoscenze per interpretare i processi di innovazione organizzativa e gestionaledelle amministrazioni pubbliche, aver sviluppato la capacità di raccogliere ed interpretare le informazioniche derivano dalla gestione dei controlli di una P.A. ed essere in grado di comunicare in modo chiaro e articolatp sui processi che attengono alla struttura dei controlli sia interni che esterni nella P.A.

Mutuazioni