Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2016/2017
Tipologia di insegnamento: 
Base
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni in GIURISPRUDENZA
Settore disciplinare: 
FILOSOFIA DEL DIRITTO (IUS/20)
Crediti: 
9
Anno di corso: 
1
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72

Obiettivi

-Conoscenza e capacità di comprensione

Al termine del corso, lo studente deve aver acquisito la conoscenza dei metodi e delle teorie generali del diritto e dello Stato.
Le conoscenze e capacità di comprensione sono conseguite mediante lo svolgimento di lezioni frontali e incontri con gli studenti finalizzati alla comprensione dei testi consigliati e alla sperimentazione di strategie di lettura.
La modalità di verifica di tali conoscenze e capacità consiste nello svolgimento della prova di esame orale.

-Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Come in tutte le discipline di carattere filosofico-giuridiche, il corso proverà a proporre le teorie fondamentali dello Stato e del diritto, specificamente, dall'età moderna alla formazione dello Stato costituzionale.
In tal modo, si provano a creare le condizioni per sviluppare capacità analitiche orientate alla comprensione del mondo contemporaneo, in particolare, relative alle trasformazioni dello Stato e del diritto, agli sviluppi e i problemi delle democrazie costituzionali provando a storicizzare i problemi contro la drammatica ideologia dilagante della c.d. età della post-verità. La modalità di verifica di tali capacità di applicare conoscenza e comprensione consiste nello svolgimento di una prova di esame orale.

-Autonomia di giudizio

Scopo finale del corso, di conseguenza, è quello di trasmettere un complesso di conoscenze capaci di sviluppare ampie competenze interpretative e critiche.

-Abilità comunicative

Al termine del corso, lo studente deve essere in grado di comunicare, in modo consapevole, le tematiche giuridico-filosofiche attraverso un linguaggio che coniughi il necessario specialismo linguistico con la concreta capacità di applicazione a contesti storici determinati. La verifica dell’acquisizione delle abilità comunicative avviene tramite la valutazione della capacità espositiva e argomentativa dello studente in occasione della prova di esame orale.

-Capacità di apprendimento

Al termine del corso, lo studente deve aver acquisito completa autonomia di apprendimento e di valutazione critica dei temi della teoria del diritto e dello Stato, dei contesti storici entro cui maturano e delle prospettive di trasformazione in esse immanenti.

Prerequisiti

Il corso richiede una sufficiente
preparazione generale derivante dalle
scuole medie superiori. Le esercitazioni in
aula avranno, se necessario, lo scopo di
rafforzare le conoscenze storiche e
teorico-giuridiche utili alla comprensione
degli argomenti trattati nelle lezioni.

Contenuti

-Profili storico-teorici dello Stato e del diritto moderno (48 ore).
-Giuristi e filosofi italiani degli inizi del Novecento e la crisi dello Stato e del diritto; (10 ore).
-Dalla catastrofe della prima metà del Novecento allo Stato costituzionale (14)

Metodi didattici

Lezioni, incontri vari programmati per la riflessione e la pratica della lettura dei testi, la loro comprensione, la determinazione concettuale dei contenuti e l'esposizione di essi.

Verifica dell'apprendimento

Essa si svolgerà attraverso una prova orale.
Particolare attenzione verrà data a colloqui
che si svolgeranno durante il corso. Lo
scopo della valutazione finale è quello di verificare le capacità di apprendimento,
le conoscenze e le abilità comunicative.

Testi

1. A. MATTIONI, F. FARDELLA, Teoria
generale dello Stato e della costituzione.
Un’antologia ragionata, II Ed., Giappichelli, Torino 2009.
2. A. LUONGO, Lo ''Stato moderno'' in trasformazione Momenti del pensiero giuridico italiano del primo Novecento, Torino 2013;
3. V. OMAGGIO, IL DIRITTO NELLO STATO COSTITUZIONALE, GIAPPICHELLI, TORINO 2011.

Altre informazioni

Particolarmente utile è la partecipazione attiva a lezioni, seminari e ricevimenti.