Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2016/2017
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in MANAGEMENT DELLE IMPRESE INTERNAZIONALI
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
DIRITTO COMMERCIALE (IUS/04)
Crediti: 
9
Anno di corso: 
2
Docenti: 
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72

Obiettivi

Il corso si propone l’approfondimento della disciplina giuridica dell’attività d’impresa, esercitata da un imprenditore individuale o collettivo (società, consorzi, reti). Nucleo centrale della disciplina, trattata con costante attenzione alla sostanza economica caratterizzante i singoli istituti giuridici ed all’evoluzione dei mercati internazionali, è costituito dallo studio del diritto societario, dei princìpi generali di contabilità d’impresa, della disciplina delle crisi con particolare riguardo al fallimento ed al concordato preventivo.
Gli obiettivi di apprendimento del corso possono essere così declinati:
Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà dimostrare di avere acquisito una conoscenza di base della regolamentazione giuridica di tutti gli istituti oggetto del corso per comprendere i principali problemi giuridici legati allo svolgimento dell’attività di impresa sia individuale che societaria e i loro riflessi economici.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente, a seguito dell’analisi e simulazione di casi pratici, svilupperà capacità di analisi critica della disciplina vigente e capacità di collegare le fattispecie concrete alle fattispecie astratte.
Autonomia di giudizio: Lo studente, a seguito delle conoscenze e delle capacità acquisite, sarà in grado di selezionare ed interpretare la disciplina da applicare agli istituti oggetto del corso, nonché in grado di confrontarsi, autonomamente, con problematiche complesse. In particolare, tale autonomia di giudizio dovrà concretizzarsi nella capacità di individuare e risolvere problemi di tutela dei diritti e di risoluzione dei conflitti interindividuali e collettivi, anche con la produzione di pareri, soluzioni negoziali e processuali, pertinenti ed efficaci. Capacità queste essenziali nello svolgimento di qualsiasi attività professionale.
Abilità comunicative: Lo studente dovrà dimostrare di saper esprimere le conoscenze acquisite in modo chiaro ed efficace, con appropriata terminologia giuridica.
Capacità di apprendimento: Lo studente svilupperà capacità di approfondire le conoscenze acquisite attraverso l’aggiornamento costante delle fonti normative, giurisprudenziali e dottrinali che gli permetteranno di seguire autonomamente l’evoluzione del diritto vivente e di affrontare con maturità successivi percorsi di studi specialistici ed esperienze professionali e lavorative.

Prerequisiti

Aver superato gli esami di Diritto privato e di Istituzioni di diritto pubblico

Contenuti

Il contenuto del corso verrà suddiviso in più blocchi di lezione:
I blocco (10 ore):
L’Impresa e imprenditore. L’organizzazione dell’impresa. L’azienda. L’organizzazione della funzione gestoria e gli ausiliari dell’imprenditore (institori, procuratori, commessi). La contabilità. La pubblicità legale. Concorrenza sleale e diritto antitrust. La proprietà industriale (opere dell’ingegno; segni distintivi). Gli organismi di cooperazione interaziendale: consorzi, società consortili, Gruppo europeo di interesse economico. Associazioni temporanee e raggruppamenti di imprese. Il contratto di rete. I titoli di credito (concetti generali e classificazioni; assegno bancario; cambiale; cambiale finanziaria; titoli rappresentativi). I valori mobiliari. Gli strumenti di pagamento.
II blocco (18 ore):
La crisi dell’impresa. Il sistema delle procedure concorsuali. Il fallimento: presupposti; dichiarazione di fallimento; gli organi del fallimento; gli effetti per il debitore e per i creditori; gli effetti sui rapporti giuridici in corso di esecuzione; gli effetti sugli atti pregiudizievoli per i creditori; l’accertamento del passivo e dei diritti altrui sui beni; la liquidazione e la ripartizione dell’attivo; la chiusura e la riapertura del fallimento. Le soluzioni negoziali della crisi d’impresa: il concordato fallimentare; il concordato preventivo; gli accordi di ristrutturazione. La regolazione dei dissesti di rilevante interesse generale: la liquidazione coatta amministrativa; le procedure concorsuali di amministrazione straordinaria. La crisi da sovraindebitamento.
III blocco (24 ore):
Le società: nozioni introduttive. I tipi di società. Le società di persone. La società per azioni. La società in accomandita per azioni. La società a responsabilità limitata. Le società cooperative. Lo scioglimento, la liquidazione e l’estinzione delle società di capitali. I libri sociali. I bilanci. La funzione di controllo contabile.
IV blocco (20 ore):
Le operazioni straordinarie: trasformazione; fusione; scissione. I rapporti di controllo e collegamento. Le partecipazioni reciproche. I «gruppi» di società. I gruppi cooperativi paritetici.

Metodi didattici

Modalità di svolgimento del corso
Il corso sarà organizzato in lezioni frontali, discussioni di carattere teorico-pratico, seminari. Durante il corso verranno presentati casi pratici, al fine di analizzare le diverse problematiche che ciascun argomento trattato può prospettare e per stimolare gli studenti ad individuare la migliore soluzione. Al corso è affiancato un servizio di tutoraggio studenti, che si svolge per n. 4 ore settimanali da settembre a giugno, con esclusione delle settimane di svolgimento degli esami e di vacanza accademica.

Modalità di verifica apprendimento
Per i corsisti, che abbiano partecipato ad almeno il 90% delle lezioni, si terrà una prima valutazione scritta o orale (secondo il numero dei partecipanti) su una parte del programma che, nel caso di esito positivo, non sarà più oggetto di esame della successiva prova orale.

Verifica dell'apprendimento

Esame orale

Testi

Cian (a cura di), Manuale di diritto commerciale, volume unico, Giappichelli, Torino, 2016 (per intero).

È indispensabile la consultazione di un codice civile aggiornato al d.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (riforma del diritto delle società di capitali e delle cooperative) ed al d.lgs. 9 gennaio 2006, n. 5 (riforma delle procedure concorsuali). Si consiglia, al riguardo, DE NOVA, Codice civile e leggi collegate, Zanichelli, Bologna, 2017.

Altre informazioni