Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2018/2019
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in MANAGEMENT DELLE IMPRESE TURISTICHE
Settore disciplinare: 
ECONOMIA AZIENDALE (SECS-P/07)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
9
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72

Obiettivi

L’obiettivo del corso è di fornire la conoscenza delle modalità contabili di funzionamento delle aziende e delle logiche, dei metodi e degli strumenti di gestione contabile delle aziende, favorendo la comprensione dei processi economici, dell'organizzazione delle risorse e della misurazione dei fatti amministrativi.

Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire i concetti di base riguardanti la contabilità generale dell’impresa, con particolare attenzione ai valori generati dalle operazioni di gestione e alle relative sintesi. Dovrà altresì sviluppare capacità analitiche sulle diverse operazioni gestionali trattate durante il corso.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente svilupperà un'adeguata capacità di orientamento tra i vari profili di studio e le varie professionalità attinenti all'operare delle aziende. Pertanto egli sarà in grado di contabilizzare le principali operazioni di gestione delle aziende e di osservare un bilancio d’esercizio.

Autonomia di giudizio: lo studente deve dimostrare di aver sviluppato una capacità critica per valutare la bontà delle soluzioni proposte per la registrazione contabili dei diversi accadimenti aziendali.

Abilità comunicative: lo studente deve essere in grado di rispondere in modo chiaro, cogente e esaustivo sia alle domande della prova scritta, sia a quelle dell’eventuale prova orale. Lo studente imparerà a comunicare i risultati delle analisi condotte con l'ausilio degli strumenti classici della contabilità.

Capacità di apprendimento: lo studente deve dimostrare una buona capacità di apprendimento riuscendo ad approfondire le proprie conoscenze su riferimenti bibliografici pertinenti e di rilievo per il campo oggetto di studio. Lo studente avrà modo di applicare le conoscenze acquisite in corsi precedenti integrandole alle ulteriori competenze professionalizzanti che caratterizzano il corso.

Prerequisiti

Si richiedono conoscenze di base di matematica, normalmente acquisite nella scuola primaria e secondaria. Gli argomenti saranno trattati trasversalmente, consentendo a qualunque background di provenienza di comprendere agevolmente le tematiche e raggiungere un livello omogeneo di conoscenze.

Contenuti

Obiettivi della contabilità d’impresa. Metodo della partita doppia. Funzionamento dei conti. Sistemi contabili. Piano dei conti. La rilevazione dei fatti amministrativi: il finanziamento a titolo di capitale proprio: in denaro, conferimenti in natura. La rilevazione dei fatti amministrativi: il finanziamento da terzi: mutui passivi, prestiti obbligazionari, aperture di credito in c/c. La rilevazione dei fatti amministrativi: l’acquisizione dei fattori pluriennali materiali e immateriali (compreso l’avviamento e leasing), pagamenti (contanti, dilazione, cambiali), applicazione dell’IVA, dismissione, manutenzione. L’acquisizione dei fattori produttivi di esercizio (salari e stipendi con ritenute, merci e servizi), pagamenti (contanti, dilazione, cambiali, anticipi), applicazione dell’IVA, affitto e costi di trasporto, provvigioni, consulenze, assicurazioni, pubblicità, lavorazioni in conto terzi, rettifiche su acquisti (resi, sconti, abbuoni, premi, errori di fatturazione). La vendita (merci e servizi) e incassi (contanti, dilazione, cambiali, anticipi), applicazione dell’IVA, rettifiche su vendite (resi, sconti, abbuoni, premi, errori di fatturazione), oneri accessori (trasporto, imballaggi, assicurazione, ecc.). Gestione finanziaria: liquidazione IVA, smobilizzo dei crediti (factoring, insoluti, anticipi e sconti su crediti e cambiali, ricevute bancarie). Acconti di imposta. Scritture di assestamento: scritture di rettifica: rimanenze, ammortamenti, capitalizzazione di spese, costruzioni in economia, risconti, scritture di integrazione: ratei, fatture da emettere e da ricevere, accantonamenti a fondi rischi, fondi svalutazione e fondi spese future (svalutazioni dei crediti, TFR), partite attive e passive da liquidare (interessi). Bilancio d’esercizio come «sintesi contabile». Redazione del bilancio. Scritture di riapertura. Normativa civilistica in materia di bilancio di esercizio. Postulati del bilancio.

Metodi didattici

Il corso prevede lezioni frontali ed esercitazioni. Queste ultime riguardano, in modo particolare, gli aspetti metodologici e interpretativi dei valori scaturenti dalle operazioni di gestione e le relative sintesi. Per ulteriori approfondimenti è prevista una modalità blended, sempre in lingua italiana. Le conoscenze acquisite saranno costantemente stimolate nella loro applicazione mediante analisi di casi di studio tratti dall’attualità e selezionati dal docente.

Verifica dell'apprendimento

L’esame finale prevede una prova scritta obbligatoria, avente ad oggetto sia argomenti di teoria generale sia di natura quantitativa, ed articolato in quesiti a risposta chiusa o aperta e esercizi. Sulla base dei risultati della prova scritta, è data facoltà allo studente di fornire elementi integrativi attraverso un colloquio orale. Durante il corso saranno svolte delle esercitazioni in itinere intese anche come occasioni di autovalutazione, da parte dello studente, dell'apprendimento realizzato.

Testi

POZZOLI S., MAZZOTTA R. (2017), Contabilità generale. Tecnica di rilevazione ed esercizi, ed. Franco Angeli

Altre informazioni

nessuna