Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2017/2018
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Tipo di attività: 
Opzionale
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in MARKETING E MANAGEMENT INTERNAZIONALE
Settore disciplinare: 
ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (SECS-P/08)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Il corso si propone di introdurre i concetti di Business Ethics e Corporate Social Responsibility (CSR), evidenziando il rilievo degli stessi nella moderna economia. A tal fine saranno forniti gli strumenti idonei ad accrescere le capacità di analisi degli studenti, affinché essi siano in grado di identificare, giudicare in maniera critica e risolvere i dilemmi etici che influenzano la vita degli individui, delle organizzazioni e delle società complessivamente intese. Una particolare attenzione sarà, poi, riservata al modo in cui credi e valori (cultura dei contesti) impattano, non soltanto, sulla percezione di ciò che “è giusto” e ciò che “è sbagliato”, ma anche sulla capacità di individui ed imprese di rispettare norme e pratiche vigenti in una determinata collettività. In tal senso, l’esistenza di “gap etici” a livello globale sarà interpretata alla luce delle diversità che caratterizzano le differenti aree-paese e la loro risoluzione come il risultato dell’applicazione di principi di assolutismo o relativismo etico. Una volta metabolizzate le determinanti sottese all’agire “socialmente responsabile” delle imprese, i concetti di Social Entrepreneurship e Social Innovation saranno approfonditi nell’ambito degli inquadramenti teorici proposti nel corso delle lezioni, identificando nell’orientamento socialmente responsabile degli attori il driver principale di queste particolari forme di imprenditorialità.
Gli obiettivi di apprendimento del corso possono essere così declinati:
Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente dovrà essere in grado di comprendere ed analizzare i principi etici che guidano le scelte degli individui e delle imprese nei moderni scenari competitivi. Essi dovranno altresì essere capaci di operare un distinguo tra etica e responsabilità sociale evidenziando differenze e sovrapposizioni concettuali tra essi esistenti.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: al termine del corso, lo studente sarà in grado, non soltanto di riconoscere le diverse tipologie di dilemmi etici, ma anche di individuare la soluzione più idonea per una loro risoluzione e gestione. Analogamente, egli sarà in grado di comprendere le ragioni sottese alla diversità negli stili manageriali che caratterizzano le imprese operanti a livello globale.
Autonomia di giudizio: una volta appresi i principali contributi teorici in tema di Etica e di Responsabilità Sociale, lo studente sarà in grado di valutare criticamente il comportamento di individui, imprese ed istituzioni e l’impatto sociale scaturente dalle scelte adottate a ciascun livello. In tal senso, il riferimento ad evidenze empiriche concrete, fornirà il background per l’avvio di fruttuosi confronti su specifici argomenti di discussione, questi ultimi connessi al tema della Corporate Social Responsibility, dell’imprenditorialità sociale e della social innovation.
Abilità comunicative: lo studente deve essere in grado di rispondere in modo chiaro ed esaustivo sia alle domande della prova scritta sia a quelle dell’eventuale prova orale.
Capacità di apprendimento: lo studente deve dimostrare una buona capacità di apprendimento riuscendo ad approfondire le proprie conoscenze su riferimenti bibliografici pertinenti e di rilievo per il campo oggetto di studio. Lo studente dovrà, inoltre, dimostrare di saper applicare le conoscenze maturate a problematiche gestionali all’agire delle imprese a livello globale e alla risoluzione di dilemmi etici.

Prerequisiti

L’insegnamento è indirizzato agli studenti iscritti al corso di laurea di II livello in Marketing E Management Internazionale (classe LM-77) e richiede che i discenti abbiano appreso i contenuti base di economia e gestione delle imprese e dei loro processi di internazionalizzazione. La metabolizzazione delle nozioni proposte trova supporto nelle conoscenze acquisite nell’ambito degli studi di Cross Cultural Management.

Contenuti

I principali argomenti trattati al corso saranno: Etica e morale nel pensiero filosofico – Dilemmi etici – Teorie etiche – Processi decisionali - Etica e globalizzazione– Business Ethics e cultura nazionale – Le influenze della religione sul comportamento etico – Processi di Internazionalizzazione delle imprese: Assolutismo vs Relativismo etico – L’ interpretazione dei “gap” etici – Corporate Social Responsibility – Shareholder vs Stakeholder Approach – Il business Model Canvas – Social Entrepreneurship – Social Innovation - Evidenze Empiriche.

Metodi didattici

Il corso sarà organizzato in lezioni frontali e presentazione e discussione di articoli in lingua inglese.

Verifica dell'apprendimento

L’esame verterà su un colloquio orale volto ad un’esaustiva valutazione dei livelli di apprendimento raggiunti su tutti gli argomenti trattati. Gli studenti frequentanti presenteranno un project work, parte integrante della valutazione finale.

Testi

Canestrino R.; Magliocca P. (2017), Managing Business Ethics in a Global Environment: the Impact of Cultural Diversities in Presenza A. and Sheehan L. R. (2017), Geopolitics and Strategic Management in the Global Economy, IGI-Global, pp. 137-169, ISBN13: 9781522526735
Baccarani C., Giaretta E. (2012), Quesiti sull’etica d’impresa, in Baccarani C., Brunetti F., Giaretta E. (a cura di) (2010), Il Governo dell’Impresa tra principi, modelli, tecniche e prassi, Giappichelli Editore, Torino.
Giaretta E. (2000), Business Ethics e scelte di prodotto, CEDAM, Padova (Capitolo 1 – pag. 1-107).
Mariano L. (2008), Responsabilità Etica d’Impresa. Teoria e Buone Prassi, Liguori Editore, Napoli (Capitolo 2, Sezione I e Sezione II).
Letture di Approfondimento
Canestrino R.; Magliocca P., Nigro C. (2016), Understanding Medical Tourism within the field of Neo-Institutionalism: an ethical insight, International Journal for Environment and Health, vol.8, issue 1, pp. 76-99; ISSN: 1743-4955
Canestrino R., Magliocca P., Guarino A. (2016), Environmental Sustainability and Organic Wine Production: Evidences from Italian Industry, Mercati e Competitività, 2/2016, pp. 83-111.
Canestrino R.; Magliocca P.; Nigro C. (2015), Drivers and Implications of Medical Tourism: a neo-institutional perspective, in “Sinergie” – The Italian Journal of Management, 33 (97), pp. 271-289.
Canestrino R. Battisti E.; Bonfanti A.; Castellani P.; Pasqualino L.; Rossato, C. (2015), Do the Investments in Architectural Design help Companies to be more Sustainable? Findings from an Exploratory Study, Conference Book of Proceedings of 8th Annual Conference of the Euromed Academy of Business “Innovation, Entrepreneurship and Sustainable Value Chain in a Dynamic Environment”, University of Verona, September 16-18, 2015, Proceedings edited by Demetris Vrontis, Yaakov Weber and Evangelos Tsoukatos, EuroMed Press, pp. 205-218; ISBN: 978-9963-711-37-6
Carroll A.B. (1991), The Pyramid of Corporate Social Responsibility: Toward the Moral Management of Organizational Stakeholders, Business Horizon, July-August
Huybrechts, B., & Nicholls, A. (2012). Social entrepreneurship: definitions, drivers and challenges. Social entrepreneurship and social business, 31-48
Kerlin, J. A. (2006). Social enterprise in the United States and Europe: Understanding and learning from the differences. Voluntas: International Journal of Voluntary and Nonprofit Organizations, 17(3), 246
Mair, J., & Marti, I. (2006). Social entrepreneurship research: A source of explanation, prediction, and delight. Journal of World Business, 41(1), 36-44
Tan, W. L., Williams, J., & Tan, T. M. (2005). Defining the ‘social’ in ‘social entrepreneurship’: Altruism and entrepreneurship. International Entrepreneurship and Management Journal, 1(3), 353-365
Canestrino R., Bonfanti A., Magliocca P. (2017), “Dallo Sviluppo Sostenibile all’inclusione sociale: le esperienze imprenditoriali italiane” in Quaderni di Economia Sociale 2 (2017), pp. 40-50 ISSN: 2421-0315
Canestrino R.; Ferulano E., Magliocca P., Pierro B. (2016), Trasformare l’utopia in realtà mediante percorsi di Social Innovation: l’esperienza di Chikù a Scampia, Quaderni di Economia Sociale, 2(2016), pp. 51-58 ISSN: 2421-0315
Canestrino R., Bonfanti A., Oliaee L., (2015), Managing Knowledge for “Corporate Social Innovation”: a cross-cultural comparison between Italian and Iranian firms, in Spencer JC; Schiuma G., Albino V. (2015), Culture, Innovation and Entrepreneurship: connecting the knowledge dots, (Conference Proceedings), IFKAD 2015, ISBN: 978-88-96687-07-9; ISSN: 2280- 787X
Burkett I. Using the Business Model Canvas for Social Enterprise Design, download from https://mbs.edu/getmedia/91cc0d01-3641-4844-b34c-7aee15c8edaf/Business-M...
Ulteriore materiale didattico (testi/dispense di riferimento e articoli) potrà essere indicato durante le lezioni

Altre informazioni

Il contenuto del corso può essere scomposto in più blocchi di lezione, la cui durata dipenderà dal livello di preparazione degli studenti e dalla loro familiarità con i concetti-base di economia e gestione delle imprese. In generale, il corso sarà articolato come segue:
I blocco (22 ore):
Etica e morale nel pensiero filosofico – Business Ethics: le prospettive teoriche a favore e contrarie egli approcci etici nel business – Dilemmi etici – Teorie etiche – Processi decisionali
II blocco (12 ore):
I comportamenti etici delle imprese: l’impatto dell’etica sulle attività di impresa – Etica e globalizzazione – Etica e sviluppo socio-economico dei paesi – Business Ethics e cultura nazionale – Le influenze della religione sul comportamento etico
III blocco (14 ore):
Processi di Internazionalizzazione delle imprese: Assolutismo vs Relativismo etico – L’ interpretazione dei “gap” etici – Corporate Social Responsibility – Shareholder vs Stakeholder Approach.
IV blocco (14 ore)
Il business Model Canvas – Social Entrepreneurship – Social Innovation - Evidenze Empiriche