Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2016/2017
Partizione: 
Matricole pari
Insegnamento: 
Tipologia di insegnamento: 
Base
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in SCIENZE MOTORIE
Settore disciplinare: 
BIOLOGIA APPLICATA (BIO/13)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
1
Ciclo: 
Primo Semestre

Obiettivi

Obiettivo del corso di Biologia applicata: Il corso fornisce allo studente le conoscenze di base su organizzazione, struttura e funzione della “materia vivente”, trasferimento dell’informazione genica ed ereditarietà.

Obiettivi formativi specifici: Fornire allo studente specifiche competenze di base su:
1. Struttura e funzione delle molecole che compongono la materia vivente
2. L’unità elementare della vita e le caratteristiche degli organismi viventi
3. Organizzazione cellulare procariotica ed eucaristica, con focus su cellula animale e strutture cellulari coinvolte nel movimento.
4. Flusso dell’informazione genica
5. Ciclo cellulare in cellule somatiche e germinali, sessualità e riproduzione
6. Le basi dell’ereditarietà e della variabilità genetica.

Il corso fornisce le basi di biologia necessarie per gli insegnamenti in ambito biologico-medico che lo studente dovrà affrontare successivamente durante il percorso formativo in Scienze Motorie.
Risultati di apprendimento attesi
Conoscenza e capacità di comprensione
Lo studente dovrà conoscere e comprendere la struttura di base della materia vivente, la biologia cellulare e molecolare, nonché i principi fondamentali della genetica
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Partendo dall’organizzazione molecolare della vita, lo studente dovrà essere in grado di: 1) comprendere la struttura e la funzione di ciascun componente/compartimento cellulare; 2) integrare le nozioni acquisite; 3) applicare il sapere acquisito alla comprensione dei meccanismi biologici complessi e alle interrelazioni fra le diverse strutture cellulari e fra gli esseri viventi; 4) applicare le basi di biologia acquisite per una migliore comprensione delle tematiche in ambito bio-medico trattate successivamente durante il percorso formativo in scienze motorie.
Autonomia di giudizio
Lo studente dovrà essere in grado di selezionare diverse fonti di informazione scientifica, di integrare ed interpretare i dati. Disponendo delle conoscenze adeguate erogate durante il corso, lo studente potrà facilmente identificare e confrontare le diverse strutture cellulari, comprendere la loro funzione e i meccanismi molecolari correlati.
Abilità comunicative
Lo studente dovrà essere capace di esporre le conoscenze acquisite con un linguaggio scientifico appropriato, mostrando una capacità di comprensione degli argomenti matura e completa.
Capacità di apprendimento
Lo studente dovrà essere in grado di sviluppare un metodo di apprendimento tale da consentirgli di migliorare, ampliare e aggiornare le competenze nell’ambito della biologia applicata in modo consapevole, autonomo e veloce.

Prerequisiti

Nessuno

Contenuti

Biologia cellulare 2cfu
Biologia molecolare 2cfu
Genetica 2cfu

Contenuto generale
Basi chimiche e organizzazione molecolare della vita
Unità elementare della vita e caratteristiche generali degli organismi viventi
Organizzazione cellulare procariotica ed eucariotica
Flusso dell’informazione genica
Ciclo cellulare in cellule somatiche e germinali, sessualità e riproduzione
Basi dell’ereditarietà e della variabilità genetica

Programma
CARATTERI GENERALI DELLA MATERIA VIVENTE
Proprietà della materia vivente
Teoria cellulare
Organismi mono- e pluricellulari
Organizzazione cellulare procariotica ed eucariotica
Autotrofi ed eterotrofi
COMPOSIZIONE CHIMICA DELLA MATERIA VIVENTE
Acqua:Struttura-Proprietà-Importanza biologica
Carboidrati:Monosaccaridi-Oligosaccaridi-Polisaccaridi
Lipidi:Acidi grassi-Lipidi semplici/complessi-Steroidi
Proteine:Amminoacidi-Legame peptidico-Struttura primaria, secondaria, terziaria, quaternaria-Principali classi di proteine
Acidi nucleici:Nucleotide-Legame fosfodiesterico-DNA, modello di Watson e Crick, organizzazione in cromosomi-RNA, struttura-Funzione di mRNA, rRNA, tRNA-Concetto di gene-Organizzazione del genoma-Dogma centrale della biologia:dal DNA alle proteine
CELLULA PROCARIOTICA:Struttura,funzione
CELLULA EUCARIOTICA:Struttura,funzione
Membrana plasmatica:Composizione-Modello a mosaico fluido-Ruolo del colesterolo-Permeabilità e modalità di trasporto:trasporto passivo,osmosi,diffusione facilitata,trasporto attivo primario/secondario
Citoplasma:Citosol-Ribosoma-Sistema delle endomembrane:RER-REL-Apparato di Golgi-Lisosoma-Perossisoma-Traffico vescicolare,vSNARE/tSNARE-Esocitosi-Endocitosi-Citoscheletro (Microtubuli-Filamenti intermedi-Microfilamenti-Ciglia-Flagelli-Proteine motrici-Ruolo di actina e miosina nel sarcomero)-Mitocondrio, struttura,funzione,origine
Nucleo:Carioteca-Organizzazione della cromatina (eucromatina,eterocromatina,istoni,proteine non istoniche)-Cromosomi e cariotipo umano-Nucleolo e biogenesi dei ribosomi
BIOENERGETICA
ATP e attori del metabolismo
Ossidazione del glucosio-una panoramica
Meccanismo chemio-osmotico e sintesi di ATP
COMUNICAZIONE CELLULARE
Giunzioni cellulari
Segnalazione autocrina, paracrina, endocrina, sinaptica, neuroendocrina
Recettori di membrana-tipologie, trasduzione del segnale
Recettori intracellulari-meccanismo d’azione
FLUSSO DELL’ INFORMAZIONE
Duplicazione del DNA:Semiconservatività, semidiscontinuità, bidirezionalità-Meccanismo molecolare in procarioti ed eucarioti-Replicone-Telomeri, telomerasi
Trascrizione:Meccanismo molecolare in procarioti ed eucarioti-Maturazione di mRNA eucariotici-NOR e sintesi di rRNA eucariotici
Codice genetico
Traduzione:Attivazione dell’aminoacido-Meccanismo molecolare in procatioti-Traslocazione cotraduzionale in eucarioti-Principali segnali di smistamento verso i compartimenti cellulari (SRP,KDEL,M6P,NLS)
Principali meccanismi di regolazione dell’espressione genica negli eucarioti
VIRUS
Struttura-capside e genoma virale
Infezione virale in procarioti-ciclo litico, ciclo lisogeno
Infezione virale in eucarioti
Retrovirus
CICLO CELLULARE
Interfase
Mitosi
SESSUALITÀ E RIPRODUZIONE
Riproduzione asessuata e sessuata
Meiosi
Gametogenesi
Fecondazione-cenni
TRASMISSIONE DEI CARATTERI EREDITARI E VARIABILITÁ GENETICA
Esperimenti di Mendel e leggi dell’ereditarietà:Genotipo-Fenotipo-Leggi di Mendel-Reincrocio
Teoria cromosomica dell’ereditarietà:Alleli-Significato genetico della meiosi-Variabilità genetica-Geni indipendenti e associati
Interazione tra alleli:Alleli multipli-Dominanza incompleta-Codominanza-Sistema AB0
Eredità legata al sesso:Determinazione del sesso-Geni X- e Y-linked-Inattivazione del cromosoma X
Mutazioni:Definizioni-Cause-Conseguenze biologiche

Metodi didattici

Verifica dell'apprendimento

La prova d’esame consiste in un colloquio orale su tutti i contenuti trattati, ovvero biologia cellulare, biologia molecolare e genetica.
Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito competenze specifiche in ciascun ambito della biologia applicata, utilizzando un linguaggio scientifico appropriato, nonché mostrando una capacità di comprensione/integrazione degli argomenti matura e completa.

Testi

• Qualsiasi testo aggiornato conforme al programma
Oppure: un compendio di biologia* a scelta tra:
• Sadava D., Hillis D.M., Heller H.C., Berenbaun M.R. Elementi di Biologia e Genetica Zanichelli
• Brooker RJ, Windmaier EP, Graham LE, Stiling PD Biologia generale McGraw- Hill
• Campbell N.A., Reece J.B. et al Biologia e Genetica Pearson Education editore
• Solomon, Berg, Martin Elementi di biologia EdiSES

*I compendi vanno integrati con le lezioni frontali e/o con il corso di biologia applicata in modalità blended disponibile su apposita piattaforma
(http://e-scienzemotorie.uniparthenope.it/moodle/course/index.php?categor...)

Altre informazioni