Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2017/2018
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in SCIENZE E TECNOLOGIE DELLA NAVIGAZIONE
Settore disciplinare: 
ARCHITETTURA NAVALE (ING-IND/01)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
1
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Il corso si divide in due parti. Nella prima parte vengono approfondite le tematiche di stabilità della nave allo stato integro ed in allagamento con la presentazione di casi concreti e la risoluzione di problemi specifici. Nella seconda parte vengono forniti allo studente gli strumenti necessari per determinare le componenti della resistenza al moto delle navi sia dal punto di vista teorico che da quello sperimentale e numerico. Nel corso vengono forniti anche elementi progettuali per migliorare le prestazioni idrodinamiche della nave. Esercitazioni teoriche ed applicazioni di metodologie sperimentali completano la formazione.

Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente deve dimostrare di conoscere e saper comprendere le problematiche relative alla determinazione e valutazione dell’equilibrio e della stabilità dell’equilibrio di un corpo galleggiante anche in condizioni di allagamento, nonché valutare e minimizzare le principali componenti di resistenza al moto di carena.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente deve dimostrare di saper utilizzare i concetti acquisiti e gli strumenti necessari per procedere al miglioramento dell’equilibrio e della stabilità dell’equilibrio di una nave in falla e della resistenza al moto della nave.

Autonomia di giudizio: Lo studente deve essere in grado di sapere valutare in maniera autonoma le caratteristiche di stabilità di una nave in falla, adottando le migliori metodologie correttive per il suo miglioramento.

Abilità comunicative: Lo studente deve avere la capacità di presentare un elaborato relativo ad argomenti tipici di Architettura Navale, come l’analisi dei dati sperimentali delle prove di rimorchio ed autopropulsione, nonché la determinazione del galleggiamento di equilibrio di una nave in falla con i metodi per sottrazione di carena e somma di pesi.

Capacità di apprendimento: Lo studente deve essere in grado di aggiornarsi continuamente, tramite la consultazione di testi, pubblicazioni e normative (prevalentemente in lingua inglese) al fine di acquisire una buona capacità di approfondimento degli argomenti tipici del settore dell’Architettura Navale.

Prerequisiti

È necessaria la conoscenza degli argomenti svolti nei corsi di Architettura e Statica della Nave e Manovrabilità e tenuta della nave al mare.

Contenuti

Nel corso vengono forniti gli elementi di base riguardanti l’equilibrio e la stabilità dell’equilibrio della nave in condizioni di falla. Si forniscono inoltre nozioni idrodinamiche sulla resistenza all’avanzamento della nave, a rimorchio ed in conduzioni autopropulse, nonché sul funzionamento delle principali tipologie di propulsori navali.

Metodi didattici

Lezioni frontali, Discussione di casi studio, Lettura delle normative nazionali ed internazionali di settore

Verifica dell'apprendimento

L’obiettivo della prova d’esame consiste nel verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati. L’esame consiste di una prova orale durante la quale viene discusso un elaborato, normalmente relativo alle prove di rimorchio ed autopropulsione di una carena, e alla determinazione del galleggiamento di equilibrio di una nave con i metodi per sottrazione di carena e somma di pesi.

Testi

Il materiale didattico (dispense in formato pdf) è fornito durante il corso dal docente.

Altre informazioni

Non applicabile