Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2016/2017
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Tipo di attività: 
Opzionale
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in SCIENZE NAUTICHE ED AERONAUTICHE
Settore disciplinare: 
OCEANOGRAFIA E FISICA DELL'ATMOSFERA (GEO/12)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
3
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Il corso intende fornire agli studenti le conoscenze necessarie per comprendere il funzionamento, dal punto di visto della oceanografia fisica, dei poli. Lo scopo finale è quello di dar loro gli strumenti per comprendere il ruolo dei poli nel sistema clima e nella variabilità climatica globale osservata.
Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente deve dimostrare di aver compreso i principali forzanti che regolano la dinamica di grande scala delle aree polari, così come i processi di formazione e trasformazione delle principali masse d’acqua e come questi processi caratterizzino la circolazione termoalina globale.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente deve essere in grado di applicare le leggi base dell’oceanografia fisica in ambito polare. Inoltre, devono essere in grado di valutare, in termini anche generali, il possibile impatto della variabilità dei forzanti e dei principali parametri fisici su processi di grande scala come la circolazione termoalina globale.
Autonomia di giudizio: Al termine del corso gli studenti dovranno essere in grado di valutare quali sono i meccanismi principali che regolano la dinamica polare e dei bacini limitrofi, e come la variabilità di questi meccanismi possa influenzare la stabilità del sistema clima in queste regioni.
Abilità comunicative: Gli studenti alla fine del corso dovranno essere in grado di descrivere e rappresentare, con la dovuta proprietà di linguaggio, i principali meccanismi che regolano l’oceanografia fisica degli ambienti polari.
Capacità di apprendimento: Gli argomenti trattati durante il corso rappresentano sicuramente la base teorica che dovrà permettere agli studenti di affrontare nuovi argomenti (leggendo articoli scientifici oppure testi riguardanti tematiche a più alto livello di specificità rispetto a quelle discusse e apprese durante il corso) tali da consentire un approfondimento di aspetti e tematiche della materia riuscendo, laddove richiesto, ad aggiornare le loro conoscenze in modo autonomo.

Prerequisiti

È necessario avere acquisito e assimilato le conoscenze fornite dai corsi di Fisica 1, Oceanografia Fisica e Meteorologia

Contenuti

Titolo: Stato climatico del pianeta
Argomenti: Analisi degli indicatori IPCC, analisi di eventi estremi legati ad ambienti polari – Numero di ore 4
Titolo: Struttura fisica degli oceani polari
Argomenti: Caratteristiche generali oceanografiche degli oceani polari, differenze tra Artico ed Antartide, elementi caratteristici dell’oceano artico e dell’oceano meridionale. Numero di ore 8
Titolo: Ghiaccio marino
Argomenti: processi di formazione del ghiaccio marino, ruolo climatico, andamento e trend del ghiaccio marino ai poli, processi di feedback, classificazione del ghiaccio marino, differenze tra Artico ed Antartide. Numero di ore 4
Titolo: Aree di polynya nei due poli.
Argomenti: Definizione di polynya, ruolo in Artico ed Antartide, polynye forzate meccanicamente e convettive, produzione di High Salinty Shelf Water in Antartide, esempi di polynye artiche ed antartiche ed esempi di polynye meccaniche e convettive. Numero di ore 4

Titolo: Processi di formazione di masse d’acqua sulla piattaforma antartica
Argomento: ruolo delle polynye, processi nelle cavità degli ice shelves, modifica in piattaforma delle acque di origine oceanico e produzione di acque dense e/o profonde. Numero di ore 4

Titolo: L’Oceano Meridionale
Argomenti: Circolazione nell’oceano meridionale, Corrente Circumpolare Antartica (ACC): struttura idrologica e dinamica. Numero di ore 10
Titolo: i mari antartici
Argomenti: Circolazione e processi di formazione di masse d’acqua nel Mare di Ross e Weddell. Numero di ore 6
Titolo: L’oceano Artico
Argomenti Circolazione generale nell’Artico e nei mari marginali, processi di convezione nei mari Nordici e nel mar del Labrador, formazione della North Atlantic Deep Water. Numero di ore 6

-Titolo: Variabilità termoalina nella zona artica
Argomenti: il caso della Great Salinity Anomaly. Numero di ore 2

Metodi didattici

Lezioni frontali in italiano

Verifica dell'apprendimento

La prova d’esame è volta a verificare il grado di raggiungimento degli obiettivi formativi evidenziati precedentemente.
Per gli studenti che seguono il corso sono previste due prove scritte, una a metà corso e l’altra alla fine, alle quali verrà dato un punteggio la cui somma permetterà di fornire la votazione finale dell’esame. In questo caso l’esame si intende superato se il punteggio finale conseguito è uguale o superiore a 18. Per chi volesse incrementare il voto è prevista una domanda orale su tutto il programma che può dare fino a 3 punti in più in caso di risposta corretta. Nel caso in cui sia stato possibile sostenere una sola prova scritta, lo studente (in caso di valutazione positiva della prova scritta svolta), potrà sostenere un esame orale solo sugli argomenti oggetto della prova non sostenuta. Anche in questo caso il punteggio finale è data dalla somma dei due parziali.
Per gli studenti del corso non intenzionati a sostenere le prove intercorso o per coloro che non abbiano seguito il corso, l’esame consiste in una singola prova orale.

Testi

- Polar Oceans from Space. Autore : J. Comiso. Casa Editrice: Springer
- The Drift of Sea Ice. Autore: M. Lappäranta. Casa Editrice: Springer
- The role of the Ocean Circulation and Climate: a 21 Century Perspective. Autori: G. Siedler, S.M. Griffies, J. Gould e J.A. Church. Casa Editrice: Academic Press (Elsevier)
- Slide delle lezioni

Altre informazioni

Le slide del corso per ogni singolo anno sono disponibili sul sito e-learning. Per appuntamenti contattarmi vi email.