Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2018/2019
Partizione: 
Cognomi E-N
Tipologia di insegnamento: 
Base
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in ECONOMIA AZIENDALE
Settore disciplinare: 
METODI MATEMATICI DELL'ECONOMIA E DELLE SCIENZE ATTUARIALI E FINANZIARIE (SECS-S/06)
Crediti: 
9
Anno di corso: 
1
Docenti: 
Dott.ssa CORSARO STEFANIA
Ciclo: 
Primo Semestre

Obiettivi

Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente deve dimostrare di conoscere i fondamenti dell’analisi matematica e dell’algebra lineare.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente deve dimostrare di saper applicare le tecniche matematiche acquisite all’analisi e risoluzione di problemi applicativi di natura aziendale, economica e finanziaria.

Autonomia di giudizio: lo studente deve essere dimostrare di saper individuare gli strumenti della matematica di base per la risoluzione del modello matematico che descrive un problema aziendale, economico o finanziario.

Abilità comunicative: lo studente deve illustrare in modo chiaro ed esaustivo sia i procedimenti adottati nella risoluzione degli esercizi proposti nella prova scritta, sia gli argomenti discussi durante il colloquio orale.

Capacità di apprendimento: lo studente deve dimostrare una buona capacità di apprendimento riuscendo ad approfondire le proprie conoscenze su riferimenti bibliografici pertinenti e di rilievo per il campo oggetto di studio.

Prerequisiti

Elementi di teoria degli insiemi. Equazione della retta nel piano cartesiano. Equazioni e disequazioni di primo e secondo grado.

Contenuti

Elementi di Matematica di base e tecniche di calcolo idonee ad affrontare in modo adeguato i problemi posti nell’ambito delle discipline di area aziendale, economica e finanziaria. Il contenuto del corso può essere suddiviso in blocchi di lezioni. In media, il corso è articolato come segue:

I blocco (24 ore):
Funzioni numeriche: definizioni principali; minimo e massimo, estremo inferiore e superiore; funzioni monotone; grafico.
Funzioni elementari: funzione potenza; funzione radice; funzione esponenziale; funzione logaritmica; funzione valore assoluto; funzioni trigonometriche e trigonometriche inverse.
Calcolo infinitesimale: definizione di limite; teoremi base sui limiti; funzioni continue; calcolo dei limiti.

II blocco (24 ore):
Calcolo differenziale: derivata di una funzione; derivate delle funzioni elementari; regole di calcolo delle derivate; derivate di ordine superiore.
Applicazione del calcolo differenziale: ricerca di massimo e minimo assoluto di una funzione; concavità e convessità; Teoremi di De L’Hospital. Rappresentazione del grafico di una funzione.
Risoluzione numerica di equazioni non lineari: metodo di bisezione.

III blocco (24 ore):
Funzioni di più variabili: diagramma; derivate parziali; vettore gradiente; estremi di una funzione di due variabili.
Elementi di algebra lineare: vettori; matrici; calcolo matriciale; determinante di una matrice; rango di una matrice; vettori linearmente indipendenti; sistemi di equazioni lineari; metodo di eliminazione di Gauss.
Cenni al calcolo integrale: integrale indefinito; integrale definito; integrali immediati.

Metodi didattici

Il corso prevede lezioni frontali ed esercitazioni. Il materiale didattico è reso disponibile anche attraverso la piattaforma di e-learning Moodle, in cui, oltre alle slide usate durante le lezioni, è possibile anche trovare esercizi e materiale utile alla autovalutazione.

Verifica dell'apprendimento

La verifica consiste in una prova scritta e una orale, volte a verificare il conseguimento degli obiettivi formativi. La prova scritta è strutturata in due esercizi. Un esercizio richiede la rappresentazione del grafico di una funzione. Il secondo esercizio verte, alternativamente, su argomenti di algebra lineare, calcolo infinitesimale, analisi di funzioni in più variabili, risoluzione di equazioni non lineari. Durante la prova scritta non è consentito usare libri, è richiesto l’uso della calcolatrice. La prova scritta è valutata in trentesimi. Se lo studente consegue un punteggio non inferiore a 18/30 alla prova scritta, sosterrà un colloquio orale. Il voto assegnato al colloquio orale viene espresso in trentesimi; le valutazioni della prova scritta e della prova orale concorrono alla definizione del voto finale.

Testi

De Angelis P.L. (2015) Matematica di base. Giappichelli Editore, Torino

Altre informazioni