Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2017/2018
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in SCIENZE DELL'AMMINISTRAZIONE E DELL'ORGANIZZAZIONE
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
ECONOMIA AZIENDALE (SECS-P/07)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
12
Anno di corso: 
2
Docenti: 
STAIANO Catello
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
96

Obiettivi

L’obiettivo del corso è di fornire la conoscenza delle modalità di funzionamento, delle logiche, dei metodi e degli strumenti di gestione delle aziende pubbliche, favorendo la comprensione dei processi economici, dell'organizzazione delle risorse e della misurazione dei fatti amministrativi.
Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire i concetti di base riguardanti l'azienda pubblica, la sua struttura e la sua gestione, con particolare attenzione ai valori generati dalle operazioni di gestione e alle relative sintesi. Dovrà altresì sviluppare capacità interpretative dei valori aziendali, con specifico riferimento alle aziende pubbliche.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente svilupperà un'adeguata capacità di orientamento tra i vari profili di studio e le varie professionalità attinenti all'operare delle amministrazioni e aziende del settore pubblico. Al termine del corso, lo studente sarà in grado di riconoscere le peculiarità delle aziende pubbliche, interpretare la dinamica aziendale mediante modelli di analisi dei valori, saprà utilizzare gli strumenti ed i metodi dell’economia aziendale, i sistemi contabili e di controllo.
Autonomia di giudizio: al termine del corso lo studente deve essere in grado di individuare i modelli appropriati di rappresentazione della dinamica aziendale da applicare alle specifiche operazioni di gestione e di discriminare i valori in funzione della loro natura.
Abilità comunicative: lo studente deve essere in grado di esprimere e descrivere qualitativamente e quantitativamente, in modo chiaro ed efficace, le caratteristiche e la dinamica della gestione delle aziende pubbliche utilizzando con padronanza il lessico tecnico relativo ai temi trattati durante il corso.
Capacità di apprendimento: lo studente deve dimostrare una buona capacità di apprendimento dei modelli di rappresentazione della complessa dinamica operativa e decisionale dei processi aziendali. Lo studente dovrà, inoltre, dimostrare di saper applicare le conoscenze maturate a casistiche specifiche di operazioni aziendali nel contesto pubblico.

Prerequisiti

.

Contenuti

L’analisi dell’economia, del management e della contabilità delle aziende pubbliche costituirà il nucleo fondamentale del corso. A tal fine, gli argomenti oggetto di studio saranno i seguenti: nella prima parte del corso (24 ore) si approfondiranno: le funzioni e le peculiarità delle istituzioni pubbliche; il finanziamento e la produzione del valore pubblico; nella seconda parte (24 ore): il management e il passaggio dalle logiche di government a quelle di governance; gli assetti istituzionali e organizzativi; l’accountability; la valutazione delle performance e il performance management; nella terza parte (24 ore): i sistemi contabili, di bilancio e il sistema informativo aziendale; la funzione autorizzatoria della contabilità finanziaria; la programmazione e la pianificazione; nella quarta parte (24 ore): i sistemi dei controlli interni ed esterni delle amministrazioni e aziende pubbliche.

Metodi didattici

Lezioni frontali e casi studio

Verifica dell'apprendimento

L’effettiva acquisizione da parte degli studenti dei risultati di apprendimento attesi è accertata mediante lo svolgimento di una prova scritta ed una prova orale.
La prova scritta dura 1 ora e 15 minuti. Lo studente deve rispondere a delle domande a risposta aperta e/o a scelta multipla, nonché svolgere alcuni esercizi.
Il punteggio della prova scritta è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi.
Al termine della prova scritta, lo studente può facoltativamente decidere di sostenere la prova orale, salvo che non abbia conseguito un voto superiore a 26/30. In quest’ultimo caso, lo studente deve obbligatoriamente sostenere la prova orale, salvo che non decida di rinunciare all’orale ed accettare 26/30 come voto definitivo dell’esame.
Per superare l'esame, lo studente deve riportare un voto non inferiore a 18/30.
Lo studente consegue il voto di 18/30, quando dimostrare di aver acquisito una conoscenza sufficiente degli argomenti oggetto di approfondimento nel corso. Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, lo studente deve invece dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso.

Testi

Mussari R. (2017), ECONOMIA DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE, MCGRAW-HILL, MILANO.
IFEL (2015), L'armonizzazione dei sistemi contabili. Verso l'attuazione della riforma, ANCI

Altre informazioni

.