Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2018/2019
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni in GIURISPRUDENZA
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
DIRITTO DELL'ECONOMIA (IUS/05)
Crediti: 
5
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
40

Obiettivi

In questo modulo, di taglio giuridico, gli studenti approfondiranno il rapporto tra il mercato e la regolazione economica dal punto di vista giuridico per poi focalizzare l’attenzione sulla disciplina antitrust. In tale ambito, dopo aver messo a fuoco le nozioni giuridiche di impresa e di mercato rilevante a fini antitrust, analizzeranno le discipline concernenti i: (i) abuso di posizione dominante, (ii) intese restrittive della concorrenza, (iii) concentrazioni, (iv) servizi di interesse economico generale, (v) aiuti di Stato. Tali conoscenze sono funzionali all’acquisizione della capacità di individuare, alla stregua della disciplina vigente, i fenomeni distorsivi della concorrenza.
Risultati di apprendimento attesi, conformemente ai descrittori di Dublino:
Conoscenza e capacità di comprensione
Lo studente saprà applicare i concetti di domanda e offerta ai mercati in presenza di esternalità; saprà usare l’analisi statica comparata per misurare il benessere di Famiglie e Imprese; comprenderà la natura e le conseguenze dell’equilibrio economico generale.
Lo studente acquisirà inoltre la conoscenza del contesto normativo generale in cui collocare i fenomeni correlati al mercato nonché delle fattispecie rilevanti del diritto antitrust (abuso di posizione dominante, intese restrittive, concentrazioni, servizi di interesse economico generale e aiuti di Stato).
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Il corso è finalizzato a fornire strumenti di analisi e valutazione, da un lato, degli effetti, in termini di efficienza ed equità, dell’intervento pubblico e, dall’altro, dei rapporti tra diritto e mercato con specifico riguardo alla disciplina antitrust, così da risultare in grado di ordinare in un quadro coerente le relative fattispecie.
Autonomia di giudizio
Attraverso lo studio di modelli teorici e la valutazione critica delle diverse implicazioni di policy, lo studente potrà migliorare la propria capacità di giudizio e di proposta in relazione all’analisi del funzionamento dei mercati. Lo studio dei rapporti tra diritto mercato e specificamente della disciplina antitrust consentirà allo studente di identificare i profili qualificanti dei fenomeni anticoncorrenziali alla luce dei diversi approcci della giurisprudenza teorica e pratica.
Abilità comunicative
La presentazione dei profili teorici e applicativi del funzionamento dei mercati in presenza di esternalità sarà svolta in modo da consentire l’acquisizione della padronanza di un linguaggio tecnico e di una terminologia specialistica adeguati. Parimenti, la trattazione del fenomeno della regolazione economica e della disciplina antitrust sarà svolta con l’obiettivo di evidenziare l’importanza del dato economico sotteso al punto di vista concorrenziale per poi spostare l’attenzione sul lessico tecnico giuridico mostrando come esso possa essere tradotto anche in linguaggio comune
Capacità di apprendimento
La capacità di apprendimento sarà stimolata attraverso la discussione in aula, finalizzata anche a verificare l’effettiva comprensione degli argomenti trattati. Ci si attende l’acquisizione della capacità di organizzare gli elementi necessari per formulare in autonomia valutazioni giuridiche nell’ambito della regolazione economica e del diritto antitrust.

Prerequisiti

lo studente deve aver cominciato a sviluppare competenze per comprendere il fenomeno giuridico come criterio ordinatore tendenziale anche della realtà economica.

Contenuti

Profili giuridici della nozione di mercato (3 ore) – I destinatari del diritto antitrust (4 ore)- Disciplina antitrust (profili procedimentali e di giurisdizione)(4 ore) - Impresa e mercato rilevante nella disciplina antitrust (5 ore)- Intese restrittive della concorrenza(5 ore) - Abuso di posizione dominante(5 ore) – Concentrazioni (5 ore)- Servizi di interesse economico generale (4 ore)- Aiuti di Stato (5 ore)

Metodi didattici

Metodo tradizionale, con l’ausilio in aula di slide

Verifica dell'apprendimento

La verifica dell’apprendimento e l’accertamento delle competenze acquisite , con riguardo al modulo giuridico, prevede una prova orale (successiva a quella relativa al modulo economico) in cui vengono proposte domande volte a verificare a campione, in primo luogo la conoscenza di nozioni di base e di disciplina generale, tali da denotare l’avvenuta comprensione dei diversi ambiti oggetto di studio con l’ulteriore capacità di collocare all’interno della disciplina i punti oggetto di esposizione. Il punteggio di tale prova d’esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi. La prova ha di norma una durata approssimativa di 10-15 minuti.
Il voto finale dell’esame (cioè per entrambi i moduli), che è unitario così come lo è la prova d’esame, sarà attribuito calcolando la media aritmetica tra i risultati conseguiti per ciascun modulo, approssimata per eccesso all’unità successiva per quozienti superiori a 4 decimi.
Il superamento della prova per un solo modulo non è utilizzabile ai fini del superamento dell’esame nei successivi appelli.

Testi

Mario Libertini, Diritto della concorrenza dell’Unione Europea, editore Giuffrè, 2014, per le seguenti parti:
- Introduzione: parr. 8-15 (parr. 1-7 sola lettura).
- Cap. I
- Cap. II
- Cap. III
- Cap. IV
- Cap. VI: parr. 1-2
- Cap. VII: par. 1-6 (escluso da parr. 6.1 in poi)
- Cap. VIII

Altre informazioni

Per lo studio sarà necessario consultare le fonti normative UE nonché la giurisprudenza della Corte di Giustizia (che sarà segnalata) reperibili sul sito www.eur-lex.europa.eu