Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2017/2018
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in MANAGEMENT DELLE IMPRESE TURISTICHE
Settore disciplinare: 
ORGANIZZAZIONE AZIENDALE (SECS-P/10)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
9
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72

Obiettivi

Sviluppare conoscenza e capacità di comprensione applicate al comportamento delle persone, al coordinamento efficiente del lavoro e alla progettazione organizzativa delle aziende che operano nel settore turistico.

Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire i concetti di base riguardanti l’organizzazione delle imprese turistiche, con particolare attenzione all’attore organizzativo e alle sue possibili modalità di azione, all’interazione tra i deversi attori e ai meccanismi di coordinamento, nonché alle possibili configurazioni organizzative. Lo studente dovrà altresì essere in grado di individuare e comprendere le principali problematiche organizzative che caratterizzano le organizzazioni turistiche, nonché le differenti modalità di strutturazione degli attori e delle attività e le diverse combinazioni di meccanismi di coordinamento.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente sarà in grado di orientarsi nelle scelte di diagnosi e di progettazione organizzativa delle organizzazioni turistiche. L’analisi critica dei diversi meccanismi di coordinamento e delle forme di organizzazione consentirà allo studente di progettare il lavoro e le organizzazioni che operano nel settore turistico adottando anche configurazioni “su misura”.

Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà dimostrare di aver sviluppato una capacità critica per l’analisi delle problematiche organizzative e per l’individuazione del mix di meccanismi di coordinamento e delle possibili configurazioni organizzative ritenuti più idonei alla risoluzione di problematiche che caratterizzano le organizzazioni turistiche.

Abilità comunicative: Lo studente deve essere in grado di rispondere in modo chiaro, cogente e esaustivo sia alle domande della prova scritta, sia alle domande della prova orale. Attraverso la presentazione dei “project work”, lo studente svilupperà, inoltre, la capacità di comunicare in modo chiaro e sintetico il risultato delle proprie analisi.

Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà dimostrare una buona capacità di apprendimento riuscendo ad approfondire le proprie conoscenze anche su riferimenti bibliografici pertinenti e di rilievo per il campo oggetto di studio. Lo studente avrà modo di applicare le conoscenze acquisite in corsi precedenti integrandole alle ulteriori competenze professionalizzanti che caratterizzano il corso.

Prerequisiti

È necessario avere acquisito e assimilato le conoscenze di base fornite dai corsi di “economia aziendale” e “microeconomia” tipicamente insegnate al primo anno delle lauree triennali in discipline economico-aziendali.

Contenuti

Parte prima: configurazione dell’attore (12 ore)
Configurazione dell’attore: conoscenze e decisione; competenze e motivazione.
Parte seconda: meccanismi di coordinamento (12 ore)
I meccanismi di coordinamento: prezzo e voto; autorità e agenzia; gruppi; norme e regole.
Parte terza: organizzazione del lavoro e GRU (12 ore)
Forme di organizzazione: un modello generale di analisi e configurazione dell’organizzazione; la gestione delle risorse umane.
Parte quarta: progettazione organizzativa (12 ore)
Organizzazione del lavoro: strutture; organizzazione dell’impresa.
Parte quinta: assetti inter-organizzativi nel settore turistico (12 ore)
Le reti tra imprese. Reti tra imprese e sistemi informativi inter-organizzativi.
Parte sesta: le tipologie di organizzazioni nel turismo (12 ore)
Modelli organizzativi delle catene alberghiere; organizzazione degli eventi.

Metodi didattici

Lezioni frontali durante le quali si cercherà di sviluppare la capacità degli studenti di applicare le conoscenze teoriche a situazioni concrete. Per questo motivo il docente introdurrà la teoria sull’argomento in oggetto ed ai partecipanti sarà richiesto di discutere attivamente anche attraverso la presentazione di casi o la partecipazione a simulazioni. Facoltativamente gli studenti possono partecipare a lavori di analisi di casi in gruppo (“project work”).

Verifica dell'apprendimento

L’obiettivo della prova d’esame consiste nel verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati. L’esame si divide in due parti, una prova scritta composta da 4 domande aperte da 5 punti ciascuna ed 1 domanda aperta da 10 punti (max 30/30) ed una prova orale obbligatoria (max 30/30), che avranno luogo in giorni diversi. Tutti coloro che superano la prova scritta con una valutazione almeno pari a 18/30 sostengono l'esame orale. Il tempo a disposizione per la prova scritta è di circa un’ora. Il voto finale contempla l'esito delle due prove (scritta e orale). Una parte della valutazione finale può essere costituita dalla valutazione dei lavori in gruppo.

Testi

Grandori A. (1999) Organizzazione e comportamento economico. Bologna: Il Mulino.
(Gli argomenti trattati nel capitolo 7 non fanno parte del programma)
Dispense a cura del docente sui seguenti temi: “reti tra imprese e sistemi informativi inter-organizzativi”, “modelli organizzativi delle catene alberghiere”, e “organizzazione degli eventi”.

Altre informazioni