Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2016/2017
Partizione: 
Matricole pari
Insegnamento: 
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in ECONOMIA AZIENDALE
Settore disciplinare: 
ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (SECS-P/08)
Crediti: 
9
Anno di corso: 
3
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre

Obiettivi

Il corso si pone l’obiettivo di approfondire lo studio delle principali operations d’impresa nella realizzazione di beni e nell’erogazione di servizi, adottando un approccio di natura sia teorica che empirica. In particolare, si analizzano i processi ed i fattori critici di successo che consentono di sviluppare una corretta gestione della produzione e della logistica d’impresa. Tale analisi comprende anche un inquadramento spazio-temporale dei temi oggetto di studio, mediante: a. un excursus sull’evoluzione dei diversi modelli di gestione dei beni e dei servizi succedutesi nel tempo in risposta alle modificazioni del contesto competitivo delle imprese; b. un focus sulle interdipendenze tra la funzione di produzione e le altre principali funzioni aziendali presenti in impresa.
Gli obiettivi di apprendimento del corso possono essere così declinati:

Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente deve essere in grado di comprendere il ruolo strategico svolto dalle attività di produzione e di logistica nella gestione dell’impresa. Deve essere, inoltre, in grado di individuare e comprendere le principali tendenze relative alla gestione di tali attività di impresa e delle differenze esistenti tra la progettazione dei processi delle imprese di servizi e di prodotti.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: al termine del corso, lo studente sarà in grado di comprendere e rappresentare i principali processi produttivi ed i relativi layout. Sarà inoltre in grado di comprendere i sistemi di supply chain tradizionali ed innovativi.
Autonomia di giudizio: una volta appresi i principali contributi teorici della materia, lo studente sarà in grado di scegliere i diversi processi produttivi o layout, nonchè i diversi metodi di gestione delle scorte in funzione delle specifiche peculiarità dell’impresa e tipologia di prodotti.
Abilità comunicative: lo studente deve essere in grado di rispondere in modo chiaro, cogente e esaustivo sia alle domande della prova scritta sia a quelle dell’eventuale prova orale utilizzando un vocabolario appropriato.
Capacità di apprendimento: lo studente deve dimostrare una buona capacità di apprendimento riuscendo ad approfondire le proprie conoscenze su riferimenti bibliografici pertinenti e di rilievo per il campo oggetto di studio. Lo studente dovrà, inoltre, dimostrare di saper applicare le conoscenze maturate a problematiche gestionali riuscendo ad effettuare collegamenti interdisciplinari con le altre materie affini.

Prerequisiti

Formalmente nessuno; la conoscenza dei principi e dei modelli concettuali utilizzati durante il corso di Economia e Gestione delle imprese.

Contenuti

Gli argomenti centrali delle lezioni sul tema della produzione sono i seguenti: i metodi di programmazione e di controllo della produzione, il layout degli impianti e la pianificazione del fabbisogno dei materiali (Material Requirements Planning e sistemi Just in Time). Particolare attenzione è dedicata anche ai concetti di qualità, tempo e flessibilità, considerati come fattori di competitività per le imprese.
Invece, con riferimento alla logistica d’impresa si affronteranno temi quali: il ruolo economico delle scorte, processi di approvvigionamento e distribuzione nell'ambito della logistica integrata di filiera (supply chain management), le attività di magazzinaggio e movimentazione. Per ciascun argomento si presenteranno le principali tecniche operative utilizzate dalle imprese, anche mediante case study.
Il corso, inoltre, prevede la trattazione di alcune specifiche tematiche di approfondimento sulle attività di produzione e l’erogazione di servizi alle imprese a supporto delle filiere manifatturiere nell’ambito dei centri logistici. In media, il corso è articolato come segue:
- I blocco (10 ore):
Introduzione alla materia. Comprensione delle strategie delle operations e il relativo impatto sulla competitività dell’impresa. Identificazione delle principali sfide attuali in tema di operations & supply chain management in relazione alle mutate condizioni ambientali
- II blocco (20 ore):
Progettazione e selezione dei processi produttivi nella produzione industriale e nei servizi. Le attività di consulenza e ingegnerizzazione delle operations e il ruolo del project management.
- III blocco (20 ore):
Progettazione della Supply chain: la gestione strategica della capacità e metodologie di gestione alternative come il Just-in-time e Lean System
- IV blocco (16 ore):
Pianificazione aggregata delle vendite e delle operations e metodi di gestione delle scorte. I diversi metodi sono analizzati dal punto di vista concettuale ed analitico, soffermandosi sulle specifiche peculiarità di utilizzo
- V blocco (6 ore)
Esercitazioni in aula

Metodi didattici

Il corso sarà organizzato in lezioni frontali. Gli argomenti teorici saranno supportati dalla presentazione di case study che potranno essere illustrati a voce dal docente oppure attraverso l’intervento in aula di imprenditori e manager. Le lezioni frontali saranno supportate dalla proiezione in aula di slides fornite dal docente ma anche dalla visione di filmati che mostrino nella pratica il funzionamento di particolari realtà aziendali. Durante le lezioni frontali saranno svolte delle esercitazioni analitiche per la risoluzione dei principali problemi in tema di produzione e logistica.

Verifica dell'apprendimento

Tutti gli studenti (corsisti e non corsisti) dovranno sostenere una prova di esame.
La prova di esame si articolerà in due prove: scritta e orale.
Il compito scritto composto da 8-12 domande tra quesiti teorici e problemi operativi.
Il colloquio orale cui possono accedere solo coloro che hanno ottenuto almeno la valutazione di 18 al compito scritto. La prova orale è obbligatoria per chi ha ottenuto una valutazione da 27 a 30, facoltativa negli altri casi. Il voto, in trentesimi, sarà il risultato delle due prove.
La prova di esame si svolgerà alla fine del corso negli appelli ordinari e riguarderà tutto il programma.
L’apprendimento in itinere viene accertato anche con simulazioni d’esame ed esercitazioni, entrambe senza voto.

Testi

Chase Richard B., Jacobs Robert F., Grando Alberto, Sianesi Andrea, Operations Management nella produzione e nei servizi, 3/ed, McGraw-Hill, Milano, 2012

Materiale fornito dal docente per le esercitazioni.

Altre informazioni