Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2017/2018
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in MANAGEMENT PUBBLICO
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
ORGANIZZAZIONE AZIENDALE (SECS-P/10)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Al termine del corso lo studente deve dimostrare di conoscere e saper comprendere le problematiche relative alle politiche e alle tecniche per la valutazione dei dirigenti nella pubblica amministrazione. Lo studente deve essere in grado di valutare in maniera autonoma i processi di (i) identificazione degli obiettivi che si vogliono raggiungere nella pubblica amministrazione in collegamento
con le risorse necessarie per conseguirli, con i potenziali rischi di
generazione di comportamenti inappropriati e illegali, con gli obblighi di una loro rendicontazione trasparente, (ii) fissazione dei valori attesi di risultato e scelta degli indicatori idonei a misurare l’attuazione di quanto programmato, (iii) assegnazione a strutture e persone dei vari gradi di responsabilità relativi alle azioni finalizzate al raggiungimento degli obiettivi e (iv) acquisizione, analisi e rappresentazione delle informazioni relative alle
attività messe in atto in rapporto ai target definiti in fase di
programmazione, al fine di poter effettuare correttamente un'analisi sulla valutazione della performance amministrativa nel suo complesso e quella di
ciascuna unità organizzativa rilevante.

Prerequisiti

È necessario avere acquisito e assimilato le conoscenze di base fornite dai corsi di “Scienza dell'amministrazione” e “Teoria e storia delle amministrazioni”.

Contenuti

I PARTE
• Persone, motivazioni e competenze (Costa & Giannecchini, 2013 (cap. 3));
• Gestire la performance (Costa & Giannecchini, 2013 (cap. 11); Rebora, 2014);
• Valutare le risorse umane (Costa & Giannecchini, 2013 (cap. 12); Vasilescu, 2014);
• Ricompensare le risorse umane (Costa & Giannecchini, 2013 (cap. 13)).

II PARTE
• Lo sviluppo delle teorie di public management in Italia (Aquino, 2012; Rebora, 2018);
• La valutazione dei dipendenti pubblici dalle riforme degli anni 90 alla riforma Brunetta, fino alle teorie sul New Public Management (NPM) e sul post NPM (Angiola & Marino, 2010; Camera dei deputati, 2018; Lazzara, 2012; Monda, 2009).

III PARTE
• La misurazione e la valutazione delle performance nel settore pubblico (PCM, 2017; Pessina, 2016);
• Caso studio: Progetto “Mappatura, valutazione e sviluppo delle competenze della PA” (SNA, 2017).

Metodi didattici

L’attività didattica del corso è organizzata in lezioni frontali, attività laboratoriali, lavoro individuale e di gruppo, studio di casi, testimonianze aziendali e project work.

Verifica dell'apprendimento

L’obiettivo della prova d’esame consiste nel verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati. L'esame è articolato in: Prova di verifica intermedia, Esame scritto, Esame orale. La Prova di verifica intermedia ha lo scopo di valutare lo studio della materia e la comprensione degli argomenti di base e ha carattere di selezione (lo studente che non mostri una sufficiente conoscenza degli argomenti non è ammesso alla prova finale); per superare la prova è necessario acquisire almeno 18 punti su 30. Il tempo previsto per la prova è di 1 ora. Non è consentito consultare testi o utilizzare PC, smartphone, calcolatrici. Stesse regole valgono per l'Esame scritto, che si svolge invece al termine del corso e non in itinere. A seguito delle prove scritte, è previste una prova orale nella quale sarà valutata la capacità di collegare e confrontare aspetti diversi trattati durante il corso.

Testi

Materiale didattico fornito dal docente e disponibile al link: https://drive.google.com/open?id=1lmj2zK99pXSp59D20xB3ErpDUdLR5q24

Angiola, N., & Marino, R. (2010). La valutazione dei dirigenti nelle amministrazioni pubbliche. La progettazione del modello bottom-up. Azienda Pubblica, 2, 253-276.
Aquino, S. (2013). “Aziendalizzazione”, nuova governance, e performance delle Amministrazioni Pubbliche: un confronto internazionale. Economia Aziendale Online, 3(3-4), 321-348.
Camera dei deputati (2018). La riforma del sistema di valutazione dei dipendenti pubblici.
Costa, G., & Gianecchini, M. (2013). Risorse umane: persone, relazioni e valore. McGraw-Hill.
Lazzara, S. (2012). La valutazione della dirigenza pubblica dopo la riforma Brunetta. Attuali assetti e criticità emergenti nelle Agenzie fiscali. Il caso dell’Agenzia del Territorio.
Monda, P. (2009). Valutazione e responsabilità della dirigenza pubblica nel d. lgs. n. 150/2009: l'applicazione a Regioni ed Enti locali. Istituzioni del federalismo: rivista di studi giuridici e politici, (5), 1067-1110.
PCM (2017). Linee guida per il Sistema di Misurazione e Valutazione della performance.
Pessina, E. A. (2016). Misurazione performance aziendali e valutazione della dirigenza. Azienda Pubblica, Vol. 4.
Rebora, G. (2014). La nuova riforma della PA e il fascino discreto del performance management.
Rebora, G. (2018). Public management: una prospettiva di scienza dell'organizzazione. Rivista italiana di public management, Vol. 1, n. 1.
SNA (2017). Mappatura, valutazione e sviluppo delle competenze della PA.
Vasilescu, C. (2014). La valutazione delle performance nella pubblica amministrazione: i sistemi di performance nei Comuni italiani capoluogo di provincia.

Altre informazioni