Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2018/2019
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Opzionale
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in ECONOMIA AZIENDALE
Settore disciplinare: 
ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI (SECS-P/11)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
3
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

• Knowledge and understanding: at the end of the course the student will have acquired the knowledge and understanding of the functioning of financial markets, the use of financial securities, and the regulatory rules to which financial intermediaries must abide in carrying out their business.
• Ability to apply knowledge and understanding: at the end of the course, the student will be able to apply the knowledge and practical skills necessary to reconstruct the process of formation of financial balances; identify and quantify the financial risks to which financial intermediaries are exposed; use derivative securities for hedging and speculative purposes; evaluate the solvency, efficiency and profitability of financial intermediaries; select and apply pricing models for financial securities.
• Making judgements: once the basic principles of the financial system have been learned, the student will be able to judge: the content of the reports published periodically by the Supervisory Authorities and the annual reports of the financial intermediaries; the behavior of financial markets with respect to systemic events or concerning individual issuers, the effects on the financial system of the decisions adopted by the ECB; the choices of companies in terms of financial structure; investment policies of financial intermediaries.
• Communication: the student must be able to use the appropriate technical terminology to communicate and interact with interlocutors who present heterogeneous degrees of knowledge on the topics covered during the course.
• Lifelong learning skills: the student must demonstrate that he has acquired the logical-conceptual tools necessary to strengthen his ability to learn in the financial field and continue his/her studies in banking and finance.

Prerequisiti

Il corso è indirizzato agli studenti della Laurea triennale e richiede che i discenti abbiano appreso i contenuti base delle logiche di economia aziendale. Al fine di massimizzare l’apprendimento dei contenuti gli studenti dovrebbero possedere una buona conoscenza degli argomenti di contabilità e gestione dell’azienda in quanto basilari per affrontare alcuni argomenti del programma d’esame.

Contenuti

Il programma del corso ha ad oggetto i seguenti contenuti:
• Fondamenti dell’intermediazione finanziaria: Aspetti morfologici e funzionali del sistema finanziario; le relazioni tra sistema economico e sistema finanziario; il processo di formazione dei saldi finanziari; le teorie dell’intermediazione finanziaria e i processi di diversificazione degli intermediari finanziari; analisi e metodologie di misurazione dei rischi tipici dell’intermediazione finanziaria (rischi di controparte, rischi di mercato e rischio operativo);
• Strumenti e Mercati: Gli strumenti finanziari e la loro classificazione; gli strumenti di pagamento; gli strumenti di debito; gli strumenti di partecipazione; gli strumenti assicurativi e del risparmio gestito; gli strumenti derivati; liquidità e pricing degli strumenti finanziari; le funzioni dei mercati finanziari; la classificazione dei mercati finanziari; l’efficienza dei mercati finanziari; le forme organizzative e le fasi di funzionamento dei mercati finanziari; il mercato dei servizi di pagamento; il mercato monetario; il mercato obbligazionario; il mercato azionario; il mercato del risparmio gestito; il mercato dei derivati.
• Attività di intermediazione: articolazione e strumenti dell’intermediazione creditizia; elementi fondamentali del contesto normativo; il bilancio delle banche; l’equilibrio patrimoniale, economico e finanziario nella gestione delle banche; i servizi e le attività di intermediazione mobiliare; l’intervento delle banche nell’intermediazione mobiliare; le imprese di investimento; le società di gestione del risparmio; le attività di corporate and investment banking; le imprese assicurative; i fondi pensione; la strategia e l’organizzazione delle attività di intermediazione finanziaria.
• Regolamentazione, vigilanza e controlli: Le ragioni fondamentali del controllo pubblico sul sistema finanziario; le principali fonti normative; le Autorità di Vigilanza; gli strumenti di vigilanza; la regolamentazione prudenziale negli intermediari creditizi (Basilea 1, 2 e 3); la disciplina della trasparenza e correttezza nell’intermediazione finanziaria; la tutela del consumatore di servizi finanziari; il Sistema Europeo di Banche Centrali; la politica monetaria europea e i suoi fondamenti; gli strumenti della politica monetaria della BCE; il meccanismo di trasmissione nell’UME

Metodi didattici

L’attività didattica è articolata nel seguente modo:
• Lezioni frontali finalizzate al miglioramento delle conoscenze e della capacità di comprensione degli studenti e svolte con il supporto sia delle slide che della classica lavagna; al fine di rafforzare la capacità comunicativa e l’autonomia di giudizio, gli studenti sono esortati a partecipare alla discussione con domande, considerazioni e riflessioni.
• Esercitazioni: finalizzate alla formazione di abilità applicative e di problem solving. Le esercitazione vertono su molteplici temi: pricing degli strumenti finanziari, impiego degli strumenti derivati con finalità speculative e di copertura, analisi dei saldi finanziari, modelli di economicità degli intermediari, misurazione dei rischi, valutazione della redditività, solvibilità ed efficienza degli intermediari finanziari.
• Testimonianze aziendali: analisti, esperti di trading, esponenti del settore dell’intermediazione creditizia sono invitati ad arricchire i contenuti del corso portando in aula la loro esperienza professionale.
• Studio individuale: gli studenti integrano le conoscenze e le abilità acquisite in aula con lo studio individuale del libro di testo e la lettura di documenti di approfondimento segnalati dal docente al fine di favorire autonome capacità di apprendimento.

Verifica dell'apprendimento

L’acquisizione delle conoscenze fondamentali avviene con un esame scritto che verte su 6 domande aperte sull’intero programma di esame. La valutazione del candidato verterà su una analisi circa l’utilizzo di un linguaggio tecnico appropriato, l’autonomia di giudizio e l’approfondimento degli argomenti.

Testi

A. Saunders, M.M. Cornett, Financial Markets and Institutions. MC Graw Hill Edition 7th.

Altre informazioni