Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2018/2019
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Opzionale
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in ECONOMIA E COMMERCIO
Settore disciplinare: 
ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI (SECS-P/11)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Anno di corso: 
3
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Il corso si propone di offrire agli studenti gli strumenti essenziali per una corretta interpretazione del sistema finanziario e del funzionamento dei mercati finanziari. In particolare, verranno fornite le basi fondamentali per la comprensione dell'intermediazione finanziaria, con particolare riguardo al ruolo delle banche nell'economia reale.

Gli obiettivi di apprendimento del corso possono essere così declinati:

a) Conoscenza e capacità di comprensione: al termine del corso lo studente avrà acquisito la conoscenza e la capacità di comprensione relative al funzionamento del sistema finanziario e dei mercati finanziari, alla regolamentazione finanziaria, all'economia degli intermediari finanziari.
b) Capacità di applicare conoscenza e comprensione: al termine del corso, lo studente sarà in grado di applicare la conoscenza e le abilità pratiche necessarie per descrivere le parti che compongono il sistema finanziario; identificare e quantificare i rischi finanziari a cui sono esposti gli intermediari finanziari; comprendere l'impatto della regolamentazione finanziaria sul sistema finanziario e su quello reale; argomentare il modello di business dei principali intermediari finanziari, conoscendone le attività e la gestione dei rischi.
c) Autonomia di giudizio: una volta appresi i principi di base del sistema finanziario, lo studente sarà in grado di comprendere ed interpretare con autonomia di giudizio il contenuto delle informazioni riguardanti il sistema finanziario e i mercati finanziari; il comportamento dei mercati finanziari rispetto ad eventi di carattere sistemico o riguardanti singoli emittenti; gli effetti sui mercati finanziari delle azioni dei policy makers; l'effetto di nuova informazione sulla valutazione degli strumenti finanziari.
d) Abilità comunicative: lo studente deve essere in grado di utilizzare la terminologia tecnica appropriata per comunicare e interagire con interlocutori che presentino gradi di conoscenza eterogenei sulle tematiche trattate durante il corso.
e) Capacità di apprendimento: lo studente deve dimostrare di avere acquisito gli strumenti logico-concettuali necessari per rafforzare la propria capacità di apprendimento in ambito finanziario e proseguire i propri studi in materia di analisi dei mercati finanziari.

Prerequisiti

Nessun prerequisito specifico

Contenuti

I contenuti del corso di Economia degli Intermediari Finanziari sono i seguenti:
1) Sistema finanziario e le crisi
2) Teoria dell’intermediazione finanziaria
3) Banca Centrale Europea e politica monetaria
4) Regolamentazione bancaria
5) Banche: struttura, modello di business, bilancio
6) I rischi dell'intermediazione finanziaria
7) Altri intermediari finanziari
8) Strumenti e mercati finanziari

Metodi didattici

Ferme restando le norme ai fini del distanziamento sociale causa COVID-19, L’attività didattica è articolata nel seguente modo:
1) Lezioni frontali finalizzate al miglioramento delle conoscenze e della capacità di comprensione degli studenti e svolte con il supporto sia delle slide che della classica lavagna; al fine di rafforzare la capacità comunicativa e l’autonomia di giudizio, gli studenti sono esortati a partecipare alla discussione con domande, considerazioni e riflessioni.
2) Studio individuale: gli studenti integrano le conoscenze e le abilità acquisite in aula con lo studio individuale del libro di testo e la lettura di documenti di approfondimento segnalati dal docente al fine di favorire autonome capacità di apprendimento.

Verifica dell'apprendimento

Lo studente verrà valutato tramite un esame finale scritto, più un colloquio orale.
L’esame finale sarà composto complessivamente da 5 domande a risposta aperta e 1 a risposta multipla per un tempo complessivo di 90 minuti.

Tramite la prova scritta si valuterà:
1) la capacità di argomentare le principali teorie finanziarie discusse durante il corso evidenziando capacità di approfondimento e comprensione della materia;
2) la capacità di utilizzare le conoscenze acquisite in modo integrato;
3) l’utilizzo di un linguaggio tecnico appropriato.

Il mancato raggiungimento di un punteggio pari a 18/30 comporta il mancato superamento dell’esame. La risposta corretta a tutte le domande comporta l’attribuzione di un punteggio pari a 30/30.

Una volta superato l'esame scritto, lo studente verrà convocato per un colloquio orale.

Testi

Nadotti, L., Porzio, C., Previati, Economia degli intermediari finanziari, McGraw-Hill (3° edizione)

Slide a cura del docente

Altre informazioni

Il corso verrà erogato per la metà dal Prof. Porzio, per l'altra metà dal Prof. Previtali

Mutuazioni