Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2016/2017
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Tipo di attività: 
Opzionale
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in ECONOMIA AZIENDALE
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
DIRITTO PRIVATO (IUS/01)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
2
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Il Corso è finalizzato all’acquisizione della conoscenza relativa alle interazioni tra le regole del mercato, europeo ed italiano, e le norme di tutela del consumatore (inteso non soltanto come soggetto debole della contrattazione, ma come operatore economico), attraverso l’approfondimento della normativa comunitaria e nazionale. Da un lato, dunque, si intende dare rilievo ai profili di carattere soggettivo, attraverso la ricostruzione delle figure coinvolte (consumatore; utente; professionista; imprenditore ecc.); dall’altro a quelli di carattere oggettivo, sottolineando il passaggio dalla visione statica alla visione dinamica del contratto, quale strumento principale per l’acquisto di beni e servizi, ma al tempo stesso come attività idonea ad incidere sulle dinamiche del mercato (passaggio dall’atto all’attività).

Gli obiettivi di apprendimento del corso possono essere così declinati:
Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente deve essere in grado di comprendere l’impatto della disciplina europea in materia di diritti dei consumatori su quella tradizionale contenuta nel codice civile, con particolare riguardo alla identificazione della qualificazione soggettiva assunta dalla definizione di “consumatore”, nonché dalla diversa disciplina dei contratti che vedano convolto tale soggetto.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: al termine del corso, lo studente sarà in grado di identificare la specialità della disciplina dei contratti dei consumatori e dei rapporti sussistenti tra la normativa del Codice del consumo e quella del codice civile, da cogliere non in termini di specialità quanto di specializzazione.
Autonomia di giudizio: una volta appresi gli aspetti della normativa di riferimento, lo studente sarà in grado di individuare le soluzioni migliori apprestate dall’ordinamento al fine di riconoscere la tutela dei diritti dei consumatori, sia dal piunto di vista giurisdizionale sia dal punto di vista stragiudiziale.
Abilità comunicative: lo studente deve essere in grado di rispondere in modo chiaro, cogente e esaustivo sia alle domande della prova orale.
Capacità di apprendimento: lo studente deve dimostrare una buona capacità di apprendimento riuscendo ad approfondire le proprie conoscenze su riferimenti bibliografici pertinenti e di rilievo per il campo oggetto di studio. Lo studente dovrà, inoltre, dimostrare di saper applicare le conoscenze maturate a problematiche concrete che verranno sottoposte durante l’esame.

Prerequisiti

È necessario avere acquisito le principali conoscenze delle istituzioni del diritto privato.

Contenuti

I diritti fondamentali dei consumatori nella prospettiva europea ed italiana; Le definizioni sotto il profilo soggettivo (consumatore o utente; professionista; consumatore medio; intermediario); I contratti asimmetrici; La disciplina delle clausole vessatore nei contratti dei consumatori; Gli obblighi di informazione nella fase precontrattuale e in quella contrattuale; Le vendite aggressive; Il diritto di recesso e gli altri diritti dei consumatori; Le garanzie nei contratti di vendita; Le pratiche commerciali scorrette; La sicurezza dei prodotti; La responsabilità per danno da prodotti difettosi; La tutela del consumatore tra private e public enforcement; La sicurezza dei prodotti; Tutele individuali e collettive; Le tutele alternative.

Metodi didattici

Lezioni frontali ed approfondimenti su alcuni casi di rilievo

Verifica dell'apprendimento

Esame finale

Testi

L. Rossi Carleo (a cura di), Diritto dei consumi. Soggetti, atto, attività, enforcement, G. Giappichelli editore, Torino, 2015.

Altre informazioni

Mutuazioni