Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2014/2015
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Tipo di attività: 
Opzionale
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in ECONOMIA AZIENDALE
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (SECS-P/08)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
3
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Il corso ha l'obiettivo di fornire agli studenti le conoscenze di base relative agli aspetti teorici, metodologici e gestionali connessi all'applicazione del Total Quality Management. A tal fine il corso fornisce strumenti e metodologie utili ad un’efficace gestione delle organizzazioni in ottica di miglioramento continuo della qualità, siano esse operanti nella produzione di beni, siano esse orientate all’erogazione di servizi.
Conoscenze e capacità di comprensione: al termine del corso gli studenti dovranno aver acquisito la conoscenza e la capacità di comprensione delle specificità dei differenti sistemi di gestione per la qualità come enunciati e rappresentati nel programma precedentemente esposto.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: gli studenti devono essere capaci di applicare le differenti tecniche di gestione della qualità, avendo riguardo al settore di operatività dell’impresa. A tal fine, si richiede una loro piena conoscenza dei criteri, dei metodi e delle tecniche fondamentali della gestione della qualità, con specifico riferimento a quelli di Total Quality Management, delle tecniche di miglioramento continuo e di problem solving.
Autonomia di giudizio: al termine del corso, gli studenti dovranno essere capaci di individuare e valutare in maniera autonoma l’adozione degli strumenti più appropriati per l'implementazione, nelle diverse tipologie di organizzazioni, di percorsi volti all’adozione di sistemi di gestione per la qualità. In tal senso, il riferimento ad evidenze empiriche concrete, fornirà il background per l’avvio di fruttuosi confronti su specifici argomenti di discussione.
Abilità comunicative: lo studente deve essere in grado di rispondere in modo chiaro ed esaustivo sia alle domande della prova scritta sia a quelle dell’eventuale prova orale.
Capacità di apprendimento: lo studente deve dimostrare una buona capacità di apprendimento riuscendo ad approfondire le proprie conoscenze su riferimenti bibliografici pertinenti e di rilievo per il campo oggetto di studio. Lo studente dovrà, inoltre, dimostrare di saper applicare le conoscenze maturate a problematiche gestionali relative alla gestione della qualità nelle imprese di beni e di servizi.

Prerequisiti

L’insegnamento è indirizzato agli studenti del corso di laurea di I livello in Economia Aziendale e si colloca tra le attività a scelta dello studente disponibili al terzo anno. Si richiede, pertanto, che i discenti abbiano appreso i contenuti di base degli insegnamenti afferenti ai primi anni del corso di laurea, con specifico riferimento alle conoscenze acquisite nell’ambito dell’economia e gestione delle imprese.

Contenuti

Total Quality Management: orientamento al Six Sigma - Operations consulting e reengineering - Project management - Previsione (nella Pianificazione e controllo della supply chain) - Pianificazione aggregata delle vendite e delle operations - Material Requirements Planning - Operations Scheduling - Synchronous manufacturing e theory of constraints - Importanza e diffusione dei servizi - Concetto, tipi e classificazione dei servizi - Importanza dei bisogni, delle aspettative e delle percezioni- Differenza beni e servizi- Concetto di esperienze - Importanza della progettazione dei servizi - Come si progettano i servizi: modelli teorici di riferimento e strumenti utilizzabili nei servizi- Importanza di progettare con improvvisazione - Qualità dei servizi e soddisfazione della clientela: quali differenze? - I principali modelli di qualità del servizio - Il Gap analysis model/Servqual - Una estrema sintesi delle determinanti della qualità percepita e della qualità attesa - Differenza improvvisazione e creatività -Sicurezza, ambiente e responsabilità sociale: i concetti di Sostenibilità e di CSR – Qualità e sostenibilità ambientale nelle produzioni industriali: il caso delle produzioni eco-sostenibili – Certificazioni ambientali – Qualità e sostenibilità nella gestione delle risorse umane - Qualità e sostenibilità sociale in epoca moderna: il fenomeno del turismo medico.

Metodi didattici

Il corso sarà organizzato in lezioni frontali e discussioni degli articoli proposti in lingua inglese.

Verifica dell'apprendimento

L’esame includerà una prova scritta, predisposta sulla base di tutti gli argomenti afferenti al programma di esame, ed un colloquio orale, volto ad un’esaustiva valutazione dei livelli di apprendimento raggiunti.

Testi

Chase R.B., Jacobs R.F., Grando A., Sianesi A. (2011), Operation Management nella produzione e nei servizi, McGraw-Hill, Milano, limitatamente ai seguenti capitoli 4, 7, 8, 9, 13, 14, 16, 17, 18.
Bateson J.E.G., Douglas Hoffman K., (2000), Gestire il Marketing dei Servizi, Apogeo, Milano, limitatamente ai capitoli 11 e 14
Zeithman V.A., Bitner M.J (2002), Il Marketing dei Servizi (a cura di Enrico Bonetti, McGraw-Hill, Milano), capitoli 1, 5 e 8
Mariano L. (2008), Responsabilità Etica d’Impresa. Teoria e Buone Prassi, Liguori Editore, Napoli, capitolo 2.
Articoli di Approfondimento
Canestrino R. Battisti E.; Bonfanti A.; Castellani P.; Pasqualino L.; Rossato, C. (2015), Do the Investments in Architectural Design help Companies to be more Sustainable? Findings from an Exploratory Study, Conference Book of Proceedings of 8th Annual Conference of the Euromed Academy of Business “Innovation, Entrepreneurship and Sustainable Value Chain in a Dynamic Environment”, University of Verona, September 16-18, 2015, Proceedings edited by Demetris Vrontis, Yaakov Weber and Evangelos Tsoukatos, EuroMed Press, pp. 205-218; ISBN: 978-9963-711-37-6
Canestrino R., Magliocca P., Guarino A., Environmental Sustainability and Organic Wine Production: Evidences from Italian Industry, Mercati e Competitività, 2/2016, pp. 83-111,: ISSN 1826-7386, ISSNe 1972-486
Canestrino R.; Ferulano E., Pierro B.; Magliocca P. (2016), Trasformare l’utopia in realtà mediante percorsi di Social Innovation: l’esperienza di Chikù, Quaderni di Economia Sociale, 2/2016, pp. 51-58
Canestrino R.; Magliocca P.; Nigro C., Drivers and Implications of Medical Tourism: a neo-institutional perspective, in “Sinergie” – The Italian Journal of Management, 33 (97), pp. 271-289, ISSN 0393-5108
Carroll, A. B. (1991). The pyramid of corporate social responsibility: Toward the moral management of organizational stakeholders. Business Horizons, 34(4), 39-48.
Colurcio, M., & Mele, C. (2007), Quality Management, Creatività e Talenti, atti del convegno Società Italiana di Marketing, “IL MARKETING DEI TALENTI”, Roma, 5-6 ottobre 2007
Pizzurno, E. (2011). Le opportunità della gestione ambientale d'impresa: il caso Palm. Luic Paper, 243, 1-34.

Altre informazioni

Il contenuto del corso può essere scomposto in più blocchi di lezione, la cui durata dipenderà dal livello di preparazione degli studenti e dalla loro familiarità con i concetti-base di economia e gestione delle imprese. In generale, il corso sarà articolato come segue:
I blocco (30 ore): QUALITY MANAGEMENT E PIANIFICAZIONE
Total quality management: orientamento al Six Sigma - Operations consulting e reengineering - Project management - Previsione (nella Pianificazione e controllo della supply chain) - Pianificazione aggregata delle vendite e delle operations - Material Requirements Planning - Operations Scheduling - Synchronous manufacturing e theory of constraints
II blocco (9 ore): QUALITA’ NEI SERVIZI
Importanza e diffusione dei servizi - Concetto, tipi e classificazione dei servizi - Importanza dei bisogni, delle aspettative e delle percezioni- Differenza beni e servizi- Concetto di esperienze - Importanza della progettazione dei servizi - Come si progettano i servizi: modelli teorici di riferimento e strumenti utilizzabili nei servizi- Importanza di progettare con improvvisazione - Qualità dei servizi e soddisfazione della clientela: quali differenze? - I principali modelli di qualità del servizio - Il Gap analysis model / Servqual - Una estrema sintesi delle determinanti della qualità percepita e della qualità attesa - Differenza improvvisazione e creatività
III blocco (9 ore): DAL TQM ALLA SOSTENIBILITA’
Sicurezza, ambiente e responsabilità sociale: i concetti di Sostenibilità e di CSR – Qualità e sostenibilità ambientale nelle produzioni industriali: il caso delle produzioni eco-sostenibili – Certificazioni ambientali – Qualità e sostenibilità nella gestione delle risorse umane - Qualità e sostenibilità sociale in epoca moderna: il fenomeno del turismo medico

Mutuazioni

  • Corso di studi in ECONOMIA AZIENDALE - Percorso formativo in PERCORSO COMUNE