Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2018/2019
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in SCIENZE MOTORIE PER LA PREVENZIONE ED IL BENESSERE
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
DIAGNOSTICA PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA (MED/36)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

L'obiettivo del corso è di fornire allo studente le nozioni di base sulle tecniche e metodologie diagnostiche impiegate per la diagnosi di patologie in cui l'attività motoria è un supporto fondamentale alla terapia medica.
Verranno fornite nozioni per comprendere le principali patologie croniche in cui l'attività motoria risulta importante per il miglioramento della qualità della vita del singolo soggetto.

Prerequisiti

I prerequisiti del corso saranno relativi alle conoscenze di:
- anatomia
- fisiologia
- patologia generale.

Contenuti

Principi fondamentali dei metodi di diagnostica.
• Ruolo dei metodi di imaging nella fase di diagnostica e follow-up delle seguenti patologie croniche:
- nelle patologie osteodegenerative (artrosi, artrite, osteoporosi, scoliosi),
- nelle condropatie,
- dei tessuti molli (pubalgia, entesopatie, rabdomiolisi, sindromi compartimentali),
- dell'apparato cardiovascolare e neurologiaco,
al fine di valutare la migliore attività motoria da applicare nei pazienti affetti da queste patologie.

Metodi didattici

Lezioni frontali.
Incontri seminariali
Incontri di approfondimento collegati alla traumatologia sportiva ed alle principali patologie croniche stabilizzate che possono trarre beneficio dall’attività motoria.

Verifica dell'apprendimento

Esame finale: prova orale nella quale sarà valutata la capacità di collegare e sintetizzare aspetti diversi trattati durante il corso legate al ruolo della diagnostica per immagini nell'applicazione delle attività motorie in patologie croniche in cui è necessario un recupero funzionale. Per superare l'esame si terrà conto della capacità di sintesi del candidato, della chiarezza e correttezza dell'esposizione.
L'esame verterà su 3 domande: la prima di carattere generale sulle metodologie diagnostiche e la loro applicabilità nell'ambito della prevenzione e benessere (voto minimo 6/10), la seconda relativa al ruolo delle metodiche di diagnostica per immagini nelle patologie croniche che beneficino dell'attività motoria (voto minimo 6/10) la terza relativa al ruolo della diagnostica per immagini nell'identificazione delle attività motorie atte al miglioramento del benessere e qualità della vita a in popolazioni con patologie croniche debilitanti (voto minimo 6/10).
La votazione sarà espressa in 30/30. La votazione minima per superare l’esame è 18/30.

Testi

Appunti e materiale didattico fornito dal Docente e disponibili sul sito di Ateneo.

Altre informazioni