Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2017/2018
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in SCIENZE BIOLOGICHE
Settore disciplinare: 
CHIMICA AGRARIA (AGR/13)
Crediti: 
9
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72

Obiettivi

Conoscenze e capacità di comprensione:
Al termine del corso lo studente deve dimostrare di conoscere e saper comprendere le problematiche relative a:
ruolo dei microrganismi negli ambienti naturali, del loro ruolo ecologico nei cicli biogeochimici.
monitoraggio microbiologico degli ambienti naturali per la verifica del loro stato di inquinamento
uso di indicatori biologici sia eucarioti che procarioti
tecniche di valutazione ecotossicologica degli inquinanti e delle molecole di sintesi
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Al termine del corso lo studente deve dimostrare di essere in grado di progettare un campionamento nelle diverse matrici ambientali ed eseguire il monitoraggio di almeno un indicatore biologico per matrice
Autonomia di giudizio
Lo studente deve essere in grado di sapere valutare in maniera autonoma i processi ambientali gestiti dalle comunità di organismi utilizzate nell’indicazione biologica e di indicare le principali metodologie pertinenti al monitoraggio degli indicatori biologici ed ecotossicologici delle varie matrici ambientali.
Abilità comunicative:
Lo studente deve avere la capacità di
1) spiegare, in maniera semplice, a persone non esperte le dinamiche ambientali descritte dagli indicatori biologici ed ecotossicologici
2) capacità di presentare un elaborato utilizzando correttamente il linguaggio scientifico
3) saper descrivere in forma scritta in modo chiaro e sintetico ed esporre oralmente con proprietà di linguaggio gli obiettivi, il procedimento ed i risultati delle elaborazioni effettuate durante una campagna di monitoraggio biologico
Capacità di apprendimento:
Lo studente deve essere in grado di aggiornarsi sulle tematiche del corso tramite la consultazione di testi e pubblicazioni nell’ambito dell’indicazione biologica allo scopo di acquisire la capacità di seguire corsi di approfondimento.. Lo studente deve essere in grado di applicare le conoscenze acquisite a contesti differenti da quelli presentati durante il corso, ed approfondire gli argomenti trattati usando materiali diversi da quelli proposti.

Prerequisiti

È necessario avere acquisito e assimilato le seguenti conoscenze fornite dai corsi di “Microbiologia”, “Ecologia”, “Biochimoca”:
• concetti di metabolismo microbico; autoecologia e sinecologia, bioenergetica
• conoscenze dei concetti fondamentali di interazione degli organismi con le matrici ambientali in cui vivono, di metabolismo assimilativo e dissimilativo
• conoscenze di biochimica e loro applicazione pratica per la valutazione delle attività microbiche nel suolo

Contenuti

1° gruppo di lezioni
Ciclo gestione e valutazione IUCN, Le catene DPSIR, Il monitoraggio ambientale
2° gruppo di lezioni
Il suolo: caratteristiche, struttura, componenti, impatti, degado del suolo
3° gruppo di lezioni
La vita nel suolo, edaphon, reti trofiche, fagotrofi e non fagotrofi, microrganismi e catena alimentare del detrito
4° gruppo di lezioni
Indicatori microbiologici della qualità del suolo, attività enzimatica del suolo, biomassa microbica, quoziente respiratorio
5° gruppo di lezioni
Indicatori biologici della qualità del suolo, microartropodi, QBS, QBC, lombrichi, nematodi
6° gruppo di lezioni
Indicatori biologici della qualità dell’aria, api e licheni
7° gruppo di lezioni
Indicatori biologici della qualità delle acque interne, IBE e suo calcolo, ecoidroregioni,
8° gruppo di lezioni
L’ecotossicologia, definizione, valutazione del rischio ambientale con approccio ecotossicologico, organismi test

Metodi didattici

L’attività didattica del corso è organizzata in lezioni frontali, attività laboratoriali, presentazioni degli studenti, ricerca autonoma-guidata.

Verifica dell'apprendimento

L’obiettivo della prova d’esame consiste nel verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati.
L’esame è diviso in 2 parti che hanno luogo in giorni diversi.
• una prova scritta che consiste in 70 domande a risposta multipla chiusa su tutti gli argomenti trattati nel corso; la prova ha lo scopo di valutare lo studio della materia e la comprensione degli argomenti di base e ha carattere di selezione (lo studente che non mostri una sufficiente conoscenza degli argomenti non è ammesso alle prove successive); per superare la prova è necessario rispondere ad almeno 35 domande su 70. Il tempo previsto per la prova è di 2 ore. Non è consentito consultare testi sia in formato cartaceo che elettronico.
• una prova orale nella quale sarà valutata la capacità di collegare e confrontare aspetti diversi trattati durante il corso;
La valutazione delle prove tiene conto della efficienza dei metodi utilizzati, della completezza ed esattezza delle risposte, nonché della chiarezza nella presentazione.
Il voto finale è relativo a quello dell’esame orale che può essere anche superiore a quello dello scritto. Se il candidato desidera confermare il voto dello scritto deve comunque presentarsi alla prova orale.

Testi

lezioni in power point rese disponibili sul sito e-learning di Ateneo
Libro di testo: Paola Barbieri, Giuseppina Bestetti, Enrica Galli e Davide Zannoni (2008). Microbiologia ambientale ed elementi di ecologia microbica. Casa Editrice Ambrosiana, Milano, www.ceaedizioni.it
Libro consigliato: Guida alla conoscenza della biologia e dell’ecologia del suolo. Funzionalità, diversità biologica, indicatori. Cristina Menta. Perdisa Editore, Bologna, www.gruppoperdisaeditore.it

Altre informazioni