Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2017/2018
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni in GIURISPRUDENZA
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
DIRITTO COMMERCIALE (IUS/04)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
14
Anno di corso: 
3
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
112

Obiettivi

Gli obiettivi formativi consistono nell’acquisizione da parte dello studente di conoscenze degli istituti del diritto dell’impresa e della sua crisi e del diritto delle società e delle loro interrelazioni.
Risultati di apprendimento attesi conformemente ai descrittori di Dublino:
Al termine del corso lo studente dovrà dimostrare di aver conseguito le seguenti conoscenze, capacità e attitudini:
1.Conoscenza e capacità di comprensione
-conoscenza della disciplina dell’attività di impresa in relazione alla sua organizzazione e al suo svolgimento nel mercato;
-conoscenza della disciplina delle società, in special modo di capitali, in relazione a: procedimenti di costituzione; struttura finanziaria e struttura organizzativa; operazioni straordinarie e procedimento di scioglimento e liquidazione; fenomenologia dei gruppi;
-conoscenza della disciplina della crisi di impresa e delle procedure concorsuali, con speciale riguardo ai profili di diritto sostanziale;
-comprensione degli interessi sostanziali sottostanti ai singoli istituti e delle principali problematiche che vi sono connesse;
-capacità di fare collegamenti tematici e dimestichezza con le dinamiche del diritto dell’impresa e delle società;
2.Capacità di applicare conoscenza e comprensione
-capacità di interpretare le norme con criterio sistematico e di tradurre in chiave applicativa le nozioni acquisite e la disciplina normativa studiata, così da poter valutare criticamente gli istituti studiati. Tale capacità sarà fatta acquisire attraverso il costante riferimento, durante le lezioni, alla giurisprudenza e a casi pratici e mediante la costante sollecitazione degli studenti a esprimere commenti e opinioni sulla casistica loro esemplificativamente sottoposta.
3.Autonomia di giudizio
- capacità di elaborare e approfondire in modo autonomo le conoscenze acquisite e di conseguire, nel tempo, una sempre più elevata capacità critica e di giudizio, così da poter impostare e affrontare anche questioni teorico-pratiche non precipuamente trattate e saper argomentare soluzioni.
A tal fine lo studente necessiterà di aver introiettato gli interessi e le logiche coinvolti nelle discipline studiate, che pertanto saranno sempre oggetto di attenzione privilegiata. Il conseguimento della capacità anzidetta sarà agevolato dal coinvolgimento degli studenti in discussioni e dibattiti durante le lezioni.
4.Abilità comunicative
- capacità di dialogare e comunicare oralmente in modo chiaro ed efficace, sia con persone non esperte di diritto, sia con specialisti di materie giuridiche e con operatori economici.
All’uopo saranno sollecitati interventi orali durante le lezioni, sia invogliando gli studenti a porre domande, sia coinvolgendoli nei ripetuti dibattiti.
5.Capacità di apprendimento
- capacità di rendersi autonomi nell’approfondire le materie studiate anche nei loro profili più complessi e specialistici;
-capacità di accedere alle fonti normative, la giurisprudenza e la dottrina e adeguatamente indirizzare la ricerca delle fonti in relazione alle tematiche da approfondire.
A tale fine, durante le lezioni, si provvederà a indicare agli studenti materiale di approfondimento, invogliandoli a corredare lo studio con la consultazione della giurisprudenza e con letture di dottrina.
Su tematiche di particolare rilievo, saranno anche organizzati seminari teorico-pratici nei quali sarà dato ampio spazio alla consultazione di materiale integrativo, con commenti di brani di sentenze e di dottrina.

Prerequisiti

Per comprendere il contenuto delle lezioni e dei seminari e confrontarsi adeguatamente con il materiale didattico, così da poter raggiungere gli obiettivi formativi del corso, lo studente dovrà aver acquisito conoscenze di base degli istituti e dei principi del diritto privato.

Contenuti

INTRODUZIONE DEL CORSO E INTRODUZIONE AL DIRITTO COMMERCIALE(1 ora).
1)IL DIRITTO DELL’IMPRESA(27 ore).
1.1)L’imprenditore e l’impresa in generale(3 ore).
1.2)Le categorie di imprenditori(5 ore).
1.3)Gli statuti dell’imprenditore(6 ore).
1.4)L’attività negoziale dell’impresa(3 ore).
1.5)L’azienda(3 ore).
1.6)La concorrenza e la disciplina Antitrust(5 ore).
1.7)Le forme di integrazione tra imprese(2 ore).
2)IL DIRITTO DELLE SOCIETÀ(62 ore).
2.1)Le società in generale(4 ore).
Contratto di società.Conferimenti,oggetto sociale e scopo.Nozione di capitale sociale.Società di fonte non contrattuale;di fatto;occulta;apparente.Società e altri enti esercenti attività di impresa.Società lucrative e mutualistiche; società senza scopo di lucro e società di diritto speciale.Società di persone e di capitali.Altre classificazioni.Partecipazione di società in società.
2.2)Le società di persone(6 ore).
Società semplice e società in nome collettivo:atto costitutivo e sue modifiche.Struttura organizzativa:decisioni dei soci, amministrazione e legale rappresentanza.Struttura finanziaria:conferimenti e capitale.Utili e perdite.Responsabilità patrimoniale dei soci.Creditore particolare del socio.Scioglimento del rapporto limitatamente al singolo socio.Scioglimento e liquidazione.Società in accomandita semplice.Soci accomandatari e accomandanti.
2.3)Le società di capitali:introduzione(1 ora).
2.3.a)La società per azioni(35 ore).
Caratteri tipologici e modelli socio-economici.Società che non fanno ricorso al mercato del capitale di rischio e società che vi fanno ricorso.Costituzione per atto simultaneo e per pubblica sottoscrizione.Nullità della società.Struttura finanziaria:conferimenti, patrimonio, capitale, riserve.Azioni;obbligazioni;strumenti finanziari partecipativi.Struttura organizzativa.Sistema tradizionale:assemblea;invalidità delle deliberazioni;amministrazione e legale rappresentanza;controlli:collegio sindacale e revisore legale dei conti;controllo giudiziario;sistema dualistico e monistico.Responsabilità degli organi.Scritture contabili.Libri sociali.Bilancio:nozioni e funzioni; struttura e composizione.Utili e dividendi.Modifiche dello statuto.Diritto di recesso del socio.Operazioni sul capitale.Patrimoni destinati ad uno specifico affare.
2.3.b)La società a responsabilità limitata(8 ore).
Caratteri tipologici e modelli socio-economici.Costituzione.Struttura finanziaria:conferimenti;quote di partecipazione;titoli di debito.Struttura organizzativa.Assemblea e decisioni dei soci.Amministrazione e legale rappresentanza.Controlli.Modifiche dello statuto.Recesso e esclusione.Nuovi modelli di s.r.l.
2.4)Lo scioglimento e la liquidazione delle società di capitali(1 ora).
2.5)La fenomenologia dei gruppi e la direzione e il coordinamento(1 ora).
2.6)La società mutualistiche e le mutue assicuratrici(3 ore).
2.7)Le operazioni straordinarie(3 ore)
3)LA CRISI DELL’IMPRESA E LE PROCEDURE CONCORSUALI(22 ore)
3.1)Il Codice della crisi e dell’insolvenza:introduzione(1).
3.2)L’allerta e la composizione assistita della crisi(1).
3.3)Il concordato preventivo(3).
3.4)La liquidazione giudiziale(7).
3.5)I piani attestati di risanamento e gli accordi di ristrutturazione dei debiti(2).
3.6)Le procedure di composizione delle crisi da sovraindebitamento(3).
3.7)Le disposizioni relative ai gruppi di imprese(1).
3.8)La liquidazione coatta amministrativa(1).
3.9)I rapporti con le procedure penali(1).
3.10)L’amministrazione straordinaria delle grandi imprese insolventi(2)

Metodi didattici

Lezioni frontali, con l’ausilio di materiale didattico, integrate da seminari

Verifica dell'apprendimento

La verifica dell’apprendimento si articola in una prova orale durante la quale lo studente dovrà rispondere ad una serie di quesiti su argomenti eterogenei nell’ambito di quelli oggetto del corso.
Per ottenere il punteggio minimo, lo studente dovrà dimostrare l’acquisizione di
1.Conoscenze e capacità di comprensione relativamente:
-allo statuto dell’imprenditore;
-all’assetto organizzativo e ai meccanismi di funzionamento delle società;
-allo svolgimento delle procedure concorsuali.
Sarà altresì richiesto allo studente di commentare articoli di legge e decisioni giurisprudenziali per dimostrare:
2.Capacità di applicare conoscenza e comprensione, in quanto in grado di:
-confrontarsi con le norme di riferimento e individuare gli interessi che vi sono sottesi e fare collegamenti tra norme e istituti;
-relazionare le nozioni teoriche con i casi della pratica.
La valutazione terrà conto non solo dell’esattezza delle risposte, ma anche, al fine di assegnare voti superiori a quello minimo, del grado di completezza e chiarezza dell’esposizione e della ampiezza e puntualità dei collegamenti tematici.
Per il raggiungimento di un più elevato punteggio, fino al raggiungimento del punteggio massimo, saranno sottoposti allo studente quesiti di tipo casistico, rispetto ai quali lo studente dovrà dimostrare:
3.Autonomia di giudizio, in quanto in grado di:
-individuare i profili di problematicità;
-argomentare le soluzioni.
4.Abilità comunicative, in quanto in grado di:
-esprimersi oralmente con piena proprietà di linguaggio;
-usare con naturalezza il lessico tecnico-giuridico;
-esprimere con chiarezza questioni e concetti complessi;
5.Capacità di apprendimento, in quanto abbia:
-integrato il contenuto delle lezioni e del manuale, consultando, durante la preparazione, decisioni giurisprudenziali e testi dottrinali di confronto e approfondimento.

Testi

Alternativamente:
-VINCENZO BUONOCORE (a cura di), Manuale di diritto commerciale, Giappichelli, Torino, ultima edizione, relativamente agli argomenti in programma;
-GIAN FRANCO CAMPOBASSO, Diritto commerciale, vol I, II, III, UTET, Torino, ultima edizione, relativamente agli argomenti in programma;
-M.CIAN (a cura di), Diritto commerciale, vol. I, II, III, IV, Giappichelli, Torino, ultima edizione, relativamente agli argomenti in programma.
Lo studio dell’esame deve essere accompagnato ed integrato dalla lettura di un codice civile (e delle leggi complementari in special modo avendo riguardo alle ultime modifiche normative).

Altre informazioni

Propedeuticità: ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO.