Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2016/2017
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in MANAGEMENT DELLE IMPRESE TURISTICHE
Settore disciplinare: 
ECONOMIA AZIENDALE (SECS-P/07)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
9
Anno di corso: 
3
Docenti: 
Prof. SERINI Fabio
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72

Obiettivi

Obiettivi:
Obiettivo del corso è quello di approfondire gli aspetti fondamentali della programmazione e del controllo delle aziende così determinando la miglior preparazione all’uso della strumentazione funzionale all’effettuazione delle analisi gestionali delle aziende turistiche e dei servizi avanzati.
In tal senso tutte le lezioni si caratterizzano per la ricerca di una stretta connessione tra gli aspetti meramente teorici e l’acquisizione delle necessarie abilità da parte dello studente ad offrire supporto all’approccio decisionale d’impresa.
Il focus principale è posto maggiormente su numerose esemplificazioni didattiche e case history tratte direttamente dalla pratica e, non ultimo, anche testimonianze aziendali.
Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente dovrà acquisire e dimostrare di esser in grado di supportare il processo decisionale dell’azienda turistica dapprima contribuendo alla creazione della più idonea reportistica di natura extracontabile e, successivamente, tramite la miglior interpretazione dei principali indicatori di performance.
Autonomia di giudizio: lo studente dovrà dimostrare di aver sviluppato una capacità critica di comprensione della dinamica dei risultati dell’azienda turistica e quindi di esser in grado di utilizzare anche i più innovativi sistemi informativi adottati a supporto del controllo di gestione ERP.

Abilità comunicative: lo studente dovrà esser in grado di approcciare intanto la prova scritta rispondendo in modo esaustivo alle domande aperte ivi inserite ed articolando con sinteticità e chiarezza gli esercizi. Il docente potrà proporre l’articolazione di un project work che lo studente articolerà sviluppando diverse modalità di strumenti comunicativi.
Capacità di apprendimento: lo studente dovrà dimostrare una buna capacità di apprendimento riuscendo ad approfondire le proprie conoscenze anche su riferimento bibliografici pertinenti e di rilievo per il campo di oggetto di studio. Supporterà il percorso il collegamento con il sistema di conoscenze acquisite in precedenti corsi quantitativi

Prerequisiti

Prerequisiti
Conoscenza dei concetti quali-quantitativi fondamentali dei fenomeni economico-aziendali acquisiti e assimilati nel corso degli insegnamenti di economia aziendale e bilancio e principi contabili.

Contenuti

Contenuti
Introduzione al controllo di gestione:
- Il Sistema direzionale; lo sviluppo dell’argomento assorbirà 6 ore di lezione di tipo frontale;
- Pianificazione strategica e controllo di gestione; lo sviluppo dell’argomento assorbirà 5 ore di lezione di tipo frontale
- La contabilità analitica: lo sviluppo dell’argomento assorbirà 6 ore di lezione di tipo frontale
- La classificazione dei costi; lo sviluppo dell’argomento assorbirà 9 ore ovvero 4 ore di lezione di tipo frontale e 5 ore di esercitazioni in aula;
- Attribuzione dei costi: procedure di costing; lo sviluppo dell’argomento assorbirà 9 ore di cui 4 di lezioni frontali, 3 ore di esercitazioni e 2 ore di discussione di una case history;
- Direct Costing e Full Costing; lo sviluppo dell’argomento assorbirà 5 ore di lezione di tipo frontale oltre a 5 ore di esercitazione;
- Il Budget; lo sviluppo dell’argomento assorbirà 6 ore di lezione di tipo frontale
- I Budget settoriali; lo sviluppo dell’argomento assorbirà 9 ore di lezione di cui 5 di tipo frontale e 4 di esercitazione
- L’analisi degli scostamenti; lo sviluppo dell’argomento assorbirà 12 ore di cui 4 di lezione frontale, 4 di esercitazione e 4 di testimonianze aziendali

Metodi didattici

Metodi didattici
L’insegnamento prevede un approccio misto composto sia da:
- Lezioni frontali;
- Esercitazione e discussione di case history;
- Discussione in aula con la presentazione e partecipazione degli studenti;

Verifica dell'apprendimento

Verifica dell’apprendimento
L’obiettivo della prova d’esame consiste nel verificare il livello di raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati.
L’esame è diviso in due parti che hanno luogo in giorni diversi.
• Una prova scritta della durata di tre ore, che si compone di tre domande teoriche a risposta aperta da 6 punti ciascuna oltre ad una parte pratica che attribuirà qual punteggio massimo 12 punti. Tutti coloro che supereranno la prova scritta con una valutazione almeno pari a 21/30 potranno sostenere la prova orale. Le due prove avranno luogo in giorni diversi;
• Una prova orale facoltativa nella quale sarà valutata la capacità di collegare e confrontare aspetti diversi trattati durante il corso. La prova è obbligatoria per coloro che nella prova scritta avranno consuntivato un voto superiore a 27/30.

Testi

Per la parte teorica:
- Imerio Facchinetti, “Contabilità analitica”, Edizione Il Sole 24 ore – Capitoli: 1,2,3,4,5,6,7 e 8.
- Umberto Bocchino, “Il budget”, Giuffrè Editore: da pagina nr. 5 alla pagina nr. 323.
Per la parte pratica:
- Applicazioni pratiche di Cost Accounting di Fabio Serini

Altre informazioni

Altre informazioni
Ulteriore materiale didattico e di approfondimento è disponibile sulla piattaforma eLearning di ateneo.