Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2016/2017
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Corso di Laurea Magistrale in ECONOMIA DELLA COOPERAZIONE E DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE
Sede: 
Napoli
Settore disciplinare: 
ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (SECS-P/08)
Crediti: 
6
Anno di corso: 
1
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

Obiettivi

Lingua insegnamento
ITALIANO ed INGLESE per le lezioni frontali (alcuni argomenti, come da richiesta degli studenti, saranno insegnati in inglese), l’analisi di casi e i project work svolti e presentati dagli studenti e i momenti di verifica (in questo caso agli studenti è data facoltà di scegliere tra l’italiano e l’inglese).
Obiettivi formativi
Il corso di Cross-Cultural management intende sviluppare la competenze culturale degli studenti. In uno scenario globale, in cui l’internazionalizzazione costituisce una via obbligata per il successo delle imprese, è necessario che i futuri manager siano consapevoli degli effetti che diversi valori e costumi possono avere sulla filosofia del lavoro, sul modo di intendere la collaborazione, sull’etica di impresa, nonché sulle scelte dei consumatori. Conoscere la cultura dei contesti ed il modo in cui essa impatta sull’accettazione delle pratiche manageriali e sui comportamenti degli stakeholder ha un’importanza crescente per le imprese che, sempre più spesso, si trovano a competere e produrre in mercati psicologicamente distanti e a gestire al proprio interno risorse umane provenienti da contesti diversi. Il corso intende sensibilizzare gli studenti verso queste tematiche e trasferire gli strumenti necessari a sviluppare la dimensione cognitiva della cultural competence.
Gli obiettivi di apprendimento del corso possono essere così declinati:
Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente deve essere in grado di comprendere l’impatto che i valori culturali hanno sulle preferenze dei consumatori e, quindi, il modo in cui la cultura influenza le scelte di marketing delle imprese. Deve essere, inoltre, in grado di individuare e comprendere le problematiche e le sfide della comunicazione interculturale e l’impatto che i valori culturali possono avere sullo sviluppo dell’impresa nel mercato-obiettivo e sulla comunicazione con attori provenienti da contesti culturali diversi.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: al termine del corso, lo studente sarà in grado di negoziare e comunicare con attori provenienti da contesti diversi, favorire comportamenti che facilitino l’interazione culturale, lavorare in team multiculturali e gestire attività localizzate in contesti culturali distanti.
Autonomia di giudizio: una volta appresi i principali modelli del cross-cultural management, lo studente sarà in grado di comprendere i limiti di ciascuno di essi e utilizzare in maniera critica gli strumenti appresi. Attraverso l’elaborazione dei project work, gli studenti impareranno a cercare autonomamente informazioni sui mercati-obiettivo e ad individuare i fattori-chiave per una buona interazione culturale con gli attori di contesti specifici.
Abilità comunicative: lo studente deve essere in grado di rispondere in modo chiaro, cogente e esaustivo sia alle domande della prova scritta sia a quelle dell’eventuale prova orale. Attraverso la presentazione dei project work, lo studente svilupperà, inoltre, la capacità di costruire una presentazione in power point e spiegare le proprie analisi in modo sintetico. Gli studenti vengono invitati a svolgere questo lavoro in lingua inglese, in modo da migliorare le abilità linguistiche.
Capacità di apprendimento: lo studente deve dimostrare una buona capacità di apprendimento riuscendo ad approfondire le proprie conoscenze su riferimenti bibliografici pertinenti e di rilievo per il campo oggetto di studio. Lo studente dovrà, inoltre, dimostrare di saper applicare le conoscenze maturate a problematiche gestionali nonché all’elaborazione di scelte di marketing idonee ai diversi mercati.

Prerequisiti

Il corso è indirizzato agli studenti della Laurea Magistrale LM-77 e richiede che i discenti abbiano appreso i contenuti base del marketing e dell’economia e gestione delle imprese. Al fine di metabolizzare meglio i contenuti, sarebbe opportuno che gli studenti conoscessero le modalità di ingresso nei diversi mercati e gli elementi basilari della pianificazione strategica internazionale.

Contenuti

I principali argomenti trattati al corso saranno: il ruolo strategico delle competenze culturali dei manager internazionali; l’impatto della cultura sulle scelte manageriali e gli stili di leadership; gli studi sulla cultura dei contesti; la ricerca delle determinanti sottese; il rapporto religione-valori culturali e l’impatto dei valori sulle scelte dei consumatori e sui processi di comunicazione; il rapporto cultura-imprenditorialità; approfondimento sui Paesi Islamici del Mediterraneo. Cultura e imprenditorialità.
Il contenuto del corso può essere scomposto in più blocchi di lezione, la cui durata dipende dal livello di preparazione degli studenti e dalla loro familiarità con i concetti-base di international management. In media, il corso è articolato come segue:
I blocco (10 ore):
Comprensione delle sfide e problematiche connesse all’internazionalizzazione dell’impresa e all’ingresso in mercati culturalmente distanti. Superamento dell’ipotesi “one size fits all” e introduzione al concetto di competenza culturale.
II blocco (18 ore):
Analisi dei principali modelli di studio del cross-cultural management, rivisitazione critica degli stessi, analisi delle sovrapposizioni presenti e riflessione sulle implicazioni delle stesse.
III blocco (10 ore):
Analisi delle determinanti sottese. Il ruolo della storia e dei credi religiosi nello sviluppo della cultura manageriale e degli stili di leadership.Confronto tra le culture del Mediterraneo.
IV blocco (10 ore):
Elaborazione dei project work. Gli studenti, suddivisi in gruppo, analizzano specifici mercati esteri ed elaborano un’analisi culturale degli stessi definendo rischi e opportunità che imprese di specifici settori possono incontrare nel processi di internazionalizzazione verso quello specifico mercato. Oltre all’analisi, gli studenti forniscono possibili soluzioni al superamento degli ostacoli culturali che sono in grado di individuare. In tale fase del corso, gli studenti applicano i modelli appresi all’analisi di mercati specifici. Le presentazioni danno luogo a discussioni che permettono di integrare i contenuti teorici approfonditi durante il corso.

Metodi didattici

Verifica dell'apprendimento

Per i corsisti, un primo momento di verifica è rappresentato dalla presentazione dei project work. Ogni gruppo ha a disposizione 20 minuti per la presentazione in power point del progetto. Ulteriori 10 minuti sono dedicati alle domande. Tutti gli studenti (corsisti e non corsisti) dovranno sostenere, una prova di esame, articolata in un compito scritto composto da domande aperte sugli argomenti del programma, e un colloquio orale. Il voto, in trentesimi, sarà il risultato delle due prove e, per coloro che seguono il corso del progetto elaborato e presentato.
L’apprendimento in itinere viene accertato anche con simulazioni d’esame ed esercitazioni, entrambe senza voto.

Testi

Calvelli A., Cannavale C. (2013), Competenze culturali e internazionalizzazione delle imprese. Giappichelli Editore, Torino. Capitoli: 1, 2, 3, 4.

In alternativa per coloro che intendono studiare l’esame in inglese:
Articoli suggeriti dal docente e scaricabili dalla pagina moodle del corso.

Altre informazioni