Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2017/2018
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in SCIENZE E MANAGEMENT DELLO SPORT E DELLE ATTIVITÀ MOTORIE
Settore disciplinare: 
DIRITTO PRIVATO (IUS/01)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Il corso si propone di fornire agli studenti gli strumenti ed i concetti teorici utili alla comprensione del fenomeno sportivo dal punto di vista giuridico, in particolare dal punto di vista dei principi costituzionali, della disciplina del codice civile e delle principali leggi statali, al fine di individuarne i soggetti, le situazioni giuridiche di cui essi sono portatori, nonchè le attività da questi poste in essere, e le responsabilità che possono occorrere nell’esercizio della stesse. Esso è finalizzato a fornire strumenti professionalizzanti con un carattere specialistico, in quanto intende fornire conoscenze e competenze specifiche per comprendere e saper individuare la normativa da applicare ad atti e fatti che si riconducono allo sport organizzato e non, al fine di poter gestire casi concreti.
Risultati di apprendimento attesi:
1)Conoscenza e capacità di comprensione. Lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza del fenomeno sportivo dal punto di vista giuridico, sulla scorta principi costituzionali, alla disciplina del codice civile e delle principali leggi statali relative al fenomeno sportivo che ne hanno caratterizzato l’evoluzione. Lo studente deve, altresì, dimostrare la padronanza dei principi fondamentali applicati ai singoli istituti ed alle tematiche illustrate durante il corso, i seminari e/o le esercitazioni, anche sulla scorta degli orientamenti giurisprudenziali in materia.
2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Lo studente deve essere in grado di applicare le nozioni apprese a casi concreti e contesti specifici, sulla scorta dell’evoluzione normativa e giurisprudenziale.
3) Autonomia di giudizio. Lo studente deve essere in grado di esprimere il proprio punto di vista assumendo posizioni argomentate e giuridicamente sostenibili in relazione alle tematiche oggetto del corso.
4) Abilità comunicative. Lo studente deve sapersi esprimere con proprietà di linguaggio.
5) Capacità di apprendimento. Lo studente deve essere in grado di ricostruire i profili del fenomeno sportivo come rilevante nell’ordinamento statale e nell’ordinamento sportivo.

Prerequisiti

Contenuti

DIRITTO DELLO SPORT ( 48 ore)
PROGRAMMA ESTESO:
PARTE A)
1.Rilevanza giuridica del fenomeno sportivo, ordinamento sportivo e fonti (12 ore)
Argomenti:Il concetto di sport dal punto di vista del diritto. Il diritto dello sport e le sue fonti nell’ordinamento giuridico statale e sovranazionale. Il fenomeno sportivo come ordinamento giuridico e la teoria della pluralità degli ordinamenti. Le fonti dell’ordinamento sportivo e le fonti del diritto dello sport.
2. Il fenomeno sportivo nella sua dimensione organizzativa. I soggetti dello sport: gli enti e le persone fisiche. (18 ore).
Argomenti :Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI). Il Comitato Paralimpico. Le Federazioni sportive nazionali. Gli altri enti sportivi, in particolare le associazioni sportive: costituzione e riconoscimento. Gli enti sportivi alla luce del Codice del Terzo Settore.
Le persone fisiche. L’atleta: status e diritti dell’atleta. Il tesseramento e il vincolo sportivo. Il diritto alla salute e il diritto all’integrità psicofisica e il rischio consentito; il diritto all’immagine, l’indebito utilizzo dell’immagine dell’atleta e il risarcimento del danno. I diritti dell’atleta minore d’età. Diritti dell’atleta e principio di uguaglianza. I diritti dell’atleta straniero e lo ius soli.
3. L’autonomia privata nello sport. I contratti dello sport, (6 ore)
Argomenti: Il contratto di lavoro sportivo tra professionismo e dilettantismo. La legge 23 marzo 1981 n.91. I contratti di sponsorizzazione e merchandising. Il contratto di acquisto di biglietti per manifestazioni sportive. Il gioco e la scommessa. La gestione di impianti sportivi e il contratto di ski pass.
(PARTE B)
4.Le responsabilità nell'esercizio e nell'organizzazione delle attività sportive. (12 ore)
Argomenti: La responsabilità civile e la responsabilità sportiva. Il sistema della giustizia sportiva e i rapporti con la giustizia statale.
La responsabilità dell’organizzatore di competizioni sportive; la responsabilità del CONI e delle Federazioni sportive; la responsabilità dell’atleta; la responsabilità del gestore di impianti sportivi; la responsabilità dell’istruttore; la responsabilità dei genitori; la responsabilità degli arbitri; le responsabilità negli sport del turismo. La responsabilità del medico sportivo. Analisi della giurisprudenza.

METODI DIDATTICI:Lezioni frontali ed esercitazioni in aula basate sull'analisi guidata dal docente della casistica giurisprudenziale

MODALITA' DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO:Esame orale, articolato in domande che spaziano su tutto il programma di esame finalizzato alla verifica del livello di apprendimento dei principi, delle nozioni e degli argomenti trattati. Tale verifica sarà condotta in base ai seguenti criteri: conoscenza dei principi e degli istituti; chiarezza espositiva; adeguata proprietà di linguaggio; esposizione efficace sorretta da argomentazioni valide e giuridicamente corrette; capacità di sintesi.
Misurazione conclusiva della prova d’esame: lo studente raggiungerà il punteggio minimo qualora riuscirà a dimostrare l’acquisizione di conoscenze di base relative ai fenomeno sportivo dal punto di vista giuridico, in ordine ai soggetti, alle situazioni giuridiche soggettive, alle attività ed alla responsabilità. Lo studente otterrà il punteggio massimo quando dimostrerà di aver raggiunto pienamente i risultati attesi, conformemente ai descrittori di Dublino.

Metodi didattici

Lezioni frontali, esercitazioni in aula basate sull'analisi guidata dal docente della casistica giurisprudenziale

Verifica dell'apprendimento

Esame orale, articolato in domande che spaziano su tutto il programma di esame finalizzato alla verifica del livello di apprendimento dei principi, delle nozioni e degli argomenti trattati. Tale verifica sarà condotta in base ai seguenti criteri: conoscenza dei principi e degli istituti; chiarezza espositiva; adeguata proprietà di linguaggio; esposizione efficace sorretta da argomentazioni valide e giuridicamente corrette; capacità di sintesi.Il voto sarà espresso in trentesimi;
lo studente raggiungerà il punteggio minimo qualora riuscirà a dimostrare l’acquisizione di conoscenze di base relative ai fenomeno sportivo dal punto di vista giuridico, in ordine ai soggetti, alle situazioni giuridiche soggettive, alle attività ed alla responsabilità. Lo studente otterrà il punteggio massimo quando dimostrerà di aver raggiunto pienamente i risultati attesi, conformemente ai descrittori di Dublino

Testi

PARTE A): G. LIOTTA-L. SANTORO, Lezioni di diritto sportivo, Milano, 2018
PARTE B): M. PITTALIS, Fatti lesivi e attività sportiva, Milanofiori Assago(MI), 2016
Il docente si riserva, inoltre, di distribuire durante il corso materiale didattico integrativo e di approfondimento come parte integrante del programma di esame

Altre informazioni

Esame orale articolato in domande che spaziano su tutto il programma di esame finalizzato alla verifica del livello di apprendimento dei principi, delle nozioni e degli argomenti trattati.