Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2018/2019
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni in GIURISPRUDENZA
Settore disciplinare: 
DIRITTO TRIBUTARIO (IUS/12)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
5
Docenti: 
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Il corso mira a fornire allo studente un’adeguata conoscenza del diritto del tributario, alla luce della normativa e della giurisprudenza, interna ed europea. Lo studio dei diversi profili dell’autonomia degli enti territoriali si realizza nel costante confronto con l’evoluzione normativa e giurisprudenziale, nonché con gli sviluppi della dottrina. Non si trascura, inoltre, lo studio del diritto tributario in una prospettiva transfrontaliera, imposta dal processo di globalizzazione dei mercati. Si offre, così, allo studente una lettura critica ed attuale dell’autonomia territoriale, oggetto, soprattutto nell’ultimo ventennio, di numerose riforme che hanno profondamente inciso sulla stessa.
Più nello specifico, il corso mira a far acquisire le seguenti competenze e capacità:
I) Conoscenza e capacità di comprensione:
il corso offre gli strumenti per comprendere la disciplina generale del tributo e dei singoli tipi istituti, alla luce delle evoluzioni dottrinarie e giurisprudenziali, nonché della normativa interna ed europea. L’attenzione al profilo metodologico, inoltre, consente una riflessione sull’interpretazione del dettato costituzionale in una prospettiva sistematica e assiologica.
II) Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Il corso si caratterizza per un approccio critico e pratico. La trattazione dei diversi profili degli istituti tributari non si ferma all’esegesi del dato normativo, ma mira a sollecitare la riflessione degli studenti sulle implicazioni pratiche della normativa esaminata e sulle relative criticità operative. Il che mira a formare un interprete del diritto tributario capace di applicare le conoscenze acquisite sul piano teorico al caso concreto, rappresentato dalle questioni affrontate dalla giurisprudenza, di volta in volta oggetto di studio.
III) Autonomia di giudizio:
Il delineato approccio metodologico, lo studio delle discipline, della giurisprudenza, delle tesi dottrinarie e il confronto con le esperienze straniere mirano a stimolare l’autonomia di giudizio dello studente e la sua capacità di interpretare criticamente i testi giuridici. Ciò al fine di individuare soluzioni concrete adeguate agli interessi in gioco.
IV) Abilità comunicative:
La consultazione dei testi normativi e delle sentenze, accompagnata dalla riflessione e dalla discussione sulle diverse tesi proposte in dottrina, mira a favorire sia l’acquisizione di un linguaggio giuridico adeguato sia lo sviluppo delle capacità dialettiche e argomentative. Altrettanta attenzione viene dedicata a sviluppare le abilità comunicative tramite strumenti informatici utili per l’approfondimento ricerca giuridica.
V) Capacità di apprendimento:
La capacità di apprendimento è stimolata dalla sottoposizione agli studenti di ‘casi’ sui quali discutere, con particolare attenzione alla disciplina applicabile e alle possibili soluzioni prospettabili. Nell’ambito del corso verrà, inoltre, fornito materiale di approfondimento (testi di sentenze, articoli di dottrina, ecc.). L’obiettivo verrà perseguito anche trasferendo allo studente la capacità di ricercare il materiale didattico utile per approfondimenti mediante banche dati giuridiche online.

Prerequisiti

Per poter sostenere l'esame di diritto tributario è necessario aver già superato l'esame di Diritto pubblico o costituzionale

Contenuti

Primo parte (40 ore): principi costituzionali e del tributo in generale
Seconda parte (32 ore): i vari tributi in special modo l’I.T.F..

Metodi didattici

Lezioni frontali

Verifica dell'apprendimento

La verifica dell’apprendimento e degli obiettivi didattici avviene attraverso una prova orale.
Il colloquio mira a valutare l’adeguata conoscenza degli istituti giuridici oggetto di studio e la capacità di analisi in chiave problematica.
Al termine del colloquio, della durata di circa 30 minuti, viene espressa una valutazione in trentesimi.

Testi

Parte generale: Antonio Felice Uricchio, Percorsi di diritto tributario, Cacucci editore ed. 2017;
Parte speciale: Eduardo Maria Piccirilli, Imposta sulle transazioni finanziarie: dalle origini ai giorni nostri, ESI editore.

Altre informazioni