Università degli Studi di Napoli "Parthenope"

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico: 
2016/2017
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Corso di afferenza: 
Corso di Laurea triennale (DM 270) in ECONOMIA E COMMERCIO
Settore disciplinare: 
ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (SECS-P/08)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
9
Anno di corso: 
3
Docenti: 
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
72

Obiettivi

Il corso di Economia e Gestione delle Imprese intende fornire agli studenti le competenze generali di management delle imprese e illustrare loro gli strumenti operativi più utili per una corretta gestione. In uno scenario economico sempre più complesso caratterizzato da un mercato globale, sempre più dominato dalle nuove tecnologie, da rilevanti dinamiche sociali e demografiche il modo di gestire l’impresa si è totalmente modificato rispetto al recente passato. In questo contesto, inoltre, la crisi economica e le numerose esperienze di fallimento di imprese un tempo considerate leader mostrano come sia sempre più necessario identificare nuovi approcci competitivi, siano essi proattivi e/o reattivi. Conoscere le tecniche e gli strumenti di gestione dell’impresa diventa, quindi, un sapere sempre più necessario.
Il corso intende sensibilizzare gli studenti verso questi temi, trasferendo loro le conoscenze e gli strumenti necessari allo sviluppo di valide competenze per la gestione aziendale e la creazione di valore. Alla fine del corso gli studenti deterranno una visione complessiva di come è strutturata un’impresa e del suo funzionamento. Acquisiranno, altresì, un’adeguata padronanza dei principali strumenti teorici e operativi di strategic management.
Gli obiettivi di apprendimento del corso possono essere così declinati:
Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente deve essere in grado di comprendere l’impatto ambientale sul governo dell’impresa nonché il ruolo strategico e le criticità operative delle diverse attività caratterizzanti la gestione dell’impresa (es. produzione, logistica, marketing e via discorrendo). Deve essere, inoltre, in grado di individuare e comprendere le principali tendenze relative alla gestione di tali attività di impresa e le differenze esistenti tra la progettazione e il management delle imprese industriali e quelle di servizi.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: al termine del corso, lo studente sarà in grado di comprendere e rappresentare i principali processi e modelli gestionali e operativi dell’impresa moderna. Sarà inoltre in grado di comprendere e distinguere tra i sistemi e i meccanismi di creazione del valore tradizionali e quelli più innovativi.
Autonomia di giudizio: una volta appresi i principali contributi teorici della materia, lo studente sarà in grado di scegliere tra i diversi percorsi strategici più adeguati al contesto reale. Lo studente, inoltre, potrà valutare autonomamente quali siano i modelli di gestione e di utilizzazione delle risorse d’impresa più aderenti alle specifiche peculiarità di quest’ultima (es. il tipo di prodotti o servizi che essa offre).
Abilità comunicative: lo studente deve essere in grado di rispondere in modo chiaro, cogente e esaustivo sia alle domande della prova scritta sia a quelle dell’eventuale prova orale.
Capacità di apprendimento: lo studente deve dimostrare una buona capacità di apprendimento riuscendo ad approfondire le proprie conoscenze su riferimenti bibliografici pertinenti e di rilievo per il campo oggetto di studio. Lo studente dovrà, inoltre, dimostrare di saper applicare le conoscenze maturate relativamente alla risoluzione di problemi di natura gestionale e operativa, in particolare riuscendo ad effettuare collegamenti interdisciplinari con le altre materie affini.

Prerequisiti

Il corso è indirizzato agli studenti della Laurea Triennale in Economia e Commercio e richiede che i discenti abbiano appreso i contenuti base di microeconomia e di economia aziendale.

Contenuti

I principali argomenti trattati al corso saranno: impresa e ambiente; le finalità dell’impresa; relazioni tra imprese, settore e dinamiche settoriali; l’evoluzione dei paradigmi industriali; l’analisi delle attività primarie della catena del valore: produzione, logistica, marketing e servizi post-vendita, l’analisi delle attività di supporto della catena del valore: gestione delle risorse umane, organizzazione, gestione della tecnologia, approvvigionamento, finanza; l’analisi delle strategie competitive, l’analisi delle strategie corporate; relazioni tra imprese e reti; il concetto di business model e la business model innovation; casi di studio.
Il contenuto del corso può essere scomposto in più blocchi di lezione. Orientativamente, il corso è articolato come segue:
I blocco (10 ore):
Introduzione al corso e approfondimento del legame tra impresa e ambiente, delle relazioni tra l’impresa e il suo settore di riferimento e dell’evoluzione dei paradigmi industriali e l’emersione dei nuovi modelli d’impresa.
II blocco (24 ore):
Analisi dei principali modelli di studio e analisi dell’ambiente interno dell’impresa, con particolare riferimento all’integrazione esistente tra le funzioni aziendali, alla scelta di una corretta organizzazione d’impresa e, infine, all’impostazione di un’efficace funzione di produzione e logistica.
III blocco (24 ore):
Le determinanti da considerare e i modelli da implementare per un corretto processo di pianificazione strategica, finanziaria e di marketing, con particolare riferimento alle leve che maggiormente caratterizzano il modello di business dell’impresa.
IV blocco (14 ore):
Esercitazioni e simulazioni d’esame.

Metodi didattici

Il corso sarà organizzato in lezioni frontali. Gli argomenti teorici saranno supportati dalla presentazione di case study che potranno essere illustrati a voce dal docente oppure attraverso l’intervento in aula di imprenditori e manager. Le lezioni frontali saranno supportate dalla proiezione in aula di slides fornite dal docente ma anche dalla visione di filmati che mostrino nella pratica il funzionamento di particolari realtà aziendali. Durante le lezioni frontali saranno svolte delle esercitazioni analitiche per la risoluzione dei principali problemi in tema gestione e strategia d’impresa.

Verifica dell'apprendimento

Tutti gli studenti (corsisti e non corsisti) dovranno sostenere una prova di esame utile a verificare l’apprendimento da parte dello studente degli obiettivi formativi. Per valutare il raggiungimento degli obiettivi prefissati, lo studente è sottoposto sia ad una prova scritta sia ad una orale, entrambe obbligatorie. La prova scritta consta di 12 domande a risposta chiusa e due argomenti da sviluppare sinteticamente. Ogni quesito ha un punteggio variabile in funzione della difficoltà. All’interno della prova sono presenti domande con punteggi assegnati che variano da 1 a 3 punti per i quesiti a risposta chiusa e da 1 a 4 punti per le tematiche da sviluppare sinteticamente con risposta aperta. Al colloquio orale accederanno solo coloro che hanno ottenuto almeno la valutazione di 18 al compito scritto La prova orale (obbligatoria) parte dall’analisi della prova scritta, si sviluppa nella sua discussione critica e prevede ulteriori approfondimenti. Lo studente deve dar prova di chiara esposizione dei concetti e padronanza delle argomentazioni oggetto di verifica. Il tempo assegnato per il completamento della prova è di 45 minuti. Non è ammesso durante la prova l’uso di appunti o testi pertinenti alla preparazione, né di supporti informatici (quali ad esempio smartphone, tablet, pc, ecc.). Il voto, in trentesimi, sarà il risultato delle due prove. La prova di esame si svolgerà alla fine del corso negli appelli ordinari e riguarderà tutto il programma. L’apprendimento in itinere potrà venire accertato anche con simulazioni d’esame ed esercitazioni, entrambe senza voto.

Testi

Dezi L. (2010), L’Impresa. Economia, Governo, Gestione, Cedam, Padova.

Ulteriori riferimenti bibliografici saranno comunicati all’inizio del corso e/o forniti nel mentre.

Altre informazioni