Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2016/2017
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Tipo di attività: 
Opzionale
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in ECONOMIA AZIENDALE
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
METODI MATEMATICI DELL'ECONOMIA E DELLE SCIENZE ATTUARIALI E FINANZIARIE (SECS-S/06)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Dott.ssa CORSARO STEFANIA
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente deve dimostrare di conoscere le tecniche e gli strumenti matematici utilizzati per la valutazione dei contratti finanziari.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente deve dimostrare di saper applicare le conoscenze acquisite ai problemi di valutazione finanziaria.
Autonomia di giudizio: lo studente deve dimostrare di saper approfondire anche in modo autonomo le conoscenze acquisite riuscendo ad applicarle anche ad altri problemi finanziari.
Abilità comunicative: lo studente deve illustrare in modo chiaro ed esaustivo sia i procedimenti adottati nella risoluzione degli esercizi proposti nella prova scritta, sia gli argomenti discussi durante il colloquio orale.
Capacità di apprendimento: lo studente deve dimostrare una buona capacità di apprendimento riuscendo ad approfondire le proprie conoscenze su riferimenti bibliografici pertinenti e di rilievo per il campo oggetto di studio.

Prerequisiti

Contenuti di Matematica Generale.

Contenuti

Il corso introduce ai modelli del mercato dei capitali e ai criteri di valutazione e di scelta finanziaria.

Metodi didattici

Il corso è organizzato in lezioni frontali ed esercitazioni in laboratorio, che prevedono l’uso del foglio elettronico.

Verifica dell'apprendimento

La verifica consiste in una prova scritta e una orale, volte a verificare il conseguimento degli obiettivi formativi. Sono previste due prove intercorso, indirizzate a studenti che mostrino regolare frequenza al corso. Il superamento delle prove intercorso esonera lo studente dalla prova scritta finale. Le prove intercorso e la prova scritta finale sono strutturate in un insieme di esercizi. Durante la prova scritta è consentito usare libri, è richiesto l’uso della calcolatrice. Sia la prova scritta (prove intercorso) che il colloquio sono valutati in trentesimi. Le valutazioni conseguite nelle prove scritte e orali concorrono alla definizione del voto finale.

Testi

G. Castellani, M. De Felice, F. Moriconi, Manuale di finanza, Vol. I: Tassi d'interesse, Mutui e obbligazioni, ed. Il Mulino.

Altre informazioni

Mutuazioni