Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2017/2018
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in MANAGEMENT PUBBLICO
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
ECONOMIA AZIENDALE (SECS-P/07)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
10
Anno di corso: 
1
Docenti: 
STAIANO Catello
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
80

Obiettivi

L’obiettivo del corso è di fornire la conoscenza dei sistemi informativo-contabili in uso nella Pubblica Amministrazione: sistemi di contabilità finanziaria e di contabilità economico-patrimoniale.
Il corso si propone di sviluppare la capacità dello studente di raccogliere e interpretare le informazioni che derivano dalla contabilità ritenute utili a formulare giudizi autonomi sui processi aziendali e sui risultati economici, finanziari e patrimoniali dell’attività aziendale; a comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni ai propri interlocutori; a sviluppare quelle capacità di apprendimento che saranno necessarie per intraprendere studi successivi con un elevato grado di autonomia.

Prerequisiti

Contenuti

Conoscenza e capacità di comprensione
Al termine del corso lo studente deve aver acquisito la conoscenza della contabilità nella pubblica amministrazione. Le conoscenze e capacità di comprensione sono conseguite mediante lo svolgimento di lezioni frontali e di esercitazioni. La modalità di verifica di tali conoscenze e capacità consiste nello svolgimento di esercitazioni.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Il corso si propone di sviluppare la capacità dello studente di raccogliere e interpretare le informazioni che derivano dalla contabilità ritenute utili a formulare giudizi autonomi sui processi aziendali e sui risultati dell’attività aziendale; a comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni ai propri interlocutori; a sviluppare quelle capacità di apprendimento utili ad intraprendere studi successivi con un elevato grado di autonomia. Le capacità di applicare conoscenza e comprensione sono sviluppate mediante lo svolgimento di lezioni frontali e di esercitazioni. La modalità di verifica di tali capacità di applicare conoscenza e comprensione consiste nello svolgimento di esercitazioni.
Autonomia di giudizio
Al termine del corso, lo studente sarà in grado di raccogliere e interpretare le informazioni della contabilità ritenute utili a determinare giudizi autonomi necessari a supportare i processi decisionali che hanno luogo in azienda. L’autonomia di giudizio viene sviluppata e testata attraverso lo svolgimento di esercitazioni.
Abilità comunicative
Al termine del corso, lo studente sarà in grado di interpretare i dati della contabilità finanziaria e della contabilità economico-patrimoniale ritenuti utili per comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni ai propri interlocutori. Le abilità comunicative sono sviluppate tramite esercitazioni. La verifica dell’acquisizione delle abilità comunicative avviene tramite la valutazione della capacità espositiva e argomentativa dello studente, della sua efficacia comunicativa, della correttezza terminologica in occasione della prova di esame.
Capacità di apprendimento
Al termine del corso, lo studente avrà maturato capacità di apprendimento che saranno necessarie per intraprendere studi successivi con un elevato grado di autonomia. Le capacità di apprendimento sono conseguite e testate nell'ambito delle lezioni frontali, tramite esercitazioni pratiche e valutate attraverso lo svolgimento della prova di esame.

Metodi didattici

Lezione frontale, esercitazioni.

Verifica dell'apprendimento

L’effettiva acquisizione da parte degli studenti dei risultati di apprendimento attesi è accertata mediante lo svolgimento di una prova scritta ed una prova orale.
La prova scritta dura 1 ora e 15 minuti. Lo studente deve rispondere a delle domande a risposta aperta e/o a scelta multipla, nonché svolgere alcuni esercizi.
Il punteggio della prova scritta è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi.
Al termine della prova scritta, lo studente può facoltativamente decidere di sostenere la prova orale, salvo che non abbia conseguito un voto superiore a 26/30. In quest’ultimo caso, lo studente deve obbligatoriamente sostenere la prova orale, salvo che non decida di rinunciare all’orale ed accettare 26/30 come voto definitivo dell’esame.
Per superare l'esame, lo studente deve riportare un voto non inferiore a 18/30.
Lo studente consegue il voto di 18/30, quando dimostrare di aver acquisito una conoscenza sufficiente degli argomenti oggetto di approfondimento nel corso. Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, lo studente deve invece dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso.

Testi

Puddu L. (a cura di) (2013), IL BILANCIO CONSOLIDATO DEGLI ENTI LOCALI, ODCEC Ivrea, Pinerolo, Torino
IFEL (2015), L'armonizzazione dei sistemi contabili. Verso l'attuazione della riforma, ANCI

Altre informazioni