Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2018/2019
Partizione: 
Cognomi A-D
Insegnamento: 
Tipologia di insegnamento: 
Base
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in ECONOMIA AZIENDALE
Settore disciplinare: 
DIRITTO PRIVATO (IUS/01)
Crediti: 
9
Anno di corso: 
1
Ciclo: 
Primo Semestre

Obiettivi

Il corso di Istituzioni di Diritto Privato ha l’obiettivo di prospettare lo schema base dei diversi istituti attraverso il quale ricondurli a sistema e di offrire agli studenti le conoscenze di base e gli strumenti logico-analitici indispensabili per affrontare lo studio delle discipline giuridiche.

Prerequisiti

Capacità di ragionamento.

Contenuti

Ordinamento giuridico: Il diritto privato e l’ordinamento giuridico. Le fonti del diritto privato. La codificazione ed i principali codici europei. L’interpretazione delle norme giuridiche. L’efficacia delle norme giuridiche nel tempo e nello spazio.
- Categorie generali: Soggetto e persona. Beni giuridici. Le situazioni giuridiche soggettive e i rapporti giuridici. Fatti, atti e negozi giuridici. Effetti, vicende e circolazione delle situazioni giuridiche. I soggetti: la persona fisica e gli enti. I diritti della personalità.
- Il matrimonio e la famiglia: La famiglia. La famiglia di fatto. Le forme matrimoniali. Rapporti personali tra coniugi. Regimi patrimoniali della famiglia. La crisi coniugale: la separazione personale e il divorzio. La filiazione.
- I diritti sulle cose: La proprietà. L’acquisto della proprietà. Le azioni a difesa della proprietà. I diritti reali su cosa altrui. La comunione. Il condominio negli edifici. Il possesso. Le azioni a difesa del possesso.
- Le obbligazioni: Le fonti. Caratteri del rapporto obbligatorio. Tipi di obbligazioni. Le modificazioni del rapporto obbligatorio. L’adempimento. I modi di estinzione dell’obbligazione diversi dall’adempimento. L’inadempimento. La responsabilità patrimoniale del debitore e i mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale. I diritti reali di garanzia. Le garanzie personali. Le fonti dell’obbligazione diverse dal contratto.
- Il contratto: Il contratto. Contratto e negozio giuridico. La conclusione del contratto. Le attività precontrattuali. I requisiti del contratto. L’oggetto del contratto. La causa del contratto. La forma del contratto. Gli elementi accidentali del contratto. Il regolamento contrattuale. Gli effetti del contratto. La rappresentanza. La simulazione. L’invalidità del contratto. Nullità, annullabilità e rescindibilità. I vizi del consenso. La risoluzione del contratto.
- I singoli contratti: I contratti di alienazione di beni. I contratti di prestazione d’opera o di servizi. I contratti di cooperazione giuridica. I contratti di godimento. I contratti aleatori. I contratti risolutivi di una contraversia. I contratti atipici ed i nuovi contratti. I contratti dei consumatori. I contratti del commercio elettronico.
- La responsabilità civile: La responsabilità civile: nozione, funzione e disciplina generale. Struttura del fatto illecito. Regimi speciali di responsabilità. Il danno ingiusto. Il danno risarcibile. Gli strumenti di tutela del danneggiato.
- Le successioni: Le successioni per causa di morte: principi generali. La successione legittima. La successione testamentaria. I diritti dei legittimari. L’acquisto dell’eredità e del legato. I rapporti tra coeredi. La comunione e la divisione ereditaria.
- Le donazioni: Cenni generali sul contratto di donazione e sugli altri atti di liberalità.
- La pubblicità: La pubblicità in generale: tipi, funzione ed effetti. La trascrizione.

Metodi didattici

Il processo formativo prevede:
- lezioni di inquadramento teorico che hanno per oggetto le tematiche nelle quali si articola il programma del corso;
- esercitazioni e discussioni di casi pratici, per favorire lo sviluppo del senso critico e delle capacità di applicazione degli strumenti logico-analitici trattati nel corso delle lezioni;
- lettura e discussione di articoli di quotidiani e riviste specialistiche su argomenti attinenti alle problematiche teoriche affrontate nel corso.

Verifica dell'apprendimento

L’esame si svolgerà in forma orale mediante la somministrazione di quesiti inerenti al programma di studio.
La prova consisterà in una serie di domande che non può essere inferiore a 3, riguardanti parti diverse del programma.
La valutazione della prova orale tiene conto della completezza ed esattezza delle risposte, della chiarezza nella esposizione, la capacità di costruire un ragionamento giuridico con le nozioni apprese e la capacità di collegare e confrontare aspetti diversi trattati nel programma del corso. Il voto finale è dato dalla media dei punteggi relative a ciascuna domanda.

Testi

Lo studente può svolgere lo studio su qualsiasi manuale di diritto privato. Si segnala, comunque, il seguente testo:
- VINCENZO ROPPO, “Diritto privato. Linee essenziali” ,Giappichelli Editore, Torino, ultima edizione.
- Lo studio del testo dovrà essere accompagnato dalla consultazione del codice civile in edizione aggiornata.

Altre informazioni