Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2017/2018
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Opzionale
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in MANAGEMENT DELLE IMPRESE TURISTICHE
Crediti: 
9
Anno di corso: 
3
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72

Obiettivi

Obiettivi formativi
L’obiettivo del corso è di studiare i fondamenti dell’economia del benessere e gli aspetti fondamentali del fallimento del mercato e della crisi dello Stato riguardo al Welfare State al fine di illustrare le caratteristiche principali del nonprofit nelle società moderne, con particolare enfasi sulle attività non profit in organizzazioni formali anche connesse ai mercati turistici e delle attività culturali.
1.Conoscenza e capacità di comprensione
- Conoscere e sapere comprendere gli aspetti di base della dinamica dell’economia del non profit.
- Conoscere e sapere comprendere gli aspetti teorici e metodologici dell’economia del non profit.
2.Capacità applicative
- Sapere applicare le conoscenze acquisite per comprendere gli eventi economici riguardanti il non profit, incluso il non profit inerente il mercato turistico e delle attività culturali.
- Sapere applicare le conoscenze acquisite per comprendere l’intervento pubblico nel non profit, incluso il non profit attinente al mercato turistico e delle attività culturali.
3.Autonomia di giudizio
- Essere in grado di formulare un proprio giudizio riguardo alle problematiche affrontate dal non profit, incluso il non profit attinente al mercato turistico e delle attività culturali.
- Essere in grado di prendere decisioni sulla base degli aspetti teorici e metodologici riguardanti il settore non profit.
4.Abilità comunicative
- Sapere comunicare in maniera efficace informazioni e idee nonché discutere problemi e avanzare soluzioni riguardo ai temi fondamentali dell’economia sociale.
5.Capacità di apprendere
- Avere la capacità di attingere da diverse fonti bibliografiche sia in italiano sia in inglese, nell’intento di acquisire nuove competenze.
- Avere la capacità di apprendimento necessarie ad intraprendere studi successivi, quali corsi di laurea magistrale.
-Avere la capacità di apprendimento necessarie ad affrontare problemi che si presentano nella gestione delle imprese turistiche e delle organizzazioni che si occupano di eventi e delle attività culturali.

Prerequisiti

Si assume la familiarità degli studenti con gli strumenti di microeconomia di livello base, la rappresentazione grafica dei fenomeni economici e le nozioni di algebra.

Contenuti

Economia del benessere e fallimenti del mercato. La spesa sociale e il fallimento dello Stato. Economia politica del nonprofit. Il Terzo Settore

Metodi didattici

In coerenza con gli obiettivi formativi, l’organizzazione dell’attività didattica è così articolata: lezioni frontali, 72 ore.
Modulo I: economia del benessere, fallimenti del mercato e scelte pubbliche (24 ore) (3 cfu).
Modulo II: Welfare State e relativa crisi (16 ore) (2 cfu).
Modulo III: economia del nonprofit e Terzo settore (40 ore)(4 cfu).

Verifica dell'apprendimento

In coerenza con gli obiettivi formativi, la modalità di verifica dell’apprendimento consiste in una prova scritta e una prova orale. Non sono previste prove intermedie durante l’erogazione del corso. La prova scritta , di 50 minuti,si articola in tre domande aperte relative agli argomenti trattati. Durante la prova scritta non è consentito consultare testi e appunti o utilizzare supporti informatici (quali ad esempio smartphone, tablet, pc, ecc.). Essa è propedeutica per l’esame orale. La prova orale è finalizzata a valutare la capacità di collegare e confrontare aspetti diversi trattati durante il corso.
Il punteggio è attribuito mediante voto in trentesimi. La prova è superata se si consegue un voto minimo di 18 su 30. Il giudizio finale tiene conto dei seguenti elementi:
1. Conoscenze e capacità di comprensione, apprendimento e applicazione.
2. Autonomia di giudizio.
3. Abilità comunicative.

Testi

Rosen H.S., Gayer T. (2018), Scienza delle finanze, McGraw Hill Education, Milano. Capp. 3, 4, 5, 6.
Bosi P. (2019). Corso di Scienza delle finanze, il Mulino, Bologna, Cap. VIII.
Musella M., D’Acunto S. (2004). Economia politica del nonprofit, Giappichelli editore, Torino.
Fiorillo D., Nappo N., (2015), Determinanti ed effetti del volontariato: un profilo economico, Cacucci, Bari. Capitolo I.
Materiale distribuito durante il corso

Altre informazioni