Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2018/2019
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Settore disciplinare: 
ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI (SECS-P/11)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
1
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Scopo dell’insegnamento è analizzare i rischi finanziari e assicurativi nonché le loro principali metodologie di gestione, affrontando le problematiche relative alla valutazione della solvibilità, nella logica di Solvency II. Particolare attenzione è riservata al legame che deve esistere tra i rischi gestiti dagli intermediari assicurativi e il capitale proprio per assolvere agli impegni assunti nei confronti degli assicurati e dei beneficiari delle prestazioni assicurative. Al termine del corso lo studente sarà messo in condizione di: riconoscere le diverse fattispecie di rischio, applicare le metodologie di gestione più adatte e individuare il loro risvolto patrimoniale.
Risultati di apprendimento attesi:
Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente deve dimostrare di conoscere le problematiche relative ai rischi finanziari ed assicurativi; deve inoltre mostrare di conoscere i principali strumenti usati per la loro gestione e gli effetti sul patrimonio.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente deve dimostrare di saper applicare le conoscenze acquisite ai principali problemi di gestione del rischio. A tal fine il docente illustrerà diversi casi specifici di gestione del rischio durante le lezioni per gli studenti frequentanti oppure in sede di ricevimento per i non frequentanti.
Autonomia di giudizio: lo studente deve dimostrare di saper valutare in maniera autonoma le problematiche di gestione del rischio e di individuare gli effetti sul patrimonio tenendo conto della differenza tra gli interessi degli assicurati e dei beneficiari delle prestazioni assicurative e gli interessi degli azionisti della compagnia di assicurazioni.
Abilità comunicative: lo studente deve avere la capacità di utilizzare correttamente la terminologia dei rischi per ragionare sui quesiti della prova scritta e dei lavori di gruppo o della prova orale.
Capacità di apprendimento: lo studente deve mostrare padronanza riguardo le principali nozioni e gli strumenti utili per la gestione dei rischi. Deve, inoltre, saper approfondire i contenuti di base proposti dal docente attraverso l’analisi autonoma di ulteriori riferimenti bibliografici.

Prerequisiti

Conoscenze di base di economia degli intermediari finanziari e finanza aziendale. Tuttavia, per gli studenti provenienti da corsi di laurea differenti è comunque prevista un’integrazione con opportuna bibliografia di riferimento.

Contenuti

Il corso prevede lezioni frontali durante le quali verranno discussi i contenuti del programma e presentati alcuni esempi di gestione del rischio finanziario e assicurativo. Il materiale didattico sarà scaricabile dalla piattaforma Moodle, in cui, oltre alle presentazioni usate durante le lezioni, sarà possibile trovare materiale addizionale per approfondimenti tematici.
Blocco 1 – I rischi (12h)
I rischi. Il ramo danni e il ramo vita.
Blocco 2 – I rischi assicurativi (12 h)
I processi assicurativi (assunzione delle esposizioni a rischio, gestione dei rischi e liquidazione delle prestazioni). Il rischio assicurativo e i suoi sottorischi. Il rischio operativo.
Blocco 3 – I rischi finanziari (12 h)
Il rischio di credito e la riassicurazione. I processi di investimento (asset and liability management). Il rischio di mercato e le sue componenti.
Blocco 4 – La gestione del capitale (12 h)
Il ruolo del capitale e la valutazione della solvibilità. Solvency II.

Metodi didattici

Il corso prevede lezioni frontali durante le quali verranno discussi i contenuti del programma e presentati alcuni esempi di gestione del rischio finanziario e assicurativo. Il materiale didattico sarà scaricabile dalla piattaforma Moodle, in cui, oltre alle presentazioni usate durante le lezioni, sarà possibile trovare materiale addizionale per approfondimenti tematici.

Verifica dell'apprendimento

La verifica si basa su una prova scritta e su un lavoro di gruppo per gli studenti frequentanti, mentre la verifica consta di una prova scritta ed una orale per gli studenti non frequentanti. La prova scritta si compone di cinque domande a risposta aperta (cui è attribuito un punteggio massimo di 5 punti per ciascuna risposta) e di un esercizio (cui è attribuito un punteggio massimo di 5 punti).
Il lavoro di gruppo verte sull’analisi dei prodotti assicurativi e previdenziali offerti sul mercato italiano.
La votazione del lavoro di gruppo o della prova orale è espressa in trentesimi e fa media con quella della prova scritta (con uguale ponderazione) ai fini della valutazione finale.

Testi

- Porzio C., Previati D., Cocozza R., Miani S., Pisani R. (2011) Economia delle imprese assicurative, McGraw-Hill, Milano (selezione di capitoli).
- Starita M. G., Malafronte I. (2014) Capital Requirements, Disclosure, and Supervision in the European Insurance Industry. New Challenges towards Solvency II, Palgrave Macmillan, Basingstoke (selezione di capitoli).
- Dispense a cura del docente.

Altre informazioni